Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Favorita dalla conclusione anticipata di quella neozelandese

Avvio positivo per la stagione del kiwi francese

Nonostante una lieve flessione dei volumi di kiwi in questa stagione, i produttori e gli importatori francesi stanno godendo di un mercato relativamente vuoto. Con la frutta cilena e quella neozelandese ormai fuori del mercato, e con i consumatori che sempre più spesso scelgono i kiwi verdi europei, i fornitori francesi godono di una domanda alta e di prezzi buoni.

"Il mercato dei kiwi francesi, in generale, è buono", ha detto Jean-Baptiste Pinel di Prim'Land. L'azienda, produttore ed esportatore francese di frutta, ha appena stipulato un accordo per iniziare la spedizione dei kiwi a marchio OSCAR® in Corea del Sud (vedi precedente notizia su FreshPlaza). La loro espansione in questo nuovo mercato costituisce il culmine di molti anni di lavoro; così se per i fornitori francesi di kiwi la stagione è buona, per Pinel e il resto della Prim'Land è particolarmente dolce.

"La frutta cilena è terminata il mese scorso, come di norma", ha sottolineato Pinel, aggiungendo "Ma è già finita anche la stagione neozelandese, cosa che non è normale". Di solito, infatti, per la Nuova Zelanda la stagione arriva fino a dicembre, sicché la sua fine anticipata ha aperto nuove opportunità per i kiwi francesi.



Anche l'aumento della domanda da parte dei consumatori che preferiscono sempre più i kiwi verdi, al contrario di quelli a polpa gialla, coltivati ​​principalmente in Nuova Zelanda, ha aiutato l'azienda di Pinel.

"In Francia, abbiamo circa il 10% in meno di kiwi rispetto allo scorso anno", ha detto Baptiste. "Il freddo e l'umidità durante la primavera hanno fatto sì che ci fossero meno germogli durante la fase di crescita che, a sua volta, ha determinato un raccolto leggermente inferiore." Ma con il 60% della produzione annuale della Prim'Land già sotto contratto per il programmi di fornitura sui mercati esteri, Baptiste è contento che il calo della produzione non sia stato troppo significativo. E' anche felice che, se si esclude quella italiana, in Europa non si vive molta competizione, e spera che l'azienda possa consolidare la propria posizione in Europa mentre si espande in altri mercati.

"I nostri maggiori acquirenti sono a Taiwan, in Cina, Belgio e Spagna", ha detto Baptiste. "Ora abbiamo le nostre prime spedizioni in Corea del Sud, che ci hanno fatto lavorare molto, ma che ci danno soddisfazione".

Contatti:
Jean-Baptiste Pinel
Primland
Tel: +33 5 58900995
Email: jean-baptiste.pinel@primland.fr

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto