La pera Conference rappresenta per la frutticoltura olandese e belga un prodotto unico. Grazie alle caratteristiche varietali e alla condizioni ideali di coltura, l'80% della produzione di questo frutto proviene da questi due paesi. Per migliorare le vendite, l'estate scorsa è stata fondata l'associazione di produttori Telersvereniging Conference (TVC) - vedi anche precedente articolo. Il presidente ad interim della TVC, Dick Lagerweij, racconta gli obiettivi e i programmi dell'associazione.

A causa della crescente offerta di pere Conference e all'esportazione sotto pressione, la redditività della coltivazione rischia di essere compromessa. Dick racconta che i prezzi nella stagione commerciale 2009/2010 erano già al di sotto dei costi di produzione. "Il comparto pere dovrà sforzarsi più che mai nel mantenere il più possibile in attivo la situazione di mercato delle Conference e nel prevenire una spirale discensionale dei prezzi". Mediante l'associazione TVC, i produttori avranno un maggiore controllo sulle vendite di pere Conference, ottenendo informazioni di mercato credibili e rendendo i fatturati accessibili e trasparenti.

Per avviare una comunicazione aperta e affidabile tra produttori, una promozione in tutti i mercati e uno sviluppo in particolare di nuovi mercati, è necessario che la TVC abbia un numero sufficientemente rappresentativo di associati. "Ci auguriamo che circa l'80% di tutti i produttori di pere Conference si aggreghi, perché sarà l'unico modo di essere presi sul serio e di diventare affidabili", racconta Lagerweij.

Mercoledì 15 dicembre 2010 è stata programmata la prima assemblea generale degli associati della TVC.

Per maggiori info: www.telersvereniging-conference.nl

Fonte: SupermarktActueel