Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

I prezzi dell'energia deprimono le vendite di frutti esotici

Un'offerta limitata spinge al rialzo i prezzi dei mango, ma tutto potrebbe cambiare in un attimo

In Europa, la fornitura di mango è attualmente difficile. "Il mercato è vivace, ma i volumi in arrivo sono bassi. Questa offerta limitata significa che la domanda è abbastanza buona, e i prezzi di conseguenza alti", esordisce Ive Lambert della belga Starfruit.

"Questo soprattutto perché la Spagna si è fermata prima del previsto. Inoltre, la fornitura dal Brasile, che ora dovrebbe essere il principale fornitore dell'Europa, è stata ritardata dalle condizioni meteo e dalle elezioni. Quindi, sono arrivati molti meno volumi del solito". Ive dice che resta da vedere se questa situazione cambierà.

"Questa settimana, il Perù sta già iniziando a caricare quantità limitate di mango. Ciò potrebbe aumentare i volumi, ma poi si rischia un ribaltamento della situazione entro quattro o cinque settimane. Se il Perù dovesse riprendere e il Brasile iniziasse a inviare volumi maggiori, si potrebbe verificare molto velocemente un eccesso di fornitura. Fortunatamente, se dovesse accadere, saremmo vicini al Natale, un periodo in cui c’è maggiore richiesta", spiega Ive.

Tuttavia, il mercato rimarrà piuttosto volatile nelle prossime settimane. "A partire da gennaio, la domanda di frutti esotici normalmente diminuisce. Se questi volumi elevati dovessero continuare, i prezzi potrebbero crollare. Tuttavia, penso che i fornitori, in particolare quelli del Sud America, saranno più cauti. Con le tariffe di trasporto attuali di circa 10.000 dollari, siamo a 2 dollari per cassa di manghi. Non ti rimane nulla se li vendi in Europa a 3 o 4 euro. Sul mercato attuale, puoi ottenere 7 euro, quindi puoi permetterti quei 2 dollari in più".

Vendite difficili per l'avocado, in evoluzione per il frutto della passione
Anche il mercato dell'avocado rimane problematico. "Fino alla fine dell'anno, ci sarà una fornitura inferiore di calibri più grandi. Sudafrica e Perù stanno uscendo dal mercato. Il Cile ha generalmente dei frutti più piccoli e il Marocco è appena agli inizi e quindi gli avocado di grande calibro sono scarsi, il che porta a grandi differenze tra i calibri. C'è un'eccedenza e prezzi bassi per i calibri piccoli, ma poiché gli avocado più grandi sono i formati più diffusi nella vendita al dettaglio, i loro prezzi salgono", continua Ive.

Al contrario, il frutto della passione registra prezzi bassi da molto tempo. "Tuttavia, prevediamo dei cambiamenti. Anche in questo caso ci sono problemi con le tariffe di trasporto. A questi prezzi, i coltivatori non trovano più interessante spedire questi prodotti in Europa. I volumi, quindi, stanno diminuendo sempre più, mentre la domanda aumenta con l’avvicinarsi delle vacanze. Anche se nessuno sa con certezza cosa accadrà, con questi prezzi non può che essere positivo".

Starfruit ha ripreso anche con i litchi sudafricani. "C'è una domanda davvero molto forte per questo prodotto piuttosto costoso. È un prodotto che negli ultimi anni ha guadagnato terreno perché i litchi del Sudafrica sono di qualità decisamente migliore rispetto a quelli del Madagascar. Qui, le persone preferiscono ancora la qualità al prezzo", osserva il commerciante.

Tuttavia, in generale, l’attività presso la Starfruit non è frenetica. "L'inizio di novembre tradizionalmente non è un periodo impegnativo per i frutti esotici, ma gli alti prezzi dell'energia stanno deprimendo ancora di più il loro commercio. Il cibo si venderà sempre, ma le persone non hanno così tanti soldi da spendere. Se devono usarli per pagare la bolletta dell'elettricità, è più probabile che evitino l'acquisto di costosi frutti esotici".

"Siamo quindi ansiosi di vedere cosa ci riserveranno le festività. I frutti esotici "comuni" come avocado e mango si continueranno a vendere, ma sarà più difficile per i frutti più costosi. Il mangostano e il rambutan, ad esempio, sono prodotti che vendiamo regolarmente, ma quest'anno dobbiamo aspettarci una domanda sostanzialmente inferiore", conclude Ive.

Per maggiori informazioni:
Ive Lambert
Starfruit Company
112 Werkhuizenkaai
Bruxelles - Belgio
Tel: +32 (0) 224 20 876
Email: info@starfruit.be
Web: www.groupadw.be/starfruit


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto