Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Fenix unisce le forze con Genesis Seeds nella lotta contro la nuova razza di peronospora

Tra i patogeni che oggi colpiscono il basilico, la peronospora riveste sicuramente un ruolo di primo piano per gli enormi danni che può causare alla coltivazione di questa importante aromatica, tanto da essersi guadagnata negli anni il titolo di "killer del basilico".

Il ritorno di questo fungo sotto forma di una nuova variante genetica, le conseguenti ingenti perdite produttive che hanno caratterizzato le coltivazioni di basilico nell'ultima stagione e il fatto che l'unico modo per limitare i danni causati dal patogeno sembra essere tornato all'uso di trattamenti preventivi. Questi sono alcuni dei motivi che hanno spinto la ditta sementiera Fenix a incrementare sistematicamente il legame unico con Genesis Seeds - un'azienda sementiera israeliana caratterizzata da impegno ed investimenti crescenti nella ricerca di varietà ibride di basilico basati su una collaborazione con il team di fitopatologia dell'Università Bar-Ilan.

Questa partnership esclusiva ha portato alla recente visita di alcuni dei personaggi più rappresentativi dell'industria italiana del basilico agli stabilimenti della stessa Genesis Seeds in Israele. Durante questa visita, i coltivatori sono stati esposti non solo ai nuovi sviluppi del basilico, ma anche alla sofisticata ricerca della Bar-Ilan University, alla produzione di sementi e alla logistica, il tutto all'interno di un ciclo completo col fine ultimo di portare semi di altissima qualità ai coltivatori italiani.

Il gruppo in visita presso un'azienda idroponica con le nuove varietà in prova. Sono stati progettati molti nuovi ibridi, per poter soddisfare le esigenze di diverse tipologie di coltivatori, da quelli che coltivano per il mercato fresco, ai produttori di vasi e a quelli per la trasformazione. 

Questa consolidata collaborazione tra le due aziende sementiere, che ha già portato alla nascita della nota gamma Prospera® e alla sua diffusione sul mercato italiano, dove si è affermata tra i leader del settore grazie alle eccellenti qualità organolettiche come aroma, forma delle foglie, colore, ecc. e all'importante resistenza genetica al Fusarium del basilico e alla Peronospora, è stata di fondamentale importanza durante il nuovo processo di ricerca che porterà a nuovi ibridi con resistenza avanzata alla Peronospora.

In risposta a questa nuova pericolosa presenza, Genesis Seeds e Fenix hanno reagito con forza, lavorando instancabilmente 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per portare sul mercato nuovi ibridi con una migliore resistenza alla Peronospora e al Fusarium, pur mantenendo le stesse caratteristiche organolettiche e le resistenze che hanno contribuito al successo della gamma Prospera®.

"Quando si parla di ricerca e di ibridazione genetica, la vera sfida non è solo quella di trovare la risposta a nuove esigenze, ma di riuscire a trasferirla attraverso nuovi processi di ibridazione senza perdere le qualità che hanno segnato il successo delle varietà precedenti. In questo ambito, Genesis Seeds ha sempre dimostrato le sue capacità durante le attività di ricerca con il basilico e altre colture" afferma Francesco Loprevite, cofondatore di Fenix e direttore della ricerca e sviluppo.

Durante la visita, il gruppo ha avuto la possibilità di visitare anche i laboratori di Bar-Ilan, dove i ricercatori hanno spiegato alcuni dei processi che caratterizzano il loro lavoro di ricerca

"D'altra parte è anche vero che la ricerca in laboratorio sarebbe molto più difficile e dispendiosa in termini di tempo senza le linee guida che sono il risultato delle attività di ricerca che devono essere svolte in campo, come la valutazione di nuove varietà in condizioni e ambienti diversi e la selezione dei migliori ibridi da realizzare nelle diverse aree e segmenti per soddisfare le molteplici esigenze dei mercati, e in questo Fenix ha dimostrato particolare sensibilità e competenza operando scelte che si sono rivelate vincenti nel corso degli anni, dimostrando la capacità di raggiungere gli obiettivi che ci eravamo prefissati e non solo, sia all'interno del mercato italiano che in alcune aree di altri Paesi, ponendo le basi motivazionali ed economiche per permetterci di continuare a investire in questa direzione" afferma Michal Amichai, VP Sales and Marketing di Genesis Seeds.

Non appena ottenute le nuove varietà che hanno dimostrato un'avanzata resistenza, Fenix e Genesis Seeds hanno ritenuto fondamentale invitare direttamente in Israele alcuni degli attori più rappresentativi della filiera italiana del basilico (sia per il taglio fresco che per il vaso), della trasformazione e della commercializzazione, per quella che è stata una visita squisitamente tecnica, con l'obiettivo di mostrare le prove delle nuove varietà direttamente in campo e, allo stesso tempo, illustrare alcuni dei metodi di ricerca utilizzati durante il processo di ottenimento dei nuovi ibridi presso l'Università di Bar-Ilan, che si è già attivata per ottenere i brevetti che potranno proteggere le varietà quando arriveranno sui mercati.

Alcuni rappresentanti della filiera italiana del basilico insieme ai team di Genesis e Fenix davanti allo screening dei nuovi ibridi presso gli stabilimenti di Genesis

Tra i tanti argomenti presentati dai ricercatori di Bar-Ilan, è importante segnalare un interessantissimo studio filogenetico sulle origini di Peronospora belbahrii e sulla sua evoluzione. I ricercatori, infatti, analizzando campioni provenienti dall'Italia, hanno dimostrato come esso derivi da una pressione selettiva locale, in quanto il DNA del fungo differisce geneticamente da altre forme presenti in altri Paesi del mondo. Durante la visita sono stati illustrati anche interessanti metodi alternativi di contenimento della Peronospora e un focus sulle dinamiche delle epidemie in generale e sulla loro risposta all'ambiente e ai trattamenti chimici.

Un ricercatore della Bar-Ilan espone al team i suoi studi sull'origine e le razze di Peronospora belbahrii

"Data l'urgenza di trovare nuove risposte alle esigenze della filiera, abbiamo ritenuto di fondamentale importanza coinvolgere alcuni dei suoi attori più rappresentativi fin da questa fase, che si colloca tra la fine della sperimentazione e l'inizio della pre-commercializzazione delle nuove varietà, per consentire loro di valutare immediatamente i risultati ottenuti e di iniziare a fare le prime selezioni sugli ibridi, cercando al contempo di trasmettere la mole, la qualità e il valore del lavoro di ricerca che c'è dietro ogni singolo seme, sia in laboratorio che in campo" afferma Ivana Marchese, cofondatrice e Ceo di Fenix.

Il feedback pienamente positivo dei partecipanti ha confermato le aspettative dell'azienda sementiera siciliana, che inizierà a distribuire i primi campioni da testare sui campi italiani non appena sarà completato il processo di brevettazione, prima di passare alla fase commerciale.

Vista la limitata disponibilità di campioni. Chi volesse effettuare dei test è invitato a segnalarlo sin da subito inviando una email a secretary@fenixseeds.com.

Per maggiori informazioni:
Fenix Seeds
Via XVIII Traversa 68
Belpasso (CT)
+39 095 8369384
+39 095 3286516
+39 095 3286517
info@fenixseeds.com 
www.fenixseeds.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto