Una cinquantina di agricoltori sono stati soccorsi all’ospedale "Perrino" di Brindisi, probabilmente per un principio di intossicazione causato da anticrittogamici.

È accaduto in località Restinco (Brindisi) dove sembra che gli anticrittogamici, irrorati in un campo a poca distanza dove gli agricoltori stavano lavorando, spinti anche dal vento, hanno causato difficoltà respiratorie, aggravate anche dal forte caldo. Nessuno dei contadini è stato ricoverato, e dopo le cure sono tornati tutti a casa.

I carabinieri della Compagnia di Brindisi hanno avviato indagini per accertare eventuali responsabilità.

Fonte: lagazzettadelmezzogiorno.it