Emilia-Romagna: cresce il valore delle produzioni agricole, ma calano i redditi

Torna a crescere il valore complessivo della produzione agricola in Emilia-Romagna: dopo il crollo del 10% dello scorso anno, nel 2010 il valore è risalito di 5,5 punti percentuali, passando da 3.700 ad oltre 3.900 milioni. Il dato è di Coldiretti Emilia-Romagna, secondo cui la crescita del valore è dovuta per buona parte ad una diminuzione generalizzata delle produzioni, in particolare nel settore ortofrutticolo.

Tuttavia, l'aumento dei prezzi - commenta l'organizzazione agricola - non sempre ha compensato il calo delle produzioni, per cui i bilanci delle singole imprese agricole sono in sofferenza. A trainare la crescita, secondo i dati di Coldiretti, è stato il settore dei cereali, seguito dalla frutta e, in minor misura, dalle colture industriali.

Solo nell'ultimo anno - rileva però Coldiretti Emilia-Romagna - i costi di produzione sono aumentati mediamente del 4%, con una differenziazione per settore che vede l'aumento maggiore dei costi per gli allevamenti (+9,7%).

L'erosione costante del reddito agricolo, conclude l'associazione, ha così portato nel decennio appena trascorso alla chiusura di moltissime aziende agricole: nel registro delle imprese dell'Unioncamere regionale nel 2000 erano iscritte 87.000 aziende agricole, diventate 69.000 nel 2009 (-18.000 aziende). 

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto