Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Pesticidi naturali: rosmarino e timo salvano i raccolti

Timo, salvia e rosmarino. L’alternativa ecologica ai convenzionali pesticidi arriva dall’erba comune e dalle spezie. Uno studio condotto dall'Università di Vancouver (British Columbia - USA) ha dimostrato che composti di due, tre o quattro erbe diluite nell’acqua costituiscono un’arma contro gli insetti che minacciano l’agricoltura biologica: alcuni hanno la capacità di ucciderli, altri di respingerli.

In uso già tra gli agricoltori, alcuni prodotti a base di spezie si sono dimostrati efficaci nel proteggere le coltivazioni di fragole, spinaci, e pomodori da afidi e acari, sostiene il dottor Isman che ha condotto lo studio. "A differenza dei pesticidi convenzionali, queste "erbe assassine", contro cui gli insetti non riescono a sviluppare una resistenza, non richiedono approvazioni da parte dagli enti di regolamentazione e per giunta sono immediatamente disponibili", continua Isman. "Le erbe, oltretutto sono più sicure per i coltivatori, la cui salute è messa a rischio dall’alta esposizione alle sostanze tossiche".

Nonostante i pesticidi tradizionali rimangano ancora l’arma più efficace contro scarafaggi, cavallette e altri grossi insetti e nonostante siano più resistenti (i pesticidi naturali infatti evaporano più velocemente, costringendo gli agricoltori ad applicarli con più frequenza), "la nuova scoperta rappresenta un passo avanti verso un’agricoltura ecosostenibile e più sana per l’uomo", conclude Iman.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto