Rispetto al secondo trimestre del 2010, le aziende italiane hanno allungato i tempi di pagamento delle fatture dei fornitori. Nel terzo trimestre del 2010, infatti, solo il 39,22% delle imprese ha pagato alla scadenza concordata, mentre il 50,90% ha accumulato un ritardo fino a un mese.

Le aziende che invece hanno onorato i propri impegni oltre 60 giorni dopo la scadenza dei termini sono state il 2,11%. Tra queste, lo 0,53% ha accusato un grave ritardo (90-120 giorni medi) e lo 0,26% un gravissimo ritardo (oltre i 120 giorni medi).

I dati provengono dallo studio sui Comportamenti di Pagamento delle imprese italiane realizzato da CRIBIS D&B, società del Gruppo CRIF, specializzata nella business information, che fornisce informazioni economiche e commerciali sulle aziende italiane e su 150 milioni di aziende all’estero.