Cattive notizie per gli amanti dei succhi di frutta, dissetanti e rinfrescanti specie d'estate. A dispetto della convinzione comune che facciano bene, i succhi aumenterebbero di ben il 18% le possibilità di ammalarsi di diabete di tipo 2, quello di origine alimentare.

E' la scoperta della scuola di salute pubblica di Tulane, New Orleans, pubblicata su Diabetes Care. Secondo lo studio, le donne che vogliono evitare il diabete devono mangiare tre porzioni di frutta al giorno, o una aggiuntiva di spinaci spinaci, cavolo verde o insalate a foglie verdi: in questo modo si riduce del 18% il rischio di ammalarsi.

Il problema è nel succo di frutta: tra le oltre 71.000 donne coinvolte nello studio in 18 anni, si è scoperto che quelle che consumavano succhi di frutta avevano praticamente annullato i benefici della frutta e delle verdure mangiate coscienziosamente, di fatto rialzando del 18% il rischio diabete.

Il capo dei ricercatori, Lydia Bazzano, non si stupisce: "Il succo di frutta contiene un grande carico di zucchero ed è in forma liquida, viene assorbita rapidamente". E' bene, avvertono gli scienziati, "avere molta cautela nel sostituire alcune bevande con i succhi di frutta, convinti che facciano bene. A volte è meglio la frutta vera".

Fonte: agi.it