Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

"Zespri: "Il settore dei kiwi sta imparando a convivere con la batteriosi"

Nel 2013, Zespri ha dato avvio alla stagione dei kiwi neozelandesi in ritardo rispetto agli anni passati. "Per la varietà a polpa gialla ZespriGold, si parla di sei settimane di ritardo", ha riferito Bert Barmans, direttore generale di Zespri Europe. "Per via della siccità verificatasi in Nuova Zelanda, i frutti sono rimasti appesi alle piante più a lungo, ed è per questo che la fornitura è stata ritardata. Quest'anno è apparso in generale sfortunato perché, a causa del pessimo clima primaverile in Europa, i frutti estivi hanno subito un ritardo e noi abbiamo perso delle opportunità."

"Il volume complessivo dei kiwi è diminuito per via del fatto che la fornitura dei kiwi a polpa gialla - più sensibili alla batteriosi - era disponibile in quantità ridotte. La varietà a polpa verde ZesprGreen è invece rimasta piuttosto stabile e anche i kiwi biologici mostrano volumi in linea con gli anni precedenti. Inoltre, fino ad ora, la stagione dei kiwi è andata bene. Le vendite estive sono state positive, soprattutto per la varietà Green. Dato però il ritardo in partenza, ci troveremo a sovrapporci con l'inizio della stagione dei kiwi ZespriGreen coltivati in Italia."



Varietà a polpa gialla in calo, a causa del passaggio al SunGold
Il calo più significativo nei volumi di vendita ha riguardato, come detto sopra, i frutti a polpa gialla. Bert Barmans osserva: "Ovviamente, la diminuzione dei volumi ha a che fare prima di tutto con l'incidenza della Batteriosi Virulenta dell'actinidia (Psa-V), ma anche con il massiccio passaggio alla nuova varietà SunGold (o Gold3, più resistente alla Psa-V) nei frutteti. Questa varietà ci permette di avere buone prospettive per gli anni a venire."

Espansione del marchio
Zespri ha notato che la concorrenza nel settore del kiwi è diventata più pressante. "Anche altri coltivatori introducono nuove varietà sul mercato e cercano sbocchi di vendita migliori per le loro produzioni. Per questo motivo, Zespri attribuisce molta importanza all'espansione del proprio brand e ad una fornitura dei suoi kiwi per 12 mesi l'anno. Anche l'innovazione costituisce un pilastro importante nel settore neozelandese del kiwi. Zespri investe annualmente circa dieci milioni di dollari neozelandesi (6,147 milioni di euro, ndt) in ricerca e sviluppo di nuove varietà, sostenibilità, catena di fornitura e miglioramento della produttività. Allo stesso tempo, ci concentreremo anche su una migliore comprensione dei nostri consumatori e approfondiremo le ricerche sui vantaggi salutari dei nostri frutti", ha sottolineato Bert.

Barmans ha riferito che Spagna, Giappone e Cina sono i principali mercati di vendita. "Tuttavia, anche il Benelux è una piazza importante per Zespri. Inoltre, investiamo molto in nuovi mercati come l'Asia sud-orientale, alcune nazioni sudamericane e in Medio Oriente."



Bert ha riferito che la varietà Hort16A (tradizionale kiwi a polpa gialla che veniva commercializzato a marchio ZespriGold), con il passare del tempo scomparirà completamente. "Non si sa precisamente quando questo accadrà. Dipenderà tutto sia dai coltivatori sia dal progredire della batteriosi. In Europa, verrà venduto un volume limitato di ZespriGold di varietà Hort 16A a partire dalla prossima stagione neozelandese."

Imparare a convivere con la fitopatia
"La Batteriosi virulenta del Kiwi (Psa-V)- ha ricordato il direttore generale di Zespri Europe - è presente in Nuova Zelanda e in tutte le altre zone di produzione di kiwi esistenti a livello globale e non è previsto che venga debellata a breve termine. Non esiste una soluzione pronta all'uso che permetta di liberare il settore dei kiwi da questa fitopatia, tuttavia, il settore ha imparato a convivere con essa. In definitiva, la soluzione per la Psa-V consisterà in una combinazione di nuove varietà più tolleranti e di buone pratiche di gestione dei frutteti di kiwi."

"E' stato costituito un programma di ricerca notevolmente ampliato, in collaborazione con Kiwifruit Vine Health (KHV), che prevede più di ottanta programmi di indagine. D'altra parte, i coltivatori neozelandesi sviluppano tecniche di gestione dei frutteti sempre più efficaci, che permettono di tenere sotto controllo la fitopatia. Attualmente, tra i coltivatori di kiwi prevale un cauto ottimismo, dovuto sicuramente al fatto che la nuova varietà SunGold sta crescendo bene, anche nelle zone dove la fitopatia ha colpito più pesantemente. Nel frattempo, sono stati piantati oltre 3.000 ettari di questa nuova varietà, cosa che ci fa sperare in buone prospettive per i prossimi anni", ha concluso Barmans.

Per maggiori informazioni: www.zespri.eu

Traduzione FreshPlaza Italia. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto