Martedì scorso, durante la quarta seduta della commissione intergovernativa Macedonia-Russia per la collaborazione commerciale, economica, scientifica e tecnica tra i due paesi, presieduta dal vice premier e ministro delle finanze Zoran Stavreski, è stata lanciata l'iniziativa di un accordo di libero scambio con la Federazione russa.

Ci si attende che l'accordo favorirà le esportazioni della Macedonia, in particolare di vino, frutta e verdure, mentre la risposta della Russia al riguardo sarà presentata a tempo debito, si legge in un comunicato stampa.

I partecipanti alla seduta hanno anche discusso la possibilità che la Russia aumenti la quantità di gas che fornisce alla Macedonia, nel quadro di un progetto per la costruzione di una rete di gasdotti. E' stato concordato che squadre operative di entrambe le parti comincino a stendere un progetto del gasdotto, che sarà finanziato con i fondi di compensazione del debito.

Sia la Macedonia che la Russia hanno espresso soddisfazione per il numero crescente di turisti russi che hanno visitato la Macedonia nel 2010, come conseguenza di una vasta promozione del paese come attrazione turistica sui media russi. Si prevede che nel 2011 oltre mille turisti russi visiteranno la Macedonia.

Alla quarta seduta della commissione, il vice premier Stavreski ha firmato anche un accordo fra il governo della Macedonia e la regione di Mosca della Federazione russa per la collaborazione commerciale, economica, scientifica, tecnica e culturale. L'accordo incrementerà l'esportazione dei prodotti macedoni e aprirà nuove opportunità di investimento in Macedonia della regione moscovita.