Lancio delle Linee Guida per un uso Sostenibile dei Prodotti Fitosanitari

"Si e' svolta nella giornata di mercoledi 6 luglio 2011 la presentazione ufficiale del manuale "Linee Guida per un uso sostenibile dei prodotti fitosanitari", frutto di un lavoro durato oltre 3 anni e mezzo, il quale ha visto la collaborazione di attori pubblici e privati: Universita' Cattolica di Piacenza, Regione Emilia-Romagna, Syngenta Crop Protection SpA e Horta Srl."
"Si e' svolta nella giornata di mercoledi 6 luglio 2011 la presentazione ufficiale del manuale "Linee Guida per un uso sostenibile dei prodotti fitosanitari", frutto di un lavoro durato oltre 3 anni e mezzo, il quale ha visto la collaborazione di attori pubblici e privati: Universita' Cattolica di Piacenza, Regione Emilia-Romagna, Syngenta Crop Protection SpA e Horta Srl."
La sala conferenze del Regina Hotel Baglioni a Via Veneto (Roma), sede della presentazione.
La sala conferenze del Regina Hotel Baglioni a Via Veneto (Roma), sede della presentazione.
Alcuni dei relatori della giornata. Da sinistra a destra: Giuseppe Blasi (Mipaaf), il moderatore Prof. Aldo Ferrero (Universita' di Torino), Pierluigi Meriggi (Horta Srl), Prof. Ettore Capri (Universita' Cattolica di Piacenza) e Pasquale Cavallaro (Min Salute).
Alcuni dei relatori della giornata. Da sinistra a destra: Giuseppe Blasi (Mipaaf), il moderatore Prof. Aldo Ferrero (Universita' di Torino), Pierluigi Meriggi (Horta Srl), Prof. Ettore Capri (Universita' Cattolica di Piacenza) e Pasquale Cavallaro (Min Salute).
I saluti ai partecipanti di Luigi Radaelli, AD Syngenta Crop Protection SpA.
I saluti ai partecipanti di Luigi Radaelli, AD Syngenta Crop Protection SpA.
Radelli esprime la soddisfazione per la partecipazione di Syngenta alla stesura di un'opera meritoria, che consente agli operatori agricoli professionali di attrezzarsi per tempo, in vista del nuovo quadro normativo comunitario in materia di impatto ambientale dei prodotti fitosanitari.
Radelli esprime la soddisfazione per la partecipazione di Syngenta alla stesura di un'opera meritoria, che consente agli operatori agricoli professionali di attrezzarsi per tempo, in vista del nuovo quadro normativo comunitario in materia di impatto ambientale dei prodotti fitosanitari.
Il moderatore della giornata, Prof. Aldo Ferrero (Universita' di Torino).
Il moderatore della giornata, Prof. Aldo Ferrero (Universita' di Torino).
Il Prof. Ferrero spiega che le relazioni si suddivideranno in due parti, la prima relativa al quadro normativo di riferimento in materia di autorizzazione e uso dei fitofarmaci, la seconda dedicata invece allo strumento delle Linee Guida scaturito dal lavoro collegiale dei soggetti che hanno preso parte alla stesura.
Il Prof. Ferrero spiega che le relazioni si suddivideranno in due parti, la prima relativa al quadro normativo di riferimento in materia di autorizzazione e uso dei fitofarmaci, la seconda dedicata invece allo strumento delle Linee Guida scaturito dal lavoro collegiale dei soggetti che hanno preso parte alla stesura.
Il titolo della prima relazione.
Il titolo della prima relazione.
Il primo relatore della giornata: Pasquale Cavallaro del Ministero della Salute.
Il primo relatore della giornata: Pasquale Cavallaro del Ministero della Salute.
"Il relatore presenta il background giuridico del regolamento 1007/2009, con particolare focus sull'esigenza di un "livello di protezione elevato" nei confronti della salute umana, criterio al quale tutte le normative successive in materia di sicurezza sull'uso dei fitofarmaci devono ispirarsi."
"Il relatore presenta il background giuridico del regolamento 1007/2009, con particolare focus sull'esigenza di un "livello di protezione elevato" nei confronti della salute umana, criterio al quale tutte le normative successive in materia di sicurezza sull'uso dei fitofarmaci devono ispirarsi."
Le diverse misure attuative succedutesi nel tempo nell'Unione Europea.
Le diverse misure attuative succedutesi nel tempo nell'Unione Europea.
L'attuale procedura per l'autorizzazione di una sostanza attiva.
L'attuale procedura per l'autorizzazione di una sostanza attiva.
Oltre alla considerazione di fattori di rischio potenziale di un prodotto fitosanitario nei confronti di gruppi di persone particolarmente vulnerabili (donne incinte e in allattamento, neonati e bambini, anziani, lavoratori o residenti esposti) e alla distinzione tra sostanze a basso rischio e sostanze non considerate a basso rischio, gli Stati membri dell'UE devono tener presente, nella procedura e nel mantenimento di autorizzazione di una sostanza, anche la possibilita' (a posteriori) che un prodotto possa essere sostituibile con uno meno rischioso, a parita' di efficacia.
Oltre alla considerazione di fattori di rischio potenziale di un prodotto fitosanitario nei confronti di gruppi di persone particolarmente vulnerabili (donne incinte e in allattamento, neonati e bambini, anziani, lavoratori o residenti esposti) e alla distinzione tra sostanze a basso rischio e sostanze non considerate a basso rischio, gli Stati membri dell'UE devono tener presente, nella procedura e nel mantenimento di autorizzazione di una sostanza, anche la possibilita' (a posteriori) che un prodotto possa essere sostituibile con uno meno rischioso, a parita' di efficacia.
"Come fattore "a priori" per l'approvazione di una sostanza attiva giocano invece i cosiddetti criteri di cut-off, che funzionano da "barriera di sbarramento" sul percorso di autorizzazione di una sostanza."
"Come fattore "a priori" per l'approvazione di una sostanza attiva giocano invece i cosiddetti criteri di cut-off, che funzionano da "barriera di sbarramento" sul percorso di autorizzazione di una sostanza."
Un momento della relazione di Pasquale Cavallaro (Min Salute).
Un momento della relazione di Pasquale Cavallaro (Min Salute).
Alcune puntualizzazioni sulla procedura di autorizzazione.
Alcune puntualizzazioni sulla procedura di autorizzazione.
…
Conclusioni del primo intervento.
Conclusioni del primo intervento.
Il titolo del secondo intervento della giornata.
Il titolo del secondo intervento della giornata.
Il relatore Carlo Zaghi del Ministero dell'Ambiente.
Il relatore Carlo Zaghi del Ministero dell'Ambiente.
L'evoluzione del quadro normativo di riferimento.
L'evoluzione del quadro normativo di riferimento.
Scade il 25 novembre 2011 il termine di recepimento in Italia per la direttiva comunitaria 2009/128/CE in materia di uso sostenibile dei prodotti fitosanitari.
Scade il 25 novembre 2011 il termine di recepimento in Italia per la direttiva comunitaria 2009/128/CE in materia di uso sostenibile dei prodotti fitosanitari.
Gli Stati membri saranno chiamati a pianificare le misure e gli obiettivi da raggiungere, adottando un Piano d'Azione Nazionale (PAN), con specifiche azioni.
Gli Stati membri saranno chiamati a pianificare le misure e gli obiettivi da raggiungere, adottando un Piano d'Azione Nazionale (PAN), con specifiche azioni.
Informazioni sui Piani di Azione Nazionali.
Informazioni sui Piani di Azione Nazionali.
…
Un momento della relazione del dott. Zaghi (Min Ambiente).
Un momento della relazione del dott. Zaghi (Min Ambiente).
…
Le tappe fondamentali nel futuro del Piano di Azione Nazionale.
Le tappe fondamentali nel futuro del Piano di Azione Nazionale.
Se l'Italia si difende bene in quanto alla presenza e all'applicazione dei disciplinari di difesa e produzione integrata, nei quali il nostro paese e' stato pioniere, e se il controllo delle macchine irroratrici e' gia' una realta' consolidata, lo stesso non puo' dirsi per le attivita' di ricerca in atto su nuovi metodi di difesa integrata e sul livello di formazione degli utilizzatori dei prodotti fitosanitari. Su questi punti deboli bisognera' lavorare molto.
Se l'Italia si difende bene in quanto alla presenza e all'applicazione dei disciplinari di difesa e produzione integrata, nei quali il nostro paese e' stato pioniere, e se il controllo delle macchine irroratrici e' gia' una realta' consolidata, lo stesso non puo' dirsi per le attivita' di ricerca in atto su nuovi metodi di difesa integrata e sul livello di formazione degli utilizzatori dei prodotti fitosanitari. Su questi punti deboli bisognera' lavorare molto.
Le conclusioni della seconda relazione della giornata.
Le conclusioni della seconda relazione della giornata.
"La presentazione entra nella seconda parte, quella relativa alla presentazione del nuovo strumento "Linee guida sull'uso sostenibile dei prodotti fitosanitari"."
"La presentazione entra nella seconda parte, quella relativa alla presentazione del nuovo strumento "Linee guida sull'uso sostenibile dei prodotti fitosanitari"."
Una panoramica sugli obiettivi del progetto e' affidata al Prof. Ettore Capri (Università Cattolica di Piacenza).
Una panoramica sugli obiettivi del progetto e' affidata al Prof. Ettore Capri (Università Cattolica di Piacenza).
"Il settore agronomico si trova oggi ad affrontare nuove sfide: da una considerazione slegata e individuale degli aspetti economici, ambientali e sociali dell'attivita' agricola, si sta infatti passando ad una visione sempre piu' "olistica", nella quale cioe' tutti questi aspetti andranno considerati insieme e nelle loro reciproche interrelazioni."
"Il settore agronomico si trova oggi ad affrontare nuove sfide: da una considerazione slegata e individuale degli aspetti economici, ambientali e sociali dell'attivita' agricola, si sta infatti passando ad una visione sempre piu' "olistica", nella quale cioe' tutti questi aspetti andranno considerati insieme e nelle loro reciproche interrelazioni."
Il contesto nel quale ha preso forma il progetto delle Linee Guida.
Il contesto nel quale ha preso forma il progetto delle Linee Guida.
"I "sistemi" di riferimento che orientano lo sviluppo di soluzioni integrate si stanno amplificando, passando dalla mera gestione della patologia, via via ad un'accorta gestione del territorio nel suo complesso."
"I "sistemi" di riferimento che orientano lo sviluppo di soluzioni integrate si stanno amplificando, passando dalla mera gestione della patologia, via via ad un'accorta gestione del territorio nel suo complesso."
…
I soggetti coinvolti nel progetto, che ha preso le mosse nell'ottobre 2007.
I soggetti coinvolti nel progetto, che ha preso le mosse nell'ottobre 2007.
Il lavoro di stesura del manuale e' partito da un'indagine preliminare - su un campione di 100 aziende agricole in Emilia-Romagna - dalla quale sono emerse lacune comuni e comportamenti associati alla gestione dei prodotti fitosanitari all'interno delle aziende non corretti o che comunque devono essere migliorati. Ecco dunque la necessita' di elaborare delle Linee Guida.
Il lavoro di stesura del manuale e' partito da un'indagine preliminare - su un campione di 100 aziende agricole in Emilia-Romagna - dalla quale sono emerse lacune comuni e comportamenti associati alla gestione dei prodotti fitosanitari all'interno delle aziende non corretti o che comunque devono essere migliorati. Ecco dunque la necessita' di elaborare delle Linee Guida.
Un passaggio della presentazione del Prof. Capri (Universita' Cattolica Piacenza).
Un passaggio della presentazione del Prof. Capri (Universita' Cattolica Piacenza).
In che modo le Linee Guida rispondono alla direttiva europea 128/2009.
In che modo le Linee Guida rispondono alla direttiva europea 128/2009.
…
Un problema da risolvere: la percezione del rischio da parte dell'agricoltore.
Un problema da risolvere: la percezione del rischio da parte dell'agricoltore.
…
Dagli obblighi di legge possono nascere nuove opportunita'.
Dagli obblighi di legge possono nascere nuove opportunita'.
Le conclusioni della relazione del Prof. Capri.
Le conclusioni della relazione del Prof. Capri.
La sala della conferenza.
La sala della conferenza.
A seguire, una relazione sulla struttura e i contenuti dell'opera.
A seguire, una relazione sulla struttura e i contenuti dell'opera.
La parola passa a Pierluigi Meriggi di Horta Srl.
La parola passa a Pierluigi Meriggi di Horta Srl.
"La "bibliografia" alla base dell'opera."
"La "bibliografia" alla base dell'opera."
Il manuale Linee Guida considera tutti i principali aspetti nel ciclo di impiego di un prodotto fitosanitario: dall'acquisto/trasporto, allo stoccaggio, dalla preparazione della miscela alla sua distribuzione in campo (previo trasporto), fino alla gestione dei reflui, al lavaggio dell'attrezzatura e allo smaltimento dei rifiuti.
Il manuale Linee Guida considera tutti i principali aspetti nel ciclo di impiego di un prodotto fitosanitario: dall'acquisto/trasporto, allo stoccaggio, dalla preparazione della miscela alla sua distribuzione in campo (previo trasporto), fino alla gestione dei reflui, al lavaggio dell'attrezzatura e allo smaltimento dei rifiuti.
…
La suddivisione in capitoli dell'opera.
La suddivisione in capitoli dell'opera.
Un momento della relazione del dott. Meriggi.
Un momento della relazione del dott. Meriggi.
…
La modalita' espositiva dei diversi argomenti e' sempre semplice e intuitiva, corredata da ottimo materiale illustrativo fotografico e grafico.
La modalita' espositiva dei diversi argomenti e' sempre semplice e intuitiva, corredata da ottimo materiale illustrativo fotografico e grafico.
"Oltre ad essere disponibile in formato cartaceo, "Linee Guida per un uso sostenibile dei prodotti fitosanitari" e' scaricabile e/o consultabile anche da un apposito sito internet realizzato per l'occasione. Lo stesso sito rende disponibili alcuni strumenti online (come il sistema diagnostico interattivo) per "misurare" il grado di sostenibilita' ambientale delle aziende."
"Oltre ad essere disponibile in formato cartaceo, "Linee Guida per un uso sostenibile dei prodotti fitosanitari" e' scaricabile e/o consultabile anche da un apposito sito internet realizzato per l'occasione. Lo stesso sito rende disponibili alcuni strumenti online (come il sistema diagnostico interattivo) per "misurare" il grado di sostenibilita' ambientale delle aziende."
"Il software online consente all'imprenditore di individuare "a colpo d'occhio" le aree di miglioramento per l'uso sostenibile dei fitofarmaci nella propria azienda, la quale potrebbe risultare carente in alcuni momenti della gestione dei prodotti chimici, ma non in altre fasi."
"Il software online consente all'imprenditore di individuare "a colpo d'occhio" le aree di miglioramento per l'uso sostenibile dei fitofarmaci nella propria azienda, la quale potrebbe risultare carente in alcuni momenti della gestione dei prodotti chimici, ma non in altre fasi."
Le conclusioni della relazione del dott. Meriggi.
Le conclusioni della relazione del dott. Meriggi.
Il moderatore Prof. Aldo Ferrero avanza alcune osservazioni per stimolare il dibattito.
Il moderatore Prof. Aldo Ferrero avanza alcune osservazioni per stimolare il dibattito.
"Tra i vari interventi, anche quello di Alessandro Dalpiaz (APOT Trento e Assomela), che sottolinea come, se le regole servono, l'importante e' che esse siano quanto piu' lineari, comprensibili e implementabili possibile, per agevolare il compito - gia' spesso arduo - delle aziende agricole nel loro lavoro quotidiano, del quale - tra l'altro - si rischia di mettere in risalto solo gli aspetti "negativi " (impatto sull'ambiente, rischi per la salute), invece delle meritorie azioni, come una produzione di altissima qualita', il non secondario contributo all'economia e la conservazione del territorio e del paesaggio."
"Tra i vari interventi, anche quello di Alessandro Dalpiaz (APOT Trento e Assomela), che sottolinea come, se le regole servono, l'importante e' che esse siano quanto piu' lineari, comprensibili e implementabili possibile, per agevolare il compito - gia' spesso arduo - delle aziende agricole nel loro lavoro quotidiano, del quale - tra l'altro - si rischia di mettere in risalto solo gli aspetti "negativi " (impatto sull'ambiente, rischi per la salute), invece delle meritorie azioni, come una produzione di altissima qualita', il non secondario contributo all'economia e la conservazione del territorio e del paesaggio."
In conclusione al dibattito, l'intervento di Giuseppe Blasi del Ministero delle Politiche Agricole, il quale ha avvertito circa l'urgenza di superare i particolarismi, di migliorare il colloquio tra le parti coinvolte e di porre un freno agli sprechi del sistema quale e' stato fino ad oggi, anche in considerazione del fatto che le risorse scarseggiano. L'unica strada per un'agricoltura piu' competitiva e' quella di unire gli sforzi e guardare tutti in una sola direzione, una volta per tutte.
In conclusione al dibattito, l'intervento di Giuseppe Blasi del Ministero delle Politiche Agricole, il quale ha avvertito circa l'urgenza di superare i particolarismi, di migliorare il colloquio tra le parti coinvolte e di porre un freno agli sprechi del sistema quale e' stato fino ad oggi, anche in considerazione del fatto che le risorse scarseggiano. L'unica strada per un'agricoltura piu' competitiva e' quella di unire gli sforzi e guardare tutti in una sola direzione, una volta per tutte.
Al termine dell'incontro, un rinfresco sulla splendida terrazza dell'Hotel, affacciata sulla Capitale.
Al termine dell'incontro, un rinfresco sulla splendida terrazza dell'Hotel, affacciata sulla Capitale.
Confronti e scambio di opinioni al termine dei lavori.
Confronti e scambio di opinioni al termine dei lavori.
"La serata prosegue con una visita in esclusiva presso il Complesso del Vittoriano, dove e' ospitata al momento la mostra pittorica "Tamara de Lempicka. La regina del moderno"."
"La serata prosegue con una visita in esclusiva presso il Complesso del Vittoriano, dove e' ospitata al momento la mostra pittorica "Tamara de Lempicka. La regina del moderno"."
Un momento della visita.
Un momento della visita.
Illustrazione delle opere esposte.
Illustrazione delle opere esposte.
La comitiva si sposta poi sulla terrazza panoramica del Vittoriano.
La comitiva si sposta poi sulla terrazza panoramica del Vittoriano.
…
Il team Syngenta presente all'evento. Da sinistra a destra: Maurizio Colnaghi, Fabio Berta, Silvia Barzaghi, Cristina Marchetti, Franco Casola e Paolo di Lernia.
Il team Syngenta presente all'evento. Da sinistra a destra: Maurizio Colnaghi, Fabio Berta, Silvia Barzaghi, Cristina Marchetti, Franco Casola e Paolo di Lernia.
Roma offre uno splendido panorama di se' dalla terrazza del Vittoriano. Piazza Venezia e Via del Corso.
Roma offre uno splendido panorama di se' dalla terrazza del Vittoriano. Piazza Venezia e Via del Corso.
Il Colosseo e i Fori.
Il Colosseo e i Fori.
La torre campanaria del Campidoglio.
La torre campanaria del Campidoglio.
Effetti di luce al tramonto.
Effetti di luce al tramonto.
E' tempo per un aperitivo prima di cena.
E' tempo per un aperitivo prima di cena.
La sala della cena offerta dagli organizzatori.
La sala della cena offerta dagli organizzatori.
Dettaglio dei tavoli.
Dettaglio dei tavoli.
Un momento della cena.
Un momento della cena.

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto