ORTOQUI: nasce il nuovo brand dedicato all'ortofrutta di Piemonte, Liguria e Lombardia nei negozi COOP

Il 27 maggio, presso il Centro Incontri della Regione Piemonte (C.so Stati Uniti 23, Torino), si è svolta la conferenza stampa per presentare il nuovo marchio ORTOQUI, che sarà presente da giugno nei negozi COOP di Piemonte, Liguria e Lombardia.



La mission di Coop, di creare legami con il territorio nel quale opera, ha portato alla nascita del nuovo brand ORTOQUI che pone l'accento sulla territorialità: ORTOQUI – dove Consumatori e Agricoltori sono più vicini è promosso da Coop Consorzio Nord Ovest.



ORTOQUI è il risultato dell'evoluzione naturale del progetto "Filiera Cooperativa", avviato nel 2010 e che ha rafforzato la vicinanza dei produttori agricoli con il territorio di appartenenza e con i consumatori. ORTOQUI esprime un marchio collettivo che risponde alla domanda di territorialità alimentare e rappresenta il 20% delle referenze tipiche di Piemonte, Liguria e Lombardia.

Alla conferenza sono intervenuti: Marcello Balestrero, presidente Coop Consorzio Nord Ovest (CCNO), Luciano Curulli, Responsabile Filiere Freschissimi CCNO, Giuseppe Capaldo, Responsabile Ortofrutta CCNO, Claudio Sacchetto, Assessore Agricoltura Regione Piemonte, Cesare Balsamo, Presidente Cooperativa Aspropat di Castelnuovo Scrivia in rappresentanza dei produttori piemontesi, Antonio De Andreis, Direttore commerciale cooperativa Ortofrutticola di Albenga in rappresentanza dei produttori liguri, Bruno Francescon, Amministratore Unico Az. Agricola Francescon di Rodigo in rappresentanza dei produttori lombardi.


Nella foto, da sinistra Claudio Sacchetto, Marcello Balestrero, Luciano Curulli, Giuseppe Capaldo.
 
Balestrero ha presentato COOP CONSORZIO NORD OVEST (creato nel 2003) come uno strumento operativo a servizio delle 3 maggiori cooperative di consumatori del Nord Italia: NOVACOOP (Piemonte), COOP LIGURIA (Liguria) e COOP LOMBARDIA (Lombardia).

Sempre Balestrero ha spiegato: "La storia di COOP mostra come il prodotto a marchio rappresenti il veicolo assoluto di distintività di insegna. A fronte dell'annosa crisi dell’agricoltura, si è scelto di lavorare con i produttori per valorizzare la tipicità sui territori di appartenenza aprendo il mercato della GDO a produzioni 'minori' per quantità, ma di elevata territorialità e qualità, nel pieno rispetto della stagionalità."



"Questo rende completo l’impegno di COOP nella valorizzazione dei prodotti insieme ai loro produttori ed ai territori d'origine. Un impegno che esalta il legame diretto tra l'Agricoltura e la Distribuzione, riconfermando il ruolo propositivo della cooperazione di COOP nel far lavorare in sinergia i diversi anelli della filiera, producendo effetti positivi per ciascuno di essi, oltre che per i destinatari finali di quest’azione virtuosa: i consumatori, l'ambiente, l'economia legata all'agricoltura."



Curulli parlando di economia, agricoltura, ambiente, territorio, freschezza, qualità, trasparenza e convenienza ha detto: "Come insegna la storia del prodotto a marchio COOP: 'la convenienza è nulla senza la qualità', quindi, incrementando la qualità e razionalizzando la logistica, sicuramente cresce l'impatto su un prezzo più 'buono' sia verso il Consumatore sia verso l'Agricoltore, nuovamente più vicini."



Capaldo ha spiegato il significato del marchio ORTOQUI in termini di numeri e dati relativi a produttori, referenze ed assortimento. Egli ha parlato di prodotto e territorio ed ha detto: "Il punto di vendita (QUI) r-accoglie la rete dei produttori locali (ORTO) e fa rete con loro (FILIERA COOPERATIVA)."



Capaldo ha continuato spiegando come il punto di vendita diviene uno spazio aperto di relazioni (produttori in-store), comunicazione (visual-merchandising) ed educazione alla territorialità (local-learning).

Terminate le relazioni dei rappresentanti della CCNO, l'assessore Claudio Sacchetto ha ringraziato la Coop per tutti gli obiettivi che la filiera cooperativa si pone dal 2010 e per gli ottimi risultati che si stanno raggiungendo nel settore ortofrutticolo delle regioni italiane del Nord-Ovest.

Infine, sono intervenuti i rappresentanti dei produttori piemontesi, liguri e lombardi i quali hanno illustrato i vantaggi della filiera cooperativa e in particolare i vantaggi che deriveranno da ORTOQUI.


Clicca qui per un ingrandimento della foto.

Per il materiale fornito si ringrazia Renata Cantamessa, Ufficio Commerciale e Marketing di Ortofruit Italia.

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto