Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

AOP Armonia: con il supporto della ricerca scientifica migliora l'offerta di Kaki e Clementine

AOP Armonia, tra le maggiori associazioni di produttori del meridione d'Italia, si è preoccupata, fin dall'inizio della sua attività, di adeguare la produzione degli agricoltori associati alle esigenze di un mercato ortofrutticolo che nell'ultimo decennio è profondamente cambiato. Tra le colture maggiormente coinvolte in questo processo di ammodernamento rientrano sicuramente Kaki e Clementine, per i quali nei prossimi giorni inizierà la raccolta delle varietà più precoci.

Abbiamo chiesto a Marco Eleuteri, Direttore Commerciale di Aop Armonia, di illustrarci i risultati di questo processo di rinnovamento varietale e le novità che il suo gruppo presenterà al mercato nel corso della campagna che sta per iniziare.

"Con l'ingresso, avvenuto lo scorso anno, della Soc. Agr. Divano nel nostro gruppo - ha dichiarato Eleuteri a FreshPlaza - l'interesse e l'impegno di Aop Armonia per i cachi è sensibilmente aumentato, specie per la varietà "Rosso Brillante" (Rojo Brillante). In tal senso, abbiamo avviato un processo di riconversione varietale che ci porterà, nel prossimo triennio, a disporre di di una superficie dedicata a questa varietà di cachi prossima ai 40 ettari (quest'anno supereremo i 20).



Piante di Kaki "Rosso Brillante".

Come riferisce Eleuteri, la varietà "Rosso Brillante" ha conosciuto una grande diffusione in Spagna negli ultimi anni: "Per questo ci rechiamo frequentemente in quel paese, sia per osservare il comportamento della varietà in campagna (tecniche colturali, caratteristiche degli ambienti produttivi) sia per analizzare i trattamenti cui questa varietà viene sottoposta nella fase post-raccolta."

Al fine di affrontare nel miglior modo possibile le due criticità della produzione e del trattamento "detannizzante" post-raccolta (che elimina l'astringenza tipica del frutto alla masticazione), Aop Armonia ha avviato una collaborazione scientifica con due tra i maggiori studiosi italiani: "Il Professor Davide Neri dell'Università Politecnica delle Marche ci assisterà per ciò che concerne tutti gli aspetti produttivi - dichiara Marco Eleuteri - mentre il Professor Di Renzo dell'Università della Basilicata farà altrettanto per il trattamento cui deve essere sottoposto il cachi dopo essere stato raccolto." (leggi nota sul trattamento detannizzante a cura del Prof. Di Renzo).


Il nuovo packaging studiato per il Kaki Rosso Brillante, inserito nella linea di eccellenza della Aop Armonia, DolceFrutta.

Il direttore commerciale ritiene che molti degli areali produttivi del Sud Italia presentino caratteristiche pedoclimatiche simili a quelle della zona di produzione del Kaki più vocata in Spagna, cioè la parte meridionale della provincia di Valencia, dove si trova la varietà Ribera del Xùquer. "Per quanto riguarda il trattamento post-raccolta, oltre ad esserci dotati della tecnologia necessaria per sottoporre i cachi al trattamento detannizzante a base di CO2 - aggiunge Eleuteri - con il Prof. Di Renzo siamo riusciti ad individuare una tecnica in grado di eliminare la naturale astringenza del frutto, cosa che ci ha permesso di raggiungere ottimi risultati già lo scorso anno. Questo dovrebbe permetterci di offrire al mercato una produzione di gran qualità sia per i calchi a polpa dura che per quelli a polpa morbida."



Confezioni di cachi a polpa morbida nelle due versioni Termosaldata e Coperchiata.

Agrumi
"Per ciò che concerne invece le clementine - dichiara Eleuteri - negli ultimi 4 anni abbiamo lavorato assiduamente al rinnovamento dei nostri impianti produttivi in collaborazione col Dott. Francesco Perri, agronomo calabrese, tra i maggiori esperti italiani di clementine. Oggi credo che la produzione del nostro gruppo sia tra le poche in Italia a poter contare con una gamma varietale che ci permette di iniziare la raccolta durante la prima decade di ottobre per terminare alla fine di febbraio."


Foto sopra e sotto: clementine della varietà Spinoso ed Oronules in una foto scattata martedì 1 ottobre 2013. L'inizio della raccolta della varietà Oronules è previsto per il 7/8 ottobre, mentre per lo Spinoso l'inizio della raccolta è previsto per l'11/12 ottobre. Rispetto all'anno scorso si registra un anticipo di maturazione dei frutti di 8/10 giorni.



Aop Armonia ha lavorato con impegno per allungare il calendario di produzione e diminuire il peso relativo del clementino Comune sul totale della sua offerta: "Oggi possiamo orgogliosamente dire che, delle 7.000 tonnellate di clementine che dovremmo raccogliere nel corso della prossima campagna, meno della metà è rappresentato da clementine Comuni (3.000 ton in raccolta a novembre e dicembre), mentre la restante parte è rappresentata da varietà più precoci (1.500 ton in raccolta ad ottobre) e più tardive (2.500 ton in raccolta tra la seconda metà di gennaio e inizio febbraio)."


Foto sopra e sotto: anche quest'anno Aop Armonia ripropone la Clementina del Golfo di Tranto IGP in un 2 confezioni: Girsac e cartoncino 30x20 da 2 kg.



"Come per i cachi, anche per la produzione di clementine siamo molto attenti a cosa succede in Spagna, dove abbiamo organizzato varie missioni conoscitive con i nostri agrumicoltori. In questo modo abbiamo promosso un radicale ammodernamento della nostra offerta, allungando il calendario di raccolta e migliorando sensibilmente il livello qualitativo della nostra produzione."

Proprio in questi primi giorni di ottobre, Aop Armonia ha organizzato un nuovo viaggio a Valencia (Spagna), presso i campi sperimentali, i siti produttivi e il magazzino di confezionamento dell'azienda agrumicola Bollo. Al viaggio-studio prenderanno parte i suoi maggiori soci produttori di Calabria, Puglia e Basilicata

Marco Eleuteri conclude commentando: "Dopo anni di ingiustificabile "letargo" finalmente oggi ci sono alcune aziende in Italia che, come noi, stanno investendo nel rinnovamento varietale e nel miglioramento continuo delle tecniche di coltivazione. Oggi abbiamo ben poco da invidiare ai nostri competitors spagnoli, che sicuramente hanno mostrato in passato maggior spirito imprenditoriale e maggior propensione verso la ricerca e l'innovazione. Buona parte dei nostri agrumicoltori, con apprezzabile coraggio, ha investito in nuovi impianti, sta investendo ancora oggi ed è intenzionata a farlo anche nel prossimo futuro: quelle aziende che staticamente invece non si rinnoveranno, sono inevitabilmente condannate ad uscire dal mercato, e anche in tempi brevi."

Contatti:
Aop Armonia

Email: info@aoparmonia.it

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto