Sicilia: l’Arancia di Ribera vicina alla DOP (Denominazione di Origine Protetta)

Giuseppe Pasciuta, Presidente del Consorzio di Tutela Arancia Ribera di Sicilia, informa: "Finalmente dopo quattro anni siamo vicini al traguardo tanto atteso. Il riconoscimento ufficiale prima da parte del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e poi da parte della Comunità Europea della DOP Arancia di Ribera."

Si terrà, infatti, il 15 ottobre prossimo a Ribera (AG), presso l’Aula Consiliare "L.Frenna", l'audizione pubblica per il riconoscimento della denominazione, richiesta al Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali dal Consorzio di Tutela Arancia Ribera di Sicilia.

Interno di un'Arancia di Ribera. Ogni frutto contiene ben 200 cc di succo.


L'audizione pubblica ha l'obiettivo di acquisire eventuali orientamenti dai soggetti operanti nella filiera agrumicola. L'iter proseguirà con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale e successivo riconoscimento valido per il territorio italiano. Il riconoscimento comunitario avverrà in seguito alla trasmissione della documentazione a Bruxelles ed al parere positivo della Commissione europea.

Il riconoscimento consentirà all’Arancia di Ribera di far parte a pieno titolo dei prodotti di qualità tutelati a livello nazionale e comunitario e di poter beneficiare delle politiche per la promozione e la comunicazione dei marchi di qualità.

"Quindi - spiega Pasciuta - più risorse ed opportunità per il nostro prodotto che attraverso il Consorzio di Tutela, organismo riconosciuto dalla Comunità Europea, gestirà le politiche per la tutela e la promozione della DOP, con l'obiettivo di imporla sul difficile mercato agroalimentare."

"La DOP Arancia di Ribera - continua Pasciuta - si va ad aggiungere al marchio di qualità collettivo Riberella, con il quale siamo riusciti ad imporre sul mercato, grazie alla capacità professionale delle nostre aziende, un prodotto certificato e garantito, presente nella grande distribuzione italiana. L'esperienza, la professionalità e la capacità organizzativa delle aziende agrumicole del territorio rappresentano una forza ed un patrimonio da non disperdere:

- 6000 ettari di agrumeti, per il 90% coltivati a Brasiliano e Washington navel;

- 150.000.000 di kg di arance ed una PLV di 40 milioni di euro;

- 4000 aziende agrumicole.

La DOP Arancia di Ribera è riservata alle varietà Brasiliano, Washington navel e Navelina ed alle variètà derivate."

La zona di produzione dell'Arancia di Ribera comprende le aree della Provincia di Agrigento ricadenti nei Comuni di: Bivona, Burgio, Calamonaci, Caltabellotta, Cattolica Eraclea, Cianciana, Lucca Sicula, Menfi, Montallegro, Ribera, Sciacca, Siculiana e Villafranca Sicula e della Provincia di Palermo nel comune di Chiusa Sclafani.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto