Visita allo stabilimento Agrintesa di Faenza (RA)

A fine giugno 2010, la Redazione di FreshPlaza Italia si e' recata in visita presso uno degli stabilimenti del colosso cooperativo ortofrutticolo Agrintesa, sorto dalla fusione tra le tre cooperative Agrifrut Romagna, Emiliafrutta di Castelfranco Emilia e Intesa.
A fine giugno 2010, la Redazione di FreshPlaza Italia si e' recata in visita presso uno degli stabilimenti del colosso cooperativo ortofrutticolo Agrintesa, sorto dalla fusione tra le tre cooperative Agrifrut Romagna, Emiliafrutta di Castelfranco Emilia e Intesa.
Lo stabilimento, sito a Faenza (RA), e' destinato al confezionamento di frutta estiva, cachi e kiwi, per un volume di ritiro su base annua di 68.000 tonnellate. Nella foto, l'area adibita al conferimento dei prodotti. Qui si effettuano ritiri con picchi anche di 2.000 tonnellate di frutta al giorno, soprattutto nella stagione del kiwi, mentre per la campagna della frutta estiva si lavora intorno alle 1.500 - 1.700 ton di ritiri giornalieri.
Lo stabilimento, sito a Faenza (RA), e' destinato al confezionamento di frutta estiva, cachi e kiwi, per un volume di ritiro su base annua di 68.000 tonnellate. Nella foto, l'area adibita al conferimento dei prodotti. Qui si effettuano ritiri con picchi anche di 2.000 tonnellate di frutta al giorno, soprattutto nella stagione del kiwi, mentre per la campagna della frutta estiva si lavora intorno alle 1.500 - 1.700 ton di ritiri giornalieri.
Cassoni di nettarine. Nella foto, la netta differenza di sovraccolore tra la nettarina Big Bang (sopra) e una qualita' tradizionale. Big Bang e' una nettarina piu' precoce e colorata rispetto a quella tradizionale. E' connotata, inoltre, da un sapore decisamente dolce.
Cassoni di nettarine. Nella foto, la netta differenza di sovraccolore tra la nettarina Big Bang (sopra) e una qualita' tradizionale. Big Bang e' una nettarina piu' precoce e colorata rispetto a quella tradizionale. E' connotata, inoltre, da un sapore decisamente dolce.
Gia' al suo arrivo nello stabilimento, la frutta viene identificata mediante codici che individuano il socio conferitore, la varieta', la data di conferimento, la bolla con il codice della pesa e con la lettera A o B, a seconda che si tratti di prodotto valido o di scarto. Il codice a barre sta sostituendo gradualmente il precedente codice alfanumerico. La dicitura EUR testimonia inoltre la certificazione relativa alle buone pratiche agricole EurepGAP (oggi GlobalGAP), che interessa oltre 500 aziende socie di Agrintesa, per una supericie di circa 500.000 ettari.
Gia' al suo arrivo nello stabilimento, la frutta viene identificata mediante codici che individuano il socio conferitore, la varieta', la data di conferimento, la bolla con il codice della pesa e con la lettera A o B, a seconda che si tratti di prodotto valido o di scarto. Il codice a barre sta sostituendo gradualmente il precedente codice alfanumerico. La dicitura EUR testimonia inoltre la certificazione relativa alle buone pratiche agricole EurepGAP (oggi GlobalGAP), che interessa oltre 500 aziende socie di Agrintesa, per una supericie di circa 500.000 ettari.
Nello stabilimento di Faenza lavora un team di persone, ognuna specializzata nel proprio ruolo, coordinate dal direttore di stabilimento, Andrea Gottarelli (primo sulla sinistra).
Nello stabilimento di Faenza lavora un team di persone, ognuna specializzata nel proprio ruolo, coordinate dal direttore di stabilimento, Andrea Gottarelli (primo sulla sinistra).
Alcuni membri dello staff aziendale. Da sinistra a destra: Emanuele Falcone, Luca Riverani, Cristian Moretti (responsabile coordinamento magazzini e acquisti ortofrutta), Piero Pausini, Giulio Guerra, Mattia Melandri, Mauro Pazzaglia (responsabile comunicazione), Marco Chapuis e Andrea Gottarelli (direttore dello stabilimento).
Alcuni membri dello staff aziendale. Da sinistra a destra: Emanuele Falcone, Luca Riverani, Cristian Moretti (responsabile coordinamento magazzini e acquisti ortofrutta), Piero Pausini, Giulio Guerra, Mattia Melandri, Mauro Pazzaglia (responsabile comunicazione), Marco Chapuis e Andrea Gottarelli (direttore dello stabilimento).
"Lo stabilimento Agrintesa di Faenza si caratterizza per l'elevato contenuto tecnologico e di automazione. Nella foto, la movimentazione robotizzata dei bins di merce in ingresso nella linea di calibratura. La velocita' di rovesciamento dei cassoni e' regolabile a seconda della maggiore o minore delicatezza del prodotto. Una volta svuotati, i bins sono privati dell'etichetta applicata all'inizio del processo mediante un ingegnoso sistema: un getto d'aria solleva il lato inferiore dell'etichetta, privo di colla, in modo che una "mano" robotizzata possa distaccarla semplicemente scorrendo dal basso verso l'alto."
"Lo stabilimento Agrintesa di Faenza si caratterizza per l'elevato contenuto tecnologico e di automazione. Nella foto, la movimentazione robotizzata dei bins di merce in ingresso nella linea di calibratura. La velocita' di rovesciamento dei cassoni e' regolabile a seconda della maggiore o minore delicatezza del prodotto. Una volta svuotati, i bins sono privati dell'etichetta applicata all'inizio del processo mediante un ingegnoso sistema: un getto d'aria solleva il lato inferiore dell'etichetta, privo di colla, in modo che una "mano" robotizzata possa distaccarla semplicemente scorrendo dal basso verso l'alto."
Un colpo d'occhio sul macchinario per la calibratura, completamente robotizzata ed automatizzata (40 ton/ora, 18 uscite). Per essere calibrati singolarmente, i frutti vengono allineati prima del loro ingresso sulle linee, caratterizzate da superfici di appoggio a vagoncino, invece che a cucchiaio, per evitare l'accidentale presenza contemporanea di due frutti nello stesso punto, con conseguenti errori di pesatura. Un accurato software imposta di volta in volta gli appropriati parametri del rapporto peso/calibro per ogni singola varieta' frutticola. Ogni lotto di frutta calibrata riceve una nuova etichetta di tracciabilita' che incorpora anche tutti i dati precedenti.
Un colpo d'occhio sul macchinario per la calibratura, completamente robotizzata ed automatizzata (40 ton/ora, 18 uscite). Per essere calibrati singolarmente, i frutti vengono allineati prima del loro ingresso sulle linee, caratterizzate da superfici di appoggio a vagoncino, invece che a cucchiaio, per evitare l'accidentale presenza contemporanea di due frutti nello stesso punto, con conseguenti errori di pesatura. Un accurato software imposta di volta in volta gli appropriati parametri del rapporto peso/calibro per ogni singola varieta' frutticola. Ogni lotto di frutta calibrata riceve una nuova etichetta di tracciabilita' che incorpora anche tutti i dati precedenti.
Particolare del sistema di aspirazione che viene messo in azione quando ad accedere alla linea di calibratura sono i kiwi, dalla tipica buccia pelosa. L'aspiratore elimina la peluria che si distacca, mantenendo pulita la linea. Il materiale aspirato viene impiegato nella formazione di compost.
Particolare del sistema di aspirazione che viene messo in azione quando ad accedere alla linea di calibratura sono i kiwi, dalla tipica buccia pelosa. L'aspiratore elimina la peluria che si distacca, mantenendo pulita la linea. Il materiale aspirato viene impiegato nella formazione di compost.
Lo stabilimento e' organizzato in tre diverse sale di lavorazione, specializzate per soddisfare gli ordinativi di determinati mercati di vendita. Questa sala ospita un impressionante macchinario per la cestinatura automatica della frutta, con un output di 12 tonnellate/ora.
Lo stabilimento e' organizzato in tre diverse sale di lavorazione, specializzate per soddisfare gli ordinativi di determinati mercati di vendita. Questa sala ospita un impressionante macchinario per la cestinatura automatica della frutta, con un output di 12 tonnellate/ora.
Il macchinario, appositamente progettato per rispondere alle esigenze di Agrintesa, e' in grado di effettuare lavorazioni anche su prodotti delicati, come le albicocche.
Il macchinario, appositamente progettato per rispondere alle esigenze di Agrintesa, e' in grado di effettuare lavorazioni anche su prodotti delicati, come le albicocche.
Particolare del macchinario per la cestinatura automatica della frutta.
Particolare del macchinario per la cestinatura automatica della frutta.
Questa merce e' destinata al mercato estero.
Questa merce e' destinata al mercato estero.
Altra linea di cestinatura e retinatura, con capacità di 6-7 ton/ora. Lavorando in parallelo alla linea di cestinatura vista precedentemente, le due linee riescono a completare un intero camion di cestini in un'ora e mezza.
Altra linea di cestinatura e retinatura, con capacità di 6-7 ton/ora. Lavorando in parallelo alla linea di cestinatura vista precedentemente, le due linee riescono a completare un intero camion di cestini in un'ora e mezza.
Macchina retinatrice in azione.
Macchina retinatrice in azione.
L'etichetta finale comprende tutta una serie di informazioni che consentono la completa tracciabilita' di ogni singolo lotto di merce. L'etichetta e' solo una parziale manifestazione dell'intenso flusso e scambio di informazioni che transita tra produttori, magazzino, ufficio commerciale e ufficio tecnico e che consente una perfetta programmazione di tutte le operazioni, nonche' una loro piena tracciabilita'.
L'etichetta finale comprende tutta una serie di informazioni che consentono la completa tracciabilita' di ogni singolo lotto di merce. L'etichetta e' solo una parziale manifestazione dell'intenso flusso e scambio di informazioni che transita tra produttori, magazzino, ufficio commerciale e ufficio tecnico e che consente una perfetta programmazione di tutte le operazioni, nonche' una loro piena tracciabilita'.
Fase di lavorazione delle albicocche.
Fase di lavorazione delle albicocche.
Albicocche in clamshell.
Albicocche in clamshell.
Dettaglio dei cestini a marchio Valfrutta Fresco.
Dettaglio dei cestini a marchio Valfrutta Fresco.
Tra i marchi commerciali del Gruppo Agrintesa ci sono, oltre ad Agrintesa, Alegra, Grifone, anche Valfrutta Fresco e Made in Blu, per i prodotti di fascia premium.
Tra i marchi commerciali del Gruppo Agrintesa ci sono, oltre ad Agrintesa, Alegra, Grifone, anche Valfrutta Fresco e Made in Blu, per i prodotti di fascia premium.
In questa e nelle foto seguenti, diverse tipologie di packaging, con i diversi marchi commerciali di Agrintesa.
In questa e nelle foto seguenti, diverse tipologie di packaging, con i diversi marchi commerciali di Agrintesa.
…
…
…
…
…
Oltre il 90 per cento degli imballaggi di cartone viene assemblato direttamente nello stabilimento, grazie a questo macchinario specifico.
Oltre il 90 per cento degli imballaggi di cartone viene assemblato direttamente nello stabilimento, grazie a questo macchinario specifico.
Oltre alle celle frigorifere per una capacita' di 15.000 tonnellate, le spedizioni avvengono attraverso un ambiente climatizzato, alimentato automaticamente, sul quale si aprono le rampe di carico. Ai fini del risparmio energetico, e' in fase di completamento l'installazione sullo stabilimento di 3.000 metri quadrati di pannelli solari.
Oltre alle celle frigorifere per una capacita' di 15.000 tonnellate, le spedizioni avvengono attraverso un ambiente climatizzato, alimentato automaticamente, sul quale si aprono le rampe di carico. Ai fini del risparmio energetico, e' in fase di completamento l'installazione sullo stabilimento di 3.000 metri quadrati di pannelli solari.
Oltre alle sale di lavorazione della frutta, l'enorme stabilimento comprende anche la seconda cantina, per dimensione, del Gruppo Agrintesa (la prima e' ubicata a Cotignola - RA), un'area destinata agli uffici e un punto vendita diretto, aperto al pubblico dal lunedi al sabato.
Oltre alle sale di lavorazione della frutta, l'enorme stabilimento comprende anche la seconda cantina, per dimensione, del Gruppo Agrintesa (la prima e' ubicata a Cotignola - RA), un'area destinata agli uffici e un punto vendita diretto, aperto al pubblico dal lunedi al sabato.
I punti vendita presso gli stabilimenti Agrintesa sono in totale 17, per un volume commercializzato di 6.000/6.500 tonnellate su base annua e un fatturato di circa 10 milioni di euro.
I punti vendita presso gli stabilimenti Agrintesa sono in totale 17, per un volume commercializzato di 6.000/6.500 tonnellate su base annua e un fatturato di circa 10 milioni di euro.
La merce viene proposta prevalentemente sfusa, ma anche confezionata.
La merce viene proposta prevalentemente sfusa, ma anche confezionata.
Reparto dei prodotti trasformati a marchio Valfrutta.
Reparto dei prodotti trasformati a marchio Valfrutta.
Sembrano pompe di benzina, invece sono i distributori di vino sfuso!
Sembrano pompe di benzina, invece sono i distributori di vino sfuso!
Il cartello ricorda di andarci piano con gli assaggi!
Il cartello ricorda di andarci piano con gli assaggi!
Il riconoscimento del valore dello spirito cooperativo, nelle parole del Papa Giovanni Paolo II.
Il riconoscimento del valore dello spirito cooperativo, nelle parole del Papa Giovanni Paolo II.

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto