Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Di Giambattista Pepi

Bayer CropScience ha presentato a Modica (RG) il volume sul pomodoro, l'imperatore dell'orto

Bayer CropScience Italia, la società del gruppo Bayer specializzata nella protezione delle colture e in scienze ambientali, ha scelto Modica (provincia di Ragusa) e il suo celebre Barocco per presentare, in collaborazione con la Regione Siciliana, il volume "Il Pomodoro", l’undicesima pubblicazione della fortunata collana "Coltura & Cultura" ideata e coordinata da Renzo Angelini, Technical management e Communication director di Bayer Cropscience.


Il volume "Il pomodoro" è l'undicesima pubblicazione della collana "Coltura & Cultura", ideata e coordinata da Renzo Angelini di Bayer CropScience.

Bayer CropScience rende omaggio alla Sicilia, patria dell’oro rosso
Una scelta non casuale tenendo conto dell’elevato rilievo sociale ed economico che questa antichissima coltura riveste in Sicilia e, in particolare, nell’area del Sud–Est dell’isola, quella che qui viene definita "fascia trasformata".

Una "mezzaluna" fertile ricompresa tra l’entroterra e la costa, che da Pachino (provincia di Siracusa) giunge a Licata (provincia di Agrigento) in un susseguirsi quasi ininterrotto di serre e tunnel, dove primeggia il pomodoro, accanto alle altre ortive di pregio: peperone, melanzana, zucchino.
 
Un filone aureo per intere generazioni di operai, fittavoli, proprietari ed imprenditori, che con la dedizione e la passione, l’ingegno e l’innovazione hanno fatto la loro fortuna e quella di un territorio ricco di arte e cultura.


Il parterre della sala convegni del Giardino della Contea sul quale fanno bella mostra di sé centinaia di coloritissimi pomodori siciliani.

A Modica, capitale dell’antica contea, tra cioccolato e Barocco, la presentazione del libro
Al Giardino della Contea di Modica, città celebre per l’architettura in stile Barocco e per l’inconfondibile e profumato cioccolato prodotto da tempo memorabile da maestri cioccolatieri (dal 3 all’8 dicembre a Modica si svolge Cioccobarocco, la sesta edizione della festa del cioccolato) Bayer CropScience ha presentato il volume, nel corso dell’evento "Valori e Valore del pomodoro".

Il libro realizzato da 76 autori, il gotha della Scienza e della Ricerca in materia di pomodoro
Realizzato da 76 autori, il gotha italiano della Scienza e della Ricerca in materia di pomodoro, sotto il coordinamento di Vitangelo Magnifico, già ricercatore dell’Unità di ricerca CRA di Bari, il libro ripercorre la storia della coltivazione del pomodoro e se ne esaminano le tecniche (tradizionali e in fase di studio, industriali e domestiche), naturalmente dopo aver descritto le caratteristiche agronomiche della pianta, senza dimenticarne i valori nutrizionali e le possibilità di utilizzo in cucina.


La sala convegni, assiepata di pubblico.

Grazie al linguaggio, semplice ma preciso, utilizzato dagli autori e alla presenza di foto, schemi e tabelle esemplificative, il libro risulta di piacevole lettura, oltre che utile ad approfondire la conoscenza di un prodotto che, se è nato nel Nuovo Mondo, ha trovato la sua patria d’elezione nel Vecchio, e, in particolare, in Italia.


Una copia del volume, accanto ad una selezione di pomodori. Come dire il sapore ed i saperi di questa coltura.

Il "vertice" di Bayer CropScience e della Regione Siciliana hanno presenziato all’evento
All’evento hanno partecipato Frank Terhorst, amministratore delegato di Bayer CropScience, Renzo Angelini, Technical management e Communication Director di Bayer CropScience, Vitangelo Magnifico, coordinatore scientifico del volume, Elio D’Antrassi, assessore alla Risorse agricole ed alimentari della Regione Siciliana, Salvatore Barbagallo, dirigente generale del dipartimento agli interventi infrastrutturali dell’assessorato alle Risorse agricole ed alimentari della Regione Siciliana, e Riccardo Minardo, deputato regionale e presidente della Prima Commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana.


Il tavolo dei relatori: da sinistra, Renzo Angelini, Vitangelo Magnifico, Elio D'Antrassi, Frank Terhorst e Paola Sidoti

Frank Terhorst: il nostro obiettivo è divulgare l’agricoltura vera
"Con questi libri" ha esordito Frank Terhorst, AD di Bayer CropScience, "non intendiamo solo scrivere di queste colture strategiche per l’agricoltura, ma fornire un mezzo per divulgare l’agricoltura vera, quella che tutti i giorni opera in campo, produce, commercializza ed innova".

L’approdo finale cui tende la politica e la filosofia che ispirano i programmi della società, compresa la collana "Coltura & Cultura", ha sostenuto il manager della società italiana, è l’agricoltura sostenibile. "Per giungere a questo risultato" ha spiegato Terhorst "occorre creare un equilibrio tra un’agricoltura che faccia reddito per chi la fa, e un’agricoltura che si rinnovi attraverso l’innovazione, tutelando la salute dei consumatori e preservando l’ambiente. In altre parole, occorre bilanciare tra loro economia, società ed ambiente".


Frank Terhorst, AD di Bayer CropScience.

Elio D’Antrassi: il pomodoro risorsa strategica per l’agricoltura siciliana, solo se la filiera fa sistema
"Il pomodoro è una risorsa strategica per l’agricoltura siciliana, solo a patto che la filiera si aggreghi e sappia innovare". Non ha dubbi Elio D’Antrassi, assessore alle Risorse agricole ed alimentari della Regione Siciliana, su quali debbano essere le mosse da compiere per far compiere un salto di qualità alla filiera del pomodoro siciliano.

Prendendo spunto dall’evento organizzato da Bayer CropScience, D’Antrassi ha scandito le tappe che dovranno portare gli operatori della filiera del pomodoro a fare sistema: anzitutto delineando lo stato tecnologico e produttivo rispetto ai sistemi di conduzione e alle varietà prodotte in riferimento agli areali di produzione; la capacità della filiera di aggregarsi per fare massa critica e generare economie di scala; ed, infine, aumentare la quantità e la qualità nei prodotti agricoli.

Renzo Angelini: far conoscere il valore e i valori dell’agroalimentare italiano
"L’agricoltura italiana ha oggi due necessità non sempre facili da conciliare: saper innovare ed avere la fiducia dei consumatori" ha ribadito dal canto suo Renzo Angelini, ideatore e coordinatore della collana "Coltura & Cultura" (nella foto a destra).

"Come comunicare, dunque, l’innovazione? L’informazione tecnico-scientifica da sola non basta, occorre una comunicazione "integrata" fondata sulla conoscenza delle ragioni e dei benefici dell’innovazione, la cultura e i valori della nostra agricoltura, senza appiattirsi sulla retorica dei "buoni sapori di una volta", e, che sappia affiancare l'innovazione ad altri aspetti dell’agricoltura, sicuramente apprezzati dai consumatori".

"Serve, in altre parole, rimettere l’agricoltura nella cultura e la cultura nell’agricoltura. In linea con questi principi, Bayer CropScience ha reso possibile la realizzazione della collana "Coltura & Cultura", che ha come primo scopo quello di far conoscere i valori della produzione agroalimentare italiana, della sua storia e degli stretti legami con il territorio", ha concluso Angelini.

Vitangelo Magnifico: il volume concepito e realizzato con un approccio multidisciplinare
"Dove si coltiva il pomodoro non tramonta mai il sole". Parafrasando una famosa frase attribuita a Carlo V, una delle più importanti figure della storia dell’Europa e Imperatore del Sacro Romano Impero Germanico, Vitangelo Magnifico, coordinatore scientifico dell’opera che ha impegnato ben 76 autori, ha voluto fornire le idee e le motivazioni alla base delle scelte compiute nella realizzazione scientifica dell'opera. "Il pomodoro è il regalo più bello che ci ha fatto Cristoforo Colombo, tornando in Europa dopo aver scoperto l’America", ha detto il ricercatore.

Per scriverlo, ha aggiunto Magnifico, sarebbero potuti bastare 3-4 autori, "ma abbiamo voluto, invece, coinvolgere tutti gli esperti sull’argomento con un approccio multidisciplinare, in modo da offrire un mosaico completo di questa coltura, in tutti i suoi diversi aspetti".

Nel volume, precisa infine il curatore, sono stati volutamente tenuti fuori tutti gli altri Paesi produttori di pomodoro, perché l’Italia, com’è noto, recita un ruolo da protagonista nella coltivazione, commercializzazione, trasformazione del pomodoro, come pure è amplissimo il ruolo svolto da chi fa ricerca su questa cultivar.


Vitangelo Magnifico, coordinatore scientifico del volume "Il pomodoro"

Contatti:
Bayer CropScience S.r.l. società unipersonale
Direzione e coordinamento
Bayer CropScience AG
D-40789, Monheim am Rhein (Germany)
Sede legale
Viale Certosa 130
20156 Milano
Web: crop.bayercropscience.it

Comunicazione Bayer CrosScience S.r.l.
Paola Orfino
Tel.: (+39) 02 39722390
Cell.: (+39) 335 1846335
E-mail: paola.orfino@bayer.com
Mauela Casaleggi
Tel.: (+39) 02 39722421
Cell.: (+39) 348 0904806
E-mail: manuela.casaleggi@bayer.com

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto