Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Australia: i limoni si pagano 2 dollari al pezzo

I mezzi di comunicazione australiani hanno riportato che i consumatori di Bundaberg, nel Queensland, questa settimana hanno sborsato 2 dollari per ogni limone acquistato. I coltivatori locali, tuttavia, riferiscono che in realtà sono gli intermediari ad intascare tutti i profitti.

Questa stagione, nello stato del Queensland, la fornitura interna è stata inferiore a causa delle inondazioni verificatesi all'inizio dell'anno e delle gelate avute ad agosto, ma non così drastica da giustificare prezzi fuori mercato per i limoni australiani in questo periodo dell'anno; inoltre, è molto più probabile che i limoni che si trovano nei negozi siano quelli di provenienza statunitense.

Ben O'Brien di Albert E Chave, che opera sul mercato di Brisbane, oltre ad esportare in Asia, Dubai e Nuova Zelanda, ha riferito che attualmente stanno importando limoni dagli Stati Uniti, che vengono venduti a 65-70 dollari a cartone.

"Si è verificata una carenza di frutti locali e la qualità è stata mediocre. Normalmente, la situazione è questa, tuttavia, quest'anno è stato peggiore per la fornitura australiana di limoni. I coltivatori del Queensland cominceranno a metà dicembre, tuttavia, le situazione non si sbloccherà fino a metà gennaio," ha spiegato O'Brien.

O'Brien ha confermato anche che i limoni vengono venduti al dettaglio a 2 dollari al pezzo.

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto