Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

II commento dell'importatore olandese Danny Deen (Denimpex)

Aglio cinese: in arrivo in Ue, ma in stock c'è ancora prodotto del vecchio raccolto

"Nell'Unione europea non si sente più parlare di Covid-19, ma all'ordine del giorno sembrano esserci solo energia, inflazione, azoto e aumento dei costi salariali e di trasporto. Tuttavia, in Cina il Covid-19 è ancora uno dei motivi per cui l'economia non sta andando bene, perché ci sono ancora molte aree in blocco - afferma Danny Deen - C'è una politica di tolleranza zero e a Jining e Jinxiang le persone non possono uscire di casa in certi orari. Le stazioni di imballaggio sono ferme, perché i dipendenti non possono recarvisi".

Secondo l'esperto importatore di aglio, i raccolti sono molto diversi nel mondo. "In Spagna è disponibile più aglio viola che bianco, come anche in Cina, quindi il raccolto di aglio bianco è diminuito di circa il 20-30%, ma di quello viola c'è il 20-30% in più. I calibri sono generalmente gli stessi delle stagioni precedenti. La qualità dell'aglio cinese è decisamente migliore rispetto alle ultime tre campagne, grazie a un clima migliore durante la raccolta. In Spagna si sono verificati alcuni danni da scottatura a causa del caldo".

A causa della guerra in Ucraina e del nuovo sistema di quote per l'aglio, nell'ultimo trimestre del 2021 in Ue è arrivato molto prodotto dalla Cina, con il risultato che a settembre sono disponibili volumi del vecchio raccolto, che non soddisfano più gli standard di qualità occidentali. Il nuovo raccolto che sta arrivando sul mercato dalla fine di giugno è molto ricercato in Ue, ma ne è stato spedito molto meno a causa dei volumi di vecchio raccolto ancora presenti. Questi ultimi lasciano meno spazio al nuovo raccolto nei vari magazzini refrigerati specializzati".

"Il costo del trasporto marittimo è ancora molto elevato. Con il notevole calo del volume delle esportazioni asiatiche, anche i noli sono diminuiti, ma non certo ai livelli precedenti. Le principali compagnie di navigazione hanno 'appena' messo fuori servizio un certo numero di vettori, creando una situazione di tensione, con il risultato che i prezzi stanno nuovamente aumentando", ha detto Danny.

A suo avviso l'ulteriore sviluppo del mercato dipenderà interamente dall'offerta cinese. "Finora è stato molto limitato e costoso, a causa del tasso di cambio, del costo del trasporto marittimo e di altre spese, ma anche l'aglio spagnolo è diventato molto più costoso a causa dell'aumento dei costi dei salari, dei trasporti, tra gli altri. I prezzi di vendita dovranno quindi aumentare se vogliamo che questa stagione dia un risultato positivo per tutti gli operatori del settore dell'aglio!".

Per maggiori informazioni:
Danny Deen
Denimpex
Sint Antoniesbreestraat 10
1011 HB Amsterdam - Paesi Bassi
+31(0)20 6246390
danny@denimpex.nl     
www.denimpex.nl


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto