Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Citronex/PPO Siechnice:

"Dobbiamo essere ancora più attenti ai nostri costi rispetto allo scorso anno: non c'è più margine per gli errori"

I primi pomodori stanno iniziando a colorarsi nelle serre dell’azienda polacca Citronex, ma non è la solita sfumatura rosa perché quest'anno l’azienda ha deciso di coltivare anche quelli a grappolo tradizionali. "A causa dell'attuale situazione nell'Ue, abbiamo deciso di esplorare il mercato dell'Europa occidentale", afferma Grzegorz Karolczak, direttore commerciale.

In totale, Citronex/PPO Siechnice gestisce 77 ettari di serre di pomodori, di cui 20 sono ora dedicati alla varietà Provine. "Finora ci siamo concentrati principalmente sul mercato polacco e abbiamo coltivato pomodori rosa. Considerando i costi dell'elettricità e la situazione del mercato olandese nei periodi invernali, stiamo valutando la possibilità di esportare di più verso l'Europa occidentale. Ecco perché abbiamo deciso di coltivare i pomodori popolari in quei mercati, quelli a grappolo".

I pomodori Raspeberry rosa coltivati nelle serre della Citronex sono un prodotto premium sul mercato polacco. "Con tutto quello che è successo e sta succedendo, volevamo avere più chance", spiega Grzegorz.

Crisi energetica
In Polonia, i prezzi dell'energia si sono più o meno stabilizzati intorno ai 1.000 zloty, che corrispondono a circa 225 euro per megawatt, il doppio rispetto allo scorso anno. "Le nostre serre sono collegate alle centrali elettriche. Organizziamo la nostra infrastruttura e cerchiamo di lavorare in modo efficiente, senza intermediari, il che ci consente di mantenere i costi quanto più bassi possibile. Nonostante ciò, anche questi costi sono aumentati rispetto allo scorso anno, non quanto quelli dell'elettricità".

L'intera superficie di 77 ettari è dotata di luci artificiali per produrre tutto l'anno. Per combattere i prezzi elevati dell'energia, l'azienda ha sostituito le lampade HPS con i LED. "Dobbiamo essere più attenti ai nostri costi, rispetto allo scorso anno: non c'è più spazio per gli errori. Quando si tratta di consumo energetico, vediamo che i budget cambiano ogni secondo e il prezzo è spaventoso. Valutiamo quali lampade utilizzare e le spegniamo in base alle fluttuazioni dei prezzi e alle esigenze di coltivazione. Ad esempio, utilizziamo le nostre lampade HPS alle estremità della serra, in modo che le prime file ricevano più calore, oppure utilizziamo gli apparecchi HPS per controllare il clima e vaporizzare l'umidità nella serra. Ha senso combinare HPS con LED, ma è necessario fare ogni volta i dovuti calcoli per accenderle".

Prezzi dell'energia e salario minimo
I prezzi dell'energia non sono l'unica cosa che richiede una maggiore attenzione alle spese. Il salario minimo in Polonia è aumentato e aumenterà ulteriormente nel 2023. "Abbiamo principalmente lavoratori ucraini nelle nostre serre di pomodori. L'aumento del salario minimo è molto positivo, sebbene comporti anche costi aggiuntivi per i coltivatori. Con i premi di efficienza garantiamo a tutti i lavoratori di essere ricompensati anche per i frutti del loro lavoro”.

Poi ci sono anche i costi aggiuntivi per evitare che entrino i virus nelle serre. Il ToBRFV è una sfida per i coltivatori di tutta Europa, ma anche a livello globale. Attraverso rigorose precauzioni, la Citronex cerca di tenere lontano il virus ToBRFV dalle proprie serre, poiché l'azienda ha visto quanto può essere devastante. "Laviamo e disinfettiamo le casse, e non consentiamo l’accesso alle serre alle persone non autorizzate. Gli ospiti possono visitarle solo se non hanno visitato di recente altre serre".

Tutto ciò insieme fa aumentare i costi della coltivazione dei pomodori, motivo per cui la Citronex ha deciso di iniziare a guardare all'estero. I pomodori a grappolo li aiutano in tal senso. Attualmente, la maggior parte va ai retailer tedeschi, ma anche quelli olandesi hanno mostrato interesse per questo prodotto. "Raccogliamo circa 15 camion a settimana e la maggior parte di questi pomodori viene venduta ai retailer tedeschi, come Lidl e Rewe".

In futuro, Grzegorz intravede anche l'opportunità di esportare i pomodori rosa anche se, negli ultimi due anni, è stato difficile sviluppare un marchio per questo prodotto, e c'è stato anche poco interesse da parte dei retailer dell'Europa occidentale ad aggiungere un nuovo pomodoro sugli scaffali. "Siamo consapevoli di poter coltivare un prodotto premium con un gusto eccezionale e una qualità costante, e costruire attorno ad esso un marchio premium, inclusi imballaggi e materiali promozionali perché il consumatore possa distinguerlo fra gli altri. Lavorare con un partner della vendita al dettaglio dovrebbe essere il passo successivo".

Per maggiori informazioni:
Citronex
ul. Bohaterów II Armii Wojska Polskiego 64
59-900 Zgorzelec - Polonia
+48 75 77 21 940
+48 75 77 21 946
info@citronex.pl
www.citronex.pl


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto