Ministro Galan: al lavoro per il riutilizzo dei nitrati come concimi

Il governo, d'intesa con le Regioni, è al lavoro per superare il limite imposto dalle direttive dell'UE sull'uso di nitrati inquinanti in agricoltura. Lo ha detto il Ministro delle Politiche agricole Giancarlo Galan, in occasione di un Question time alla Camera.

"Il 29 aprile 2010 - ha ricordato Galan - è stato approvato il Piano strategico nazionale sui nitrati, d'intesa con la Conferenza Stato Regioni e il ministero dell'Ambiente. Un piano di grande importanza e di grandi vincoli per le nostre aziende. Da allora è cominciato un percorso che ha portato da un lato alla necessità di implementare la norma per rispetto dell'UE, dall'altra una richiesta di deroga che abbiamo rivolto all'UE per ottenere una concessione al superamento del valore limite di 170 chili di azoto per ettaro previsto dalla direttiva. La concessione della deroga è subordinata alla rivisitazione dei singoli programmi regionali e sono convinto che le Regioni stiano operando in tal senso".

"Noi - ha continuato Galan - non siamo rimasti fermi e abbiamo lavorato alla revisione del decreto sull'utilizzo in agricoltura degli effluenti di allevamento, per cui stiamo elaborando e rendendo possibile una serie di azioni innovative per le aziende e di grande mitigazione dell'impatto ambientale connesso alla zootecnia. Questo provvedimento che stiamo predisponendo sarà molto utile alle Regioni perché - ha concluso - permetterà di utilizzare in agricoltura il potenziale inquinante trasformandolo in concimi ed energia. E quindi consentirà di predisporre il terreno per nuovi piani accettati dall'Unione europea e che possono condurre a una deroga al limite dei 170 chili".

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto