Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Lo rivela uno studio Cepea

Negli ultimi dieci anni, cresciute in Brasile le importazioni di frutta e verdura

Il Brasile ha il potenziale di produrre in ogni stagione quasi tutti i tipi di frutta e verdura. Tuttavia, ci sono altri paesi che rispondono alla crescente domanda brasiliana di un maggiore assortimento ortofrutticolo.

Il team Hortifruti Brasil, del Cepea (Centro di Alti Studi sull'Economia Applicata), Esalq/USP, ha valutato i principali prodotti freschi d'importazione in Brasile, il paese di origine, le minacce e le opportunità. Gli ortofrutticoli inclusi nell'analisi rappresentano il 98% del mercato brasiliano.

Negli ultimi dieci anni, l'importazione di frutta e verdura da parte del Brasile è aumentata notevolmente. Il valore nominale (FOB) speso dal Brasile per l'acquisto di questi prodotti è salito da 140 milioni di dollari (anno 2002) a ben 750 milioni (anno 2012), secondo quanto riportato dai dati SECEX (la Segreteria del Commercio Estero).

La creazione del Mercosur (il Mercato Comune del Sud), nel 1995, ha consolidato le importazioni di ortaggi. Nel caso della frutta, gli acquisti sono diventati forti negli anni 2000, soprattutto dopo la crisi del 2008. La ragione è che l'indebolimento delle importazioni da parte degli Stati Uniti ha motivato ​​gli altri paesi europei produttori a scommettere sul Brasile come mercato di consumo. L'aumento del reddito della popolazione brasiliana ha poi contribuito a questo scenario.

L'Argentina è il principale fornitore straniero di frutta e verdura per il Brasile. Dal 2010 al 2012, il paese confinante ha incassato ben il 52% dell'intero importo speso dal Brasile per le importazioni di questi prodotti; seguono poi la Cina, il Cile, la Spagna e il Portogallo.

Tra i prodotti acquistati dall'Argentina, i più importanti sono l'aglio e le pere - entrambi responsabili di oltre la metà del valore speso. Altri prodotti importati sono le cipolle, le drupacee in genere (prugne, pesche, nettarine, albicocche), le ciliegie, le mele, l'uva, i kiwi e gli agrumi.

L'intero rapporto (in portoghese) può essere scaricato dal sito della Cepea, all'indirizzo: cepea.esalq.usp.br/hfbrasil/

Traduzione FreshPlaza Italia. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto