Nella prima metà del 2022

Paesi Bassi: un chilogrammo di mele è costato il 7 per cento in meno

Recentemente GroentenFruit Huis ha riferito che nei Paesi Bassi le persone hanno consumato a casa il 4% in meno di frutta e verdura nella prima metà del 2022 rispetto all'anno pre-pandemico del 2019. Quest'anno, infatti, è stato acquistato il 6% in meno di frutta e verdura rispetto ai primi sei mesi del 2021. In particolare, banane, pere e meloni sono stati meno richiesti. Questo nonostante l'inflazione relativamente nella media, con un aumento dei prezzi ragionevolmente moderato del 2%. Alcuni frutti sono diventati addirittura più economici. Un chilogrammo di mele, ad esempio, costa il 7% in meno.

Tuttavia, gli acquirenti non ne hanno acquistate di più, anzi c'è stato un calo del 4% nell'acquisto di mele. L'Unione degli agricoltori belgi concorda sul fatto che il consumo di mele è in calo. Questi dati sul consumo non sono di buon auspicio per il settore frutticolo europeo alla luce di tutte le altre sfide che già deve affrontare. La determinazione dei prezzi è una di queste. Infatti, i prezzi di costo stanno salendo alle stelle, mentre le forze di mercato determinano i prezzi di vendita. Ciò significa che questi prezzi non tengono conto, o lo fanno in modo insufficiente, di fattori quali l'aumento dei costi di stoccaggio, della manodopera e dei materiali di imballaggio.

Aumento dei prezzi dell'elettricità
Oltre alla carenza di personale, l'aumento dei prezzi dell'elettricità è una delle sfide che la World Apple and Pear Association (WAPA) ha recentemente menzionato in un comunicato stampa. "Il prezzo dell'elettricità alle stelle è un altro problema. Potrebbe far lievitare i costi degli impianti di stoccaggio a livelli insostenibili per i coltivatori". WAPA si dice molto preoccupata per il raccolto finale e per la competitività dei coltivatori, osservando una potenziale minaccia alla continuità aziendale del settore.

Calibri più piccoli
Anche in questa stagione il cambiamento climatico ha giocato un ruolo importante. Secondo WAPA, infatti, questo ha influito sulle dimensioni dei frutti. "Le intense condizioni meteorologiche di agosto (ondate di calore e siccità in alcune regioni) hanno avuto un impatto negativo su parte del raccolto e sulla colorazione".


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto