Prova gratuita per 30 giorni delle banche dati

BDF guarda al futuro dell'agricoltura

Con un'esperienza più che trentennale, le banche dati BDF sono oggi un riferimento nel settore della gestione dati dei mezzi tecnici in agricoltura, in particolare per tutto ciò che attiene i prodotti per la difesa delle colture.

Più di 2.000 realtà professionali in Italia, soprattutto nel settore dell'ortofrutta, utilizzano ogni giorno le banche dati BDF che si articolano in tre macro aree: banca dati sugli agrofarmaci (con 600 sostanze attive gestite, 9000 prodotti censiti, dei quali più di 4000 attualmente autorizzati); banca dati disciplinari regionali di produzione integrata, ora in formato digitale, (è disponibile per oltre 150 colture in tutte le regioni); la banca dati LMR, livelli massimi di residui di agrofarmaci nei prodotti di origine vegetale.

Non Solo! Rispondere alle esigenze degli utilizzatori è sempre stata una priorità, per BDF, che in questi anni ha messo a punto e continua a proporre soluzioni nuove e versatili, perché i propri dati siano fruibili nella modalità migliore, dove servono e quando servono:

  • BDF desktop, banca dati completa per un uso da ufficio
  • BDF cloud, la versione desktop consultabile online
  • BDF up, banca dati versione smart, ottimizzata per cellulari e tablet, per un uso in mobilità
  • BDF dati, soluzioni integrabili e su richiesta

Oggi c'è però una nuova sfida, riuscire ad accompagnare gli operatori in questa fase complessa di transizione verso strategie di difesa e gestione delle colture sempre più sostenibili. Limitare l'impiego di sostanze di sintesi, sfruttare maggiormente le potenzialità di sostanze naturali e microorganismi e stimolare le capacità insite nelle colture stesse di difendersi e approvvigionarsi: sono questi alcuni punti con i quali l'agricoltura è chiamata a confrontarsi oggi.

Le banche BDF già oggi gestiscono tutti i dati relativi alle sostanze e ai prodotti fitosanitari utilizzabili in agricoltura biologica e da oggi anche le sostanze di base e gli ausiliari biologici, ma in un'ottica di maggiore sostenibilità delle produzioni, mezzi tecnici per la difesa e per la nutrizione dovranno lavorare sempre più in sinergia.

E' di luglio l'entrata in vigore del nuovo Regolamento fertilizzanti (UE) 2019/1009, con il quale l'Europa intende mettere ordine all'intero comparto, fortemente orientata al principio del riutilizzo delle biomasse. Le banche dati BDF hanno quindi deciso di crescere mettendo a disposizione di tutti gli operatori un nuovo modulo interamente dedicato ai prodotti fertilizzanti e biostimolanti, disponibile per la campagna 2023, ovvero la banca dati fertilizzanti, con oltre 27.000 prodotti e 1.200 fabbricanti censiti! E grazie al confronto continuo con i nostri clienti abbiamo già nuove idee alle quali stiamo lavorando. BDF si rivolge alle aziende, ai consulenti, alle rivendite, ai laboratori o piattaforme 4.0, perché la qualità in qualsiasi processo ha bisogno di dati.

Fino al 10 dicembre, senza impegno , BDF offre a tutti l'opportunità di provare gratuitamente per trenta giorni le proprie banche dati. Trenta giorni gratis, senza inserire strumenti di pagamento; così, semplicemente per dare modo di apprezzarne la qualità, la completezza e soprattutto l'utilizzo pratico. Per aderire basta compilare il modulo presente nel sito ufficiale.

Per maggiori informazioni: 
BDF
Banche Dati Agrofarmaci –
Informatica per l'agricoltura e l'ambiente
www.bdfsrl.it

 

 

 


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto