Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Ausveg: duro monito da parte dell'OCSE sul sovrappeso della popolazione australiana

Gli australiani sono quarti nel mondo per obesità dopo USA, Messico e Nuova Zelanda: questo il risultato di uno studio dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE), rilasciato la scorsa settimana, nel quale si evince che un cospicuo 28,3% degli australiani è obeso. Per i dati che riguardano l'Italia, clicca qui.

Ausveg, l'associazione di categoria dei coltivatori di ortaggi e patate, ha espresso le sue preoccupazioni circa i risultati del rapporto dell'OECD, "Health at a Glance 2013", dove si dichiara che gli australiani hanno bisogno di rivedere accuratamente le loro abitudini alimentari e di integrare nella loro dieta più prodotti orticoli freschi.

E' allarmante apprendere che, attualmente, più di un quarto della popolazione australiana - circa 6,5 milioni di persone - è obesa. Le verdure sono parte integrante di uno stile alimentare ben bilanciato e, come hanno dimostrato tante ricerche precedenti, possono giocare un ruolo importante nella gestione del peso," ha riferito il portavoce di Ausveg, Cameron Brown.

"Tutti gli australiani dovrebbero impegnarsi attivamente nella riduzione di questo fardello per il sistema sanitario che è l'obesità, intervenendo sulle loro abitudini alimentari. Il rapporto dell'OECD è un duro monito circa la necessità da parte di molti australiani di prendere in considerazione gli alimenti che consumano."

"Incoraggiamo i consumatori ad integrare più verdure nutrienti e coltivate localmente nella loro dieta quotidiana. In questo modo, non solo si aiuta se stessi, ma anche migliaia di famiglie di agricoltori presenti in tutta la nazione che lavorano duro per portare nutrimento sano alla nostra nazione," ha sottolineato Brown.

Traduzione FreshPlaza Italia. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto