Meeting di Almaverde Bio a Roma

Almaverde Bio Italia, la societa' consortile proprietaria dell’omonimo marchio, ha organizzato a Roma, in data 9 ottobre 2010, un meeting di presentazione della sua nuova campagna di comunicazione.
Almaverde Bio Italia, la societa' consortile proprietaria dell’omonimo marchio, ha organizzato a Roma, in data 9 ottobre 2010, un meeting di presentazione della sua nuova campagna di comunicazione.
"Il tavolo dei relatori. Da sinistra a destra: prof. Giorgio Celli (etologo - Università di Bologna), Renzo Piraccini (presidente Almaverde Bio), dott.ssa Alessandra Bordoni (nutrizionista - Università di Bologna), prof. Dino Amadori (oncologo - Istituto Tumori della Romagna) e Massimo Agostini de "Il sole 24 ore" (moderatore)."
"Il tavolo dei relatori. Da sinistra a destra: prof. Giorgio Celli (etologo - Università di Bologna), Renzo Piraccini (presidente Almaverde Bio), dott.ssa Alessandra Bordoni (nutrizionista - Università di Bologna), prof. Dino Amadori (oncologo - Istituto Tumori della Romagna) e Massimo Agostini de "Il sole 24 ore" (moderatore)."
La sala del meeting.
La sala del meeting.
Il pubblico in sala.
Il pubblico in sala.
Il prof. Giorgio Celli, noto etologo, ha spiegato le ragioni di tipo ambientale per scegliere oggi il modello di agricoltura biologica come alternativo all'agricoltura intensiva. Nel suo intervento, il prof. Celli ha anche ripreso i contenuti di un rapporto Ispra sulla qualità delle acque italiane, nelle quali risulta molto elevata la presenza di contaminanti chimici quali erbicidi, insetticidi e fungicidi comunemente impiegati in agricoltura. Cio' a riprova del fatto che la salute pubblica richiede un ripensamento nel modello di sviluppo agricolo.
Il prof. Giorgio Celli, noto etologo, ha spiegato le ragioni di tipo ambientale per scegliere oggi il modello di agricoltura biologica come alternativo all'agricoltura intensiva. Nel suo intervento, il prof. Celli ha anche ripreso i contenuti di un rapporto Ispra sulla qualità delle acque italiane, nelle quali risulta molto elevata la presenza di contaminanti chimici quali erbicidi, insetticidi e fungicidi comunemente impiegati in agricoltura. Cio' a riprova del fatto che la salute pubblica richiede un ripensamento nel modello di sviluppo agricolo.
La dott.ssa Alessandra Bordoni, nutrizionista dell'Università di Bologna ha fornito alcuni elementi scientifici a supporto della scelta del biologico nell'alimentazione.
La dott.ssa Alessandra Bordoni, nutrizionista dell'Università di Bologna ha fornito alcuni elementi scientifici a supporto della scelta del biologico nell'alimentazione.
Il titolo della relazione della dott.ssa Alessandra Bordoni.
Il titolo della relazione della dott.ssa Alessandra Bordoni.
Per quanto riguarda i contaminanti chimici nel cibo, alcuni studi hanno messo in evidenza la particolare rischiosita' derivante dall'esposizione dei bambini a queste sostanze.
Per quanto riguarda i contaminanti chimici nel cibo, alcuni studi hanno messo in evidenza la particolare rischiosita' derivante dall'esposizione dei bambini a queste sostanze.
Secondo alcuni studi, dall'era della nascita dell'agricoltura intensiva, l'apporto nutrizionale di frutta e verdura e' notevolmente diminuito, mentre ci sarebbero risultanze circa una maggiore concentrazione di nutrienti in prodotti ortofrutticoli da agricoltura biologica.
Secondo alcuni studi, dall'era della nascita dell'agricoltura intensiva, l'apporto nutrizionale di frutta e verdura e' notevolmente diminuito, mentre ci sarebbero risultanze circa una maggiore concentrazione di nutrienti in prodotti ortofrutticoli da agricoltura biologica.
Le risultanze di una comparazione tra alimenti convenzionali e biologici in uno studio del 2001.
Le risultanze di una comparazione tra alimenti convenzionali e biologici in uno studio del 2001.
Secondo altri studi, l'agricoltura biologica, attivando maggiormente le difese naturali delle colture agli agenti esterni, aumenterebbe di conseguenza la concentrazione di sostanze antiossidanti (fenoli) in queste colture, rendendole piu' salutari per l'alimentazione umana.
Secondo altri studi, l'agricoltura biologica, attivando maggiormente le difese naturali delle colture agli agenti esterni, aumenterebbe di conseguenza la concentrazione di sostanze antiossidanti (fenoli) in queste colture, rendendole piu' salutari per l'alimentazione umana.
Il prof. Dino Amadori, oncologo dell'Istituto Tumori della Romagna, ha esaminato il ruolo di una corretta alimentazione nella prevenzione dei tumori, con particolare riguardo agli alimenti biologici.
Il prof. Dino Amadori, oncologo dell'Istituto Tumori della Romagna, ha esaminato il ruolo di una corretta alimentazione nella prevenzione dei tumori, con particolare riguardo agli alimenti biologici.
Il titolo della relazione del prof. Amadori.
Il titolo della relazione del prof. Amadori.
La dieta mediterranea, che era di per se' molto equilibrata, e' stata successivamente contaminata da modelli errati di alimentazione, importati dagli Stati Uniti.
La dieta mediterranea, che era di per se' molto equilibrata, e' stata successivamente contaminata da modelli errati di alimentazione, importati dagli Stati Uniti.
Cio' ha condotto ad un incremento dell'obesita', primo fattore di rischio per lo sviluppo di patologie tumorali e di precoce mortalita'.
Cio' ha condotto ad un incremento dell'obesita', primo fattore di rischio per lo sviluppo di patologie tumorali e di precoce mortalita'.
Una titanica opera di ricerca condotta nel 2007 da scienziati americani sull'interazione tra alimentazione e salute, ha tracciato alcune linee guida sullo stile di vita da seguire per la prevenzione dei tumori (qui riassunte in 10 raccomandazioni). Il prof. Amadori ha ricordato che l'incidenza dei tumori nel nostro Paese potrebbe diminuire addirittura del 60-65% semplicemente eliminando il fumo e alimentandosi in modo corretto: cio' consentirebbe un enorme risparmio in termini di costi sanitari.
Una titanica opera di ricerca condotta nel 2007 da scienziati americani sull'interazione tra alimentazione e salute, ha tracciato alcune linee guida sullo stile di vita da seguire per la prevenzione dei tumori (qui riassunte in 10 raccomandazioni). Il prof. Amadori ha ricordato che l'incidenza dei tumori nel nostro Paese potrebbe diminuire addirittura del 60-65% semplicemente eliminando il fumo e alimentandosi in modo corretto: cio' consentirebbe un enorme risparmio in termini di costi sanitari.
Perche' scegliere una dieta ad elevato consumo di frutta e verdura.
Perche' scegliere una dieta ad elevato consumo di frutta e verdura.
Potenziali effetti nocivi delle sostanze chimiche piu' comunemente riscontrabili nei cibi.
Potenziali effetti nocivi delle sostanze chimiche piu' comunemente riscontrabili nei cibi.
Tre frasi su cui riflettere.
Tre frasi su cui riflettere.
"Nel proprio intervento, il Presidente di Almaverde Bio, Renzo Piraccini, ha sottolineato: "Almaverde Bio e' un esempio di gioco di squadra, unico in Italia. Siamo stati capaci di costruire una aggregazione e una rete di imprese che si pone non solo l’obiettivo comune di offrire una gamma completa di prodotti biologici riconoscibili dallo stesso marchio-ombrello, ma anche quello di parlare di piu' di qualita', di rispetto dell’ambiente, e del cibo come strumento per migliorare la qualita' della nostra vita"."
"Nel proprio intervento, il Presidente di Almaverde Bio, Renzo Piraccini, ha sottolineato: "Almaverde Bio e' un esempio di gioco di squadra, unico in Italia. Siamo stati capaci di costruire una aggregazione e una rete di imprese che si pone non solo l’obiettivo comune di offrire una gamma completa di prodotti biologici riconoscibili dallo stesso marchio-ombrello, ma anche quello di parlare di piu' di qualita', di rispetto dell’ambiente, e del cibo come strumento per migliorare la qualita' della nostra vita"."
"Renzo Piraccini ha stigmatizzato un modello di sviluppo basato sulla "bulimia consumistica" e sul produrre sempre di piu' a sempre minor prezzo: "Oggi ci stiamo rendendo conto che questo non e' più possibile: i costi ambientali e sociali di questo modello sono insostenibili. E non solo per le problematiche legate alle materie prime o all’inquinamento. Paradossalmente, siamo convinti che l'attuale situazione di crisi possa aiutarci ad individuare un nuovo modello di sviluppo, in cui le produzioni biologiche rappresentino una componente fondamentale del sistema agroalimentare"."
"Renzo Piraccini ha stigmatizzato un modello di sviluppo basato sulla "bulimia consumistica" e sul produrre sempre di piu' a sempre minor prezzo: "Oggi ci stiamo rendendo conto che questo non e' più possibile: i costi ambientali e sociali di questo modello sono insostenibili. E non solo per le problematiche legate alle materie prime o all’inquinamento. Paradossalmente, siamo convinti che l'attuale situazione di crisi possa aiutarci ad individuare un nuovo modello di sviluppo, in cui le produzioni biologiche rappresentino una componente fondamentale del sistema agroalimentare"."
Paolo Pari, direttore di Almaverde Bio, ha presentato le novita' riguardanti il Consorzio.
Paolo Pari, direttore di Almaverde Bio, ha presentato le novita' riguardanti il Consorzio.
Quattro importanti aziende dell’agroalimentare italiano (Isalpa-Sacla', Natura Nuova, Molino Spadoni e Circeo Pesca) si sono aggiunte ai licenziatari del marchio Almaverde Bio, che salgono cosi' a 11.
Quattro importanti aziende dell’agroalimentare italiano (Isalpa-Sacla', Natura Nuova, Molino Spadoni e Circeo Pesca) si sono aggiunte ai licenziatari del marchio Almaverde Bio, che salgono cosi' a 11.
I tratti che accomunano le aziende consorziate ad Almaverde Bio.
I tratti che accomunano le aziende consorziate ad Almaverde Bio.
L'elenco delle aziende licenziatarie, con le relative specializzazioni produttive.
L'elenco delle aziende licenziatarie, con le relative specializzazioni produttive.
Ultimi dati sull'andamento commerciale dei prodotti a marchio Almaverde Bio.
Ultimi dati sull'andamento commerciale dei prodotti a marchio Almaverde Bio.
La presentazione della nuova campagna di comunicazione di Almaverde Bio, che si avvale dell'importante e gratuito sostegno di: prof. Giorgio Celli, dott.ssa Alessandra Bordoni e prof. Dino Amadori.
La presentazione della nuova campagna di comunicazione di Almaverde Bio, che si avvale dell'importante e gratuito sostegno di: prof. Giorgio Celli, dott.ssa Alessandra Bordoni e prof. Dino Amadori.
Il messaggio affidato al prof. Giorgio Celli nella nuova campagna di comunicazione di Almaverde Bio.
Il messaggio affidato al prof. Giorgio Celli nella nuova campagna di comunicazione di Almaverde Bio.
Il messaggio affidato alla dott.ssa Alessandra Bordoni nella nuova campagna di comunicazione di Almaverde Bio.
Il messaggio affidato alla dott.ssa Alessandra Bordoni nella nuova campagna di comunicazione di Almaverde Bio.
Il messaggio affidato al prof. Dino Amadori nella nuova campagna di comunicazione di Almaverde Bio.
Il messaggio affidato al prof. Dino Amadori nella nuova campagna di comunicazione di Almaverde Bio.
Soddisfazione ed entusiasmo sono stati espressi dal Cav. Lorenzo Ercole (titolare di Sacla') per l'adesione di Isalpa (controllata da F.lli Sacla') al consorzio Almaverde Bio.
Soddisfazione ed entusiasmo sono stati espressi dal Cav. Lorenzo Ercole (titolare di Sacla') per l'adesione di Isalpa (controllata da F.lli Sacla') al consorzio Almaverde Bio.
"Giuseppe "Pino" Calcagni, Presidente di Besana, azienda specializzata in frutta secca ed essiccata e a sua volta aderente ad Almaverde Bio, ha sottolineato come altre culture nel mondo (p.e. quella cinese) diano il giusto valore economico ai fattori salutistici legati al cibo e ha ribadito l'importanza dell'impegno nel programma di educazione alimentare Frutta nelle Scuole, proprio per ricreare anche in Italia le basi di un rapporto piu' consapevole e corretto con il cibo."
"Giuseppe "Pino" Calcagni, Presidente di Besana, azienda specializzata in frutta secca ed essiccata e a sua volta aderente ad Almaverde Bio, ha sottolineato come altre culture nel mondo (p.e. quella cinese) diano il giusto valore economico ai fattori salutistici legati al cibo e ha ribadito l'importanza dell'impegno nel programma di educazione alimentare Frutta nelle Scuole, proprio per ricreare anche in Italia le basi di un rapporto piu' consapevole e corretto con il cibo."
Un momento del question time.
Un momento del question time.
I nuovi licenziatari del marchio Almaverde Bio. Da sinistra a destra: Mauro Monaldi (Circeo Pesca), Sante Vassura (Sacla' - Isalpa), Renzo Piraccini, Leonardo Spadoni (Az. Spadoni), Cav. Lorenzo Ercole (titolare Sacla') e Gabriele Longanesi (Natura Nuova).
I nuovi licenziatari del marchio Almaverde Bio. Da sinistra a destra: Mauro Monaldi (Circeo Pesca), Sante Vassura (Sacla' - Isalpa), Renzo Piraccini, Leonardo Spadoni (Az. Spadoni), Cav. Lorenzo Ercole (titolare Sacla') e Gabriele Longanesi (Natura Nuova).
Un'esposizione dei prodotti a marchio Almaverde Bio.
Un'esposizione dei prodotti a marchio Almaverde Bio.
…
…
Renzo Piraccini insieme alla vicepresidente del Consorzio Almaverde Bio, Roberta Fileni.
Renzo Piraccini insieme alla vicepresidente del Consorzio Almaverde Bio, Roberta Fileni.
Il cortile interno di Residenza Ripetta a Roma.
Il cortile interno di Residenza Ripetta a Roma.
Foto di gruppo. Da sinistra a destra: Sig.ra Monaldi, Mauro Monaldi (Circeo Pesca), Salvo Laudani (Oranfrizer), Renzo Piraccini e Roberta Fileni (Almaverde Bio), Pino Calcagni (Besana), Leonardo Spadoni (Az. Spadoni) e Gabriele Longanesi (Natura Nuova).
Foto di gruppo. Da sinistra a destra: Sig.ra Monaldi, Mauro Monaldi (Circeo Pesca), Salvo Laudani (Oranfrizer), Renzo Piraccini e Roberta Fileni (Almaverde Bio), Pino Calcagni (Besana), Leonardo Spadoni (Az. Spadoni) e Gabriele Longanesi (Natura Nuova).

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto