Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Peter Li all'Eurofruit Congress SH 2011

Come cambiera' il mercato cinese dell'ortofrutta fresca?

Peter Li è il direttore co-fondatore di Hengfeng Fresh Produce, il più importante produttore/commerciante cinese di ortofrutta. Fondato nel 2005, Hengfeng Fresh Produce è uno dei principali fornitori di ortofrutta in Cina, specializzato nella lavorazione e trasformazione di frutta e verdura. Attualmente, Hengfeng Fresh Produce sta cercando di aumentare il volume e la gamma dei prodotti offerti e ha in programma di avviare l'importazione di ciliegie e uva da tavola dal Cile durante i mesi invernali in Cina.

Peter Li ha iniziato la sua relazione all’Eurofruit Congress Southern Emisphere di Lima, fornendo qualche utile informazione sull’import cinese. Sul mercato di Shanghai Longwu, nel 2002, transitavano solo 300 container mentre nel 2009 erano saliti a 2.600, passando poi a 3.450 nel 2010 (+32,7% rispetto al 2009). A ottobre 2011 si parlava di 4.200 container. La quantità totale di quest’anno è stimata in 4.800-5.000, con aumenti del 39,1-44,9%.

Tra le motivazioni di questa rapida crescita, Li ha ricordato l'innalzamento del reddito, la vasta popolazione, l’aumento di importazione a causa delle riserve di valuta estera troppo elevate, la preferenza dei consumatori agiati verso i prodotti di alta qualità.

Attualmente i consumatori dei principali beni di lusso in Cina sono quasi 200 milioni, circa il 16% della popolazione totale, mentre il consumo di beni di lusso ha un tasso di crescita annuale del 25%.


In figura, le statistiche relative all'import degli ultimi 10 anni in Cina: in blu i volumi importati, in rosso la percentuale di crescita

Per quanto riguarda le quote di frutta latino-americana nel mercato cinese, il volume e le percentuali di frutta cilena esportata in Asia e in Cina continuano ad aumentare.

Negli ultimi tre anni, l'esportazione di frutta fresca dal Cile verso i mercati del "Far East" (principalmente Cina, Corea e Giappone) ha continuato a crescere in confronto agli altri tre grandi mercati: Nord America, Europa e America Latina.

Il volume delle importazioni di frutta fresca continuerà ad aumentare nel gigante asiatico. Innanzitutto perché la frutta fresca è una delle principali categorie agricole che la Cina importa dall'estero. L’ente cinese AQSIQ, nell'anno 2010, ha approvato importazioni di frutta fresca per un totale di 75.854 lotti, pari a 2.101.900 ton e un valore di 2.281 milioni di dollari. Il volume totale delle importazioni è aumentato del 61,62%. Secondo le statistiche di AQSIQ, nella prima metà di quest'anno, il volume delle importazioni è aumentato più di volume delle esportazioni.



Tra le opportunità per chi esporta in Cina, Peter Li sottolinea il fatto che la domanda dei consumatori e il potere d'acquisto siano cresciuti notevolmente e che l’aumento di valore dello Yuan (o RMB) comporti alti costi per l'esportazione e, viceversa, vantaggi per gli importatori. Infine, il governo cinese continua a tagliare i dazi doganali gravanti sulle importazioni relative a frutta e, soprattutto, verdura fresca.

A questo proposito, Peter Li ha riportato gli esempi della zona di libero scambio ASEAN, l’accordo di libero scambio Cina-Cile, il memorandum firmato dal ministro dell’agricoltura cileno Alvaro Cruzat, l’accordo di libero scambio con il Perù.

Un’altra occasione, infine, è determinata dal fatto che la frutta fresca proveniente dal Cile e dal Perù rappresenta una fornitura fuori stagione per il mercato cinese.

Le sfide riguardano i criteri rigorosi e gli standard elevati per la frutta importata nel mercato cinese come anche il rapido miglioramento dell’ortofrutta locale. Gli esportatori cinesi ora si concentrano su miglioramento e gestione dei sistemi di qualità.

Crescono le compagnie cinesi di import ortofrutticolo
Altro aspetto toccato da Peter Li è lo spostamento di molte aziende cinesi dalla sola attività di esportazione a quella di importazione. Secondo il manager, sono almeno cinque le grandi compagnie cinesi che si stanno convertendo all'import di frutta e verdura. Le ragioni son presto dette: una concorrenza ormai spietata sul fronte delle esportazioni, senza quasi nessun controllo o coordinamento da parte del governo o delle associazioni; l'elevato valore dello Yuan (o RMB), l'inflazione, l’aumento dei costi e il forte mercato interno.

In questo caso, la sfida riguarda l’approvvigionamento di varietà specifiche e di alta qualità e i canali di distribuzione.



"In ogni caso, per quanto riguarda Heng Feng, conosciamo bene le procedure che regolano l'import-export per l'ortofrutta - ha detto Li - I centri di confezionamento, i frutteti, i vigneti, ecc. devono essere registrati attraverso determinate filiali governative come il CCIQ (in Cina). Conosciamo tutto l’insieme di documenti, certificati fitosanitari, certificati di origine, fatture commerciali, ecc. che sono necessari".

"Utilizziamo regolarmente tutte le principali linee di navigazione come Maersk, APL, CMA, COSCO, MOL, OOCL, HANJIN, K-LINE, Yangming, HMM, Amburgo-sud, CSAV, PIL. Abbiamo i nostri centri refrigerati e sappiamo come conservare al meglio la frutta fresca in termini di temperatura, umidità e ventilazione".

"Infine, abbiamo accumulato una certa esperienza nel fare affari con gli amici stranieri".

Contatti:
HengFeng Fresh Produce Co. Ltd
Peter Li
Tel.: +86 530 8275988
Fax: +86 530 8191288
Email: director@hengfengfresh.com
Web: www.hengfengfresh.com

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto