Resveratrolo ed estratto di semi di uva possono ostacolare la comparsa del tumore alla pelle

Scienziati presso l'Health Science Centre San Antonio dell'università del Texas hanno scoperto che alcune sostanze vegetali, se assunte in combinazione, sono in grado di ridurre i danni cellulari che provocano il cancro della pelle.

Le sostanze, che si trovano naturalmente in uve, piccoli frutti, noci e altri alimenti naturali, sono state testate su topi manipolati geneticamente per essere sensibili alla comparsa del tumore alla pelle. Combinati, anche a dosi minime, gli agenti vegetali hanno dimostrato di svolgere un'azione protettiva.

"La nostra ricerca dimostra che si possono sviluppare integratori, creme e protezioni solari in grado di prevenire il cancro alla pelle nel genere umano", ha dichiarato Zbigniew Walaszek, ricercatore del centro.

Tra gli agenti naturali rientrano il resveratrolo, presente nella buccia degli acini dell'uva rossa, e nell'estratto di semi di uva. Altri sono il calcio D-glucarato, che deriva dall'acido glucarico (presente in piccole quantità nel nostro corpo, nei vegetali e nella frutta), e l'acido ellagico, riscontrabile in una serie di bacche e nelle noci.

Effetti sinergici
Ciascuno di questi composti funziona in maniera differente. Combinandoli tra loro risultano molto protettivi. Nello studio condotto sulle cavie da laboratorio, il team ha scoperto che, anche a dosi minime, il mix di agenti vegetali produce effetti protettivi, mentre le varie sostanze vegetali prese singolarmente producono un effetto minore.

Prevenzione
Margaret Hanausek, collega di Walaszek, ha affermato che la scoperta ha un grande potenziale per coloro che sono maggiormente a rischio di tumore della pelle e altre forme di tumori che coinvolgono le cellule epiteliali, come il tumore al polmone. "Gli effetti inibitori dei diversi agenti vegetali combinati si presume siano di beneficio soprattutto a fumatori ed ex-fumatori, le cui cellule si trovino in fase di trasformazione cancerogena", ha dichiarato Hanausek.

"La combinazione può essere molto utile nella prevenzione di questi specifici tumori, poiché garantisce un'alta efficacia e ridotti effetti collaterali" conclude Magdalena Kowalczyk.

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto