Un ricercatore dell'Istituto norvegese per l'agricoltura e l'economia ha indagato su come cambierebbe il comportamento di acquisto del consumatore in caso di cambiamento delle imposte.

Secondo il ricercatore, il comportamento di acquisto e le abitudini alimentari del consumatore cambierebbero nel caso in cui l'IVA sugli ortaggi venisse ridotta a zero e aumentata invece al 25% su dolci, gelati e bibite. Ciò avrebbe effetti anche sul peso corporeo dei norvegesi, che diminuirebbe.

Diverse organizzazioni norvegesi e privati sono a favore della modifica della tassa sui prodotti alimentari. Nel mese di ottobre il Ministero della salute ha già indicato che i prodotti alimentari salutari dovrebbero diventare più economici.