Auchan in Italia: preferenza alle produzioni nazionali, locali e sostenibili

Auchan SpA è parte del gruppo Auchan, la società operante nel settore della grande distribuzione fondata in Francia nei primi anni '60. Il gruppo è diventato uno dei leader mondiali della grande distribuzione operando in ambito alimentare con la formula dell'ipermercato e quella del supermercato e arrivando a essere presente in 13 paesi nel mondo, con 1.375 tra ipermercati e supermercati dislocati in Europa e in Estremo Oriente.

L'insegna Auchan è presente in Italia dal 1989. Con sede centrale a Milano, la divisione italiana gestisce 58 ipermercati, di cui 51 a gestione diretta, 6 in franchising e 1 affiliato, ed è attiva in ben 12 regioni. Conta circa 13.000 collaboratori, il 98% dei quali è azionista. Nel 2011 gli ipermercati Auchan hanno emesso 83 milioni di scontrini, raggiungendo un fatturato di 3,1 miliardi di euro.



Nel 2004, il Gruppo Auchan ha acquisito la piena titolarità delle attività alimentari del Gruppo Rinascente, organizzate nelle due società Auchan Spa (ipermercati) e Sma Spa (supermercati, ora Simply). Del gruppo Auchan in Italia fanno parte anche Gallerie Commerciali Italia Spa (centri commerciali) e Oney Spa.

La Filiera
Nell'ottica di garantire la qualità, la sicurezza e la convenienza dei prodotti, Auchan sviluppa un rapporto di collaborazione costante con i propri fornitori: agricoltori, allevatori, industria di trasformazione, industria di confezionamento, trasportatori. Al momento, i fornitori con cui Auchan collabora da oltre dieci anni sono pari al 35% del totale.

Il processo d'acquisto è finalizzato all'approvvigionamento di prodotti e servizi che consentano l'ottimizzazione dei costi, assicurando nel contempo i requisiti di qualità, sicurezza e trasparenza dei beni acquistati, in linea con l'orientamento del mercato e nel rispetto della capacità di risposta ai bisogni dei consumatori.

Rispetto alla scelta dei fornitori, Auchan predilige, a parità di qualità e condizioni d'acquisto, quelli italiani - nel 2011 pari al 92% del totale - e prodotti locali, per mantenere il legame con il territorio e valorizzarlo con una sempre più strutturata attività di selezione e monitoraggio dei fornitori stessi.

Negli ultimi anni, è proseguita la promozione del Codice di etica commerciale, predisposto da Auchan per promuovere il rispetto degli standard sociali e ambientali da parte dei fornitori, che hanno aderito in 1.343, il 34,6% del totale.

Filiera etica e controllata
Nel caso delle filiere agroalimentari, l'approccio a costruire rapporti di collaborazione basati sulla fiducia e sul dialogo è ancora più sentito: per questo tutte le attività di approvvigionamento e distribuzione che le supportano si basano su principi di controllo, trasparenza e garanzia del gusto per assicurare ai propri clienti alimenti che rispettino elevati standard in termini di qualità e sicurezza.

A tal fine Auchan presidia le più importanti filiere agroalimentari appartenenti al settore carni, ortofrutta e ittico. Nel 2011 i prodotti di Filiera Controllata sono stati 190 e garantiscono la totale rintracciabilità e il controllo costante di tutte le fasi produttive, dalla produzione al consumo. Ciò significa attenzione per la salute dei consumatori, rispetto dell'ambiente e del benessere degli animali.



Per quanto riguarda l'ortofrutta, l'impegno di Auchan prevede un controllo totale e la rintracciabilità di tutte le fasi della filiera, dalla coltivazione alla raccolta, dal trasporto al confezionamento, fino alla vendita, per garantire prodotti sicuri, freschi e dal sapore inalterato.

La valorizzazione dei localismi
Nell'ambito del generale impegno di Auchan nel promuovere e valorizzare i prodotti locali e le relazioni con i fornitori del territorio, si segnala l'attività sviluppata nel 2011 dagli ipermercati Auchan della Sardegna e della Puglia (120/130 referenze).

Tale attività ha prodotto importanti risultati, tra cui l'ottimizzazione della gestione di diversi fornitori locali attraverso una selezione transito, con l'utilizzo di un solo mezzo per la consegna di tutti i prodotti ortofrutticoli locali e l'aumento del numero dei fornitori locali con cui gli ipermercati collaborano, con circa 2.000 etichette di prodotti locali in assortimento (150/190 referenze tra agrumi, insalate, ortaggi, patate, pomodori, carciofi, ecc.).

L'ortofrutta in casa Auchan

Il bilancio del primo trimestre 2013 per le vendite di ortofrutta e generi agroalimentari rispetto al primo trimestre 2012 segna un trend positivo a volume venduto di (+3%) e un fatturato stabile.

 

In tutti i reparti del freschissimo è presente una linea di primo prezzo denominata "Qui" che garantisce il prezzo più basso del mercato non in offerta. Per l'ortofrutta si tratta di 25 referenze tra sfuso e confezionato, che registrano il 12% del volume complessivo del reparto ortofrutta. Un dato che dimostra l'apprezzamento da parte della clientela.

Nell’ambito del progetto di promozione dei localismi, sta partendo una promozione speciale Puglia, dedicata alle ciliegie pugliesi, in collaborazione con i consorzi locali. Con l'inizio della stagione primaverile partiranno altri progetti promozionali dedicati ai prodotti italiani.
 
Per quanto riguarda l'approvvigionamento diretto di frutta e/o verdura, sono attive collaborazioni con i più grandi consorzi di prodotti italiani, da cui Auchan acquista direttamente.

Linee speciali
Per soddisfare tutte esigenze in fatto di gusto e benessere, Auchan ha creato linee speciali, quali: I Sapori delle Regioni, prodotti tipici regionali selezionati per gustare l'autentica tradizione gastronomica italiana; Bio, i prodotti biologici certificati CCPB che offrono benessere e attenzione all'ambiente con 30 referenze a meno di 1 euro; Mmm! la linea golosa pensata per i palati più esigenti; Fairtrade, l'equo-solidale garantito secondo standard internazionali.

Il progetto I Sapori delle Regioni mira a valorizzare i prodotti enogastronomici delle diverse regioni italiane. Il patrocinio ottenuto dal ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali - rinnovato a partire dal 2012 per altri 5 anni - rappresenta un significativo riconoscimento per l'importante attività sostenuta da Auchan.

I prodotti della linea I Sapori delle Regioni hanno una distribuzione a livello nazionale e rappresentano quindi un'opportunità di sviluppo per i fornitori locali. Inoltre, tali prodotti vengono promossi e diffusi anche a livello internazionale, attraverso la loro presenza negli ipermercati Auchan degli 11 paesi nei quali l'insegna è presente.

Per favorire la conoscenza dei prodotti Dop e Igp e dei fornitori locali in tutta Italia, i punti vendita Auchan realizzano eventi speciali, dedicati di volta in volta a regioni o a zone d'origine. Inoltre, circa 80 prodotti alimentari di 30 aziende regionali sono stati inseriti nei volantini promozionali e proposti in offerta in tutti gli Ipermercati, attraverso l'allestimento di apposite aree e momenti di animazione.

Nel 2011 le referenze di prodotti a marchio Igo e Dop erano oltre 700, provenienti da circa 900 produttori. Complessivamente, i prodotti locali e tipici venduti negli Ipermercati Auchan sono stati oltre 13.831.

Il calcolo della "Carbon Footprint" di alcune filiere vegetali
Insieme a numerosi partner tecnici e scientifici, Auchan è impegnata nel progetto di ricerca - coordinato dalla Scuola Superiore S. Anna dell'Università di Pisa - volto a definire un modello di calcolo dell'emissione di gas serra ad effetto serra (anidride carbonica) lungo la filiera produttiva.

Dopo la filiera della carota, Auchan ha coinvolto nella sperimentazione altre due filiere vegetali particolarmente rilevanti:
- la filiera del melone retato, che coinvolge la zona di produzione e confezionamento del territorio mantovano, la distribuzione presso il deposito di Calcinate e la vendita presso l'Ipermercato di Rescaldina
- la filiera degli agrumi, nell'ambito della quale è stato coinvolto un importante produttore di arance di filiera di Lentini, in provincia di Siracusa.

Auchan e l'ambiente
La sinergia tra Auchan e Gallerie Commerciali Italia prevede delle politiche comuni anche a favore dell’ambiente. Il costante lavoro svolto nel corso del 2012 per promuovere azioni nel rispetto dell’ambiente, ha portato importanti risultati, quali un consumo di energia ridotto del 5,26% rispetto al 2011 (-20% per i consumi medi di elettricità dal 2007 al 2012) e un consumo di acqua ridimensionato del 2,6% rispetto al 2011 (-33% per i consumi idrici complessivi dal 2007 al 2012). Inoltre, il tasso di differenziazione dei rifiuti è pari al 71%.

Per quanto riguarda la logistica, si parla di 797.000 km di trasporti ridotti pari a 754.500 kg di anidride carbonica in meno immessa nell’atmosfera.

Oltre a ciò, sono stati realizzati e in cantiere altri progetti speciali. Ne è un esempio il nuovo modello di banchi frigo per tutto il settore dei freschi adottato in 3 ipermercati e previsto in altri 13, che porterà a un risparmio stimato di circa 2.000.000 kWh.

Sul fronte del fotovoltaico, il centro commerciale Auchan di Taranto è il primo ad aver installato dei pannelli sul tetto della struttura.

Inoltre, è in corso la progressiva implementazione dell’illuminazione a LED: ad esempio nel recente ampliamento della Galleria Auchan di Bari Casamassima parte dell’illuminazione della mall è realizzata con lampade LED; il parcheggio interrato è realizzato interamente con lampade LED. Si stima un valore di mancate emissioni di anidride carbonica pari a 32.000 Kg.

Infine, è stato realizzato un sistema di recupero di acqua meteorica per alimentare gli scarichi dei bagni del pubblico e dei negozi di Porte di Catania, a Casamassima, che sarà adottato in altri due centri.

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto