La filiera del dattero in Marocco riceverà un finanziamento allo sviluppo per un valore superiore a 11,7 milioni di euro. Le regioni interessate si trovano in diverse zone del Paese maghrebino: Ouazarzate (centro-sud), Errachidia (centro), Tata (centro-sud), Guelmim (sud-ovest) e Figuig (est).

Il progetto - che riguarda piantagioni per un estensione totale di 37.800 ettari - prevede l'ammodernamento degli impianti di irrigazione tradizionali, la formazione degli agricoltori e l'assistenza tecnica, oltre alla costruzione di strutture per la trasformazione e la conservazione del prodotto.

I finanziamenti saranno assicurati per il 50% dallo Stato e, per il resto, da un prestito del Gruppo Credit Agricole-Marocco, per il tramite della partecipata Societè de Financement pour le Development Agricole.