Confagricoltura, Coldiretti, CIA, e Copagri esprimono soddisfazione per i primi passi mossi verso un accordo unitario sulle nuove procedure e le metodologie per da un lato determinare un’equa indennità di esproprio alle aziende agricole impattate dalla realizzazione di opere pubbliche e dall’altro prevenire e contenere il consumo di terreno e lo spreco di risorse pubbliche.

Lo studio dell'accordo è frutto del lavoro congiunto tra l’assessorato alla Programmazione territoriale, con i referenti del mondo agricolo ed ha visto la valutazione positiva dell’Assessorato all’Agricoltura, dell’Assessorato alla Mobilità e trasporti e delle rappresentanze di Anci, Upi, Uncem e Lega delle autonomie e dovrà vedere la luce entro la legislatura in corso.