Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Vardan Agro, azienda moldava

"Un sistema di hydro cooling ci aprirebbe molte porte sul mercato internazionale"

Gli articoli sul settore ortofrutticolo moldavo, di cui FreshPlaza si sta occupando, sono accomunati da un filo conduttore: la frutta moldava ha un sapore delizioso. Lo dicono tutti. Perché, allora, nei negozi dell'Europa occidentale non si trovano quasi mai le loro mele? Le ragioni sono molteplici.

In primo luogo, il mercato delle mele dell'Europa occidentale è caratterizzato da un'ampia offerta e da una forte concorrenza. Inoltre, fino a poco tempo fa, la Moldavia esportava quasi tutto il suo raccolto in Russia. Il Paese, quindi, dispone soprattutto di varietà che vanno bene sul quel mercato.


Stanislav Russu e suo fratello

I coltivatori di mele moldavi citano anche i costi logistici come una ragione, nonostante le spese di produzione più basse possano compensare questo aspetto. I salari in Moldavia sono da tre a sei volte inferiori a quelli dei Paesi Bassi e i terreni costano appena 3.000-5.000 euro per ettaro. Una prospettiva distorta gioca un ruolo preciso. Le persone in Europa occidentale non sanno quanto siano buone le mele moldave, oppure non ci credono. In questo senso, il settore ha ancora molto lavoro di promozione da fare. E l'attenzione delle aziende deve spostarsi dalla coltivazione alla vendita.


Stanislav controlla i frutti appena raccolti

Infine - e questo articolo ne parlerà - sono ancora necessari investimenti nelle linee di selezione e confezionamento. Le grandi aziende sembrano avere sotto controllo la coltivazione e lo stoccaggio, ma la maggior parte di esse è ancora alla ricerca di modi per portare la capacità e la qualità delle proprie stazioni di confezionamento a un livello superiore. L'ostacolo più grande? Il denaro. Il sostegno finanziario da parte di enti ufficiali o programmi stranieri (si legga: i progetti di sviluppo dell'USAID, ndr) e l'organizzazione del settore in cooperative potrebbero offrire una soluzione.


Vista aerea di un moderno frutteto di tre anni

Prima l'agricoltura, poi l'ortofrutta
Vardan Agro, un'azienda produttrice di mele, susine e ciliegie, con sede nel nord della Moldavia, è molto desiderosa di aumentare la cooperazione nel settore. Per questo motivo Stanislav Russu, direttore dell'azienda, contatta già più volte alla settimana le altre aziende di coltivazione della zona per condividere le esperienze e, insieme, cercare di individuare le sfide e le opportunità di produzione e commercializzazione. La condivisione delle infrastrutture potrebbe essere il prossimo passo.

Tre anni dopo il crollo dell'Unione Sovietica, nel 1991, il padre di Stanislav e alcuni soci fondarono un'azienda agricola di 800 ettari. Nel corso degli anni, i soci si sono gradualmente ritirati e ora Vardan Agro è un'azienda puramente familiare, gestita da un padre e dai suoi figli. "Ci occupiamo ancora molto di seminativi. Abbiamo aggiunto gli ortaggi nel 2004, ma abbiamo perso molto denaro tra il 2010 e il 2012, anni molto complessi per la coltivazione orticola. Abbiamo, quindi, deciso di passare a una coltura che aveva avuto molto successo in quel periodo: la frutta", esordisce Stanislav.


Vadan Agro è grande nelle ciliegie e nelle spugnole

"Abbiamo iniziato con 30 ettari. Il successivo anno cruciale è stato il 2019. Ci siamo resi conto che i nostri frutteti non erano abbastanza efficienti e competitivi, e anche la qualità poteva essere migliore. Abbiamo richiesto nuovamente dei prestiti e abbiamo allestito frutteti moderni, con reti antigrandine e irrigazione a goccia. Si tratta di grandi miglioramenti, anche se si può e si deve fare di più. Ad esempio, la qualità dell'acqua non è ottimale: è leggermente troppo acida e calcarea per gli alberi. Abbiamo 36 ettari di mele, 12 ettari di ciliegie e 9 ettari ciascuno di susine e ciliegie".

Cooperazione, la chiave del successo
"In Moldavia c'erano soprattutto mele Idared, Florina e Renet Simirenko. Quando abbiamo avviato il frutteto, abbiamo consultato un esperto che ci ha consigliato di piantare anche altre varietà, come Gala e Golden. Volevamo un'ampia gamma, dalle cultivar antiche a quelle club. Abbiamo guardato alla Russia, ma anche ad altri mercati. Ci siamo documentati sul sapore di ogni varietà, sulla tecnica di coltivazione, sulla produttività e su come selezionarle e conservarle, e su questo abbiamo basato le nostre scelte. Attualmente abbiamo più di dieci varietà e le nostre mele sono certificate GlobalGAP", spiega Stanislav.

Con un volume annuo di 4.000-5.000 tonnellate di mele, Vardan Agro non può naturalmente stipulare contratti con i supermercati per una fornitura costante tutto l'anno. "Ma se diverse aziende moldave, che offrono la stessa varietà, qualità e dimensione, unissero le forze, potremmo iniziare a parlarne. Moldova Fruct, l'associazione di categoria, non è un'organizzazione commerciale e, perciò, non acquista il nostro prodotto per commercializzarlo a livello centrale".

"Tuttavia, incoraggia la collaborazione tra le diverse aziende informando tutti i suoi membri quando c'è richiesta di determinati volumi", continua Stanislav. "I singoli coltivatori possono quindi dire quanto hanno a disposizione e a quale prezzo, e si può fare un'offerta combinata. È un primo passo, ma la cooperazione potrebbe arrivare ancora più lontano".

Le moderne linee di selezione, in particolare quelle ottiche, sono molto costose e spesso un obiettivo irraggiungibile per le singole aziende di coltivazione. Sarebbe molto utile un modello cooperativo, con l'acquisto congiunto di macchine avanzate per la selezione e il confezionamento, da utilizzare in comune. Questo ridurrebbe ulteriormente i costi di produzione e garantirebbe una qualità costante di un prodotto - non dimentichiamolo! - dal sapore insuperabile.


Il frutteto visto dall'alto

Vardan Agro non eccelle solo nella coltivazione di mele, ma anche di ciliegie belle e grandi. "Anche in questo segmento manca ancora la capacità di post-raccolta. In particolare, abbiamo bisogno di un hydro cooler per mantenere le ciliegie belle e sode, e prolungarne la durata di conservazione. Speriamo di ottenere delle sovvenzioni per realizzare questo progetto. Senza dubbio ci aprirebbe molte porte sul mercato internazionale", conclude Stanislav.

Per maggiori informazioni:
Stanislav Russu
Vardan Agro
5639 Sturzeni (Riscani) – Moldavia
Tel.: +373 691 588 66
Tel.: +373 691 717 74
vargan-agro@mail.ru


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto