Successo per un vivaio spagnolo

Per la prima volta coltivati kiwi in una delle zone più aride d'Europa

"Siamo il vivaio più a sud d'Europa che finora ha coltivato i kiwi nelle condizioni più aride", ha affermato Didier Diaz, direttore della Diego Díaz Viveros. Affrontare la sfida di coltivare questo frutto per la prima volta e a latitudini estreme, ha richiesto un approccio positivo.

Il vivaio, situato in Murcia, è specializzato in alberi di drupacee, mandorli e ulivi per i produttori agricoli. Ha clienti in tutta la Spagna, oltre che all'estero, all'interno e fuori l'Ue. Gli oltre 30 anni di esperienza nel settore li ha aiutati a intraprendere l'avventura della coltivazione del kiwi. È possibile produrre il frutto in una delle zone più aride d'Europa?

Nonostante siano abituati a lavorare con altri tipi di colture e, anche se il kiwi non è adatto alla produzione nella regione di Murcia, nel 2020 hanno deciso di avviarne la coltivazione.

Il kiwi è una pianta che non resiste al caldo secco, non può essere coltivata in terreni calcarei, non resiste all'acqua salata o a un'umidità relativa molto bassa, e tutte queste condizioni erano presenti in Murcia. Ciò ha richiesto al vivaio una maggiore attenzione e un investimento nella climatizzazione delle sue strutture. Per fare ciò, ha richiesto i servizi dell'azienda Novagric.

Climatec: un aiuto in più nella coltivazione del kiwi
"Abbiamo dovuto installare le apparecchiature Climatec per controllare i parametri di temperatura e umidità all'interno della serra, perché il kiwi è una coltura molto delicata a queste latitudini", ha affermato Manuel, tecnico commerciale di Novagric che si è occupato dell'installazione delle apparecchiature del progetto.

Il regolatore climatico progettato da Novagric è un'apparecchiatura che, oltre a controllare la temperatura e l'umidità, è in grado di regolare elementi strutturali come, fra gli altri, ventilazione, riscaldamento, schermi termici o ombreggianti, umidificazione.

"In questo tipo di coltura, è molto importante che la temperatura non superi i 35°C. e che l'umidità relativa sia superiore al 35%. Abbiamo scelto di lavorare con Novagric perché è un’azienda all'avanguardia in questo tipo di sistema", ha affermato Francisco, il tecnico del controllo delle colture.

Inoltre, Novagric consente loro di controllare facilmente tutti gli elementi della serra dal proprio cellulare, utilizzando la sua app.

Il vivaio ha dovuto anche adattare le sue strutture alla pianta. Didier ha spiegato che hanno dovuto aggiungere nebulizzazioni sotto i piani di coltivazione per aumentare l'umidità relativa e i sistemi di destratificazione dell'aria, in modo che le piante di kiwi raggiungano la loro crescita ottimale possibile e per salvare la qualità del raccolto.

Per maggiori informazioni:
Novagric
www.novagric.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto