Cédric Leite - Mighirian Frères:

"Le temperature elevate hanno portato a una carenza di pomodori"

L'ondata di caldo di tre settimane fa ha portato a una grande produzione di pomodori e quindi a un eccesso di offerta sul mercato. Ma oggi la situazione è completamente diversa. "Ora stiamo sentendo l'effetto dell'ondata di caldo", spiega Cédric Leite della Mighirian Frères, un'azienda con sede a Rungis.

"Succede lo stesso ogni volta che c'è un'ondata di caldo. Tutti i frutti che sono già in crescita sulle piante maturano molto rapidamente e ci ritroviamo con volumi molto elevati sul mercato. I prezzi di vendita diventano quindi molto bassi e, due settimane dopo, la pianta trattiene l'acqua e smette di produrre frutti, per proteggersi da altri episodi di calore. Si passa quindi da un eccesso di produzione a una carenza di pomodori in pochissimo tempo, e da prezzi estremamente bassi ai prezzi attuali che risultano raddoppiati".

Purtroppo, la seconda ondata di caldo annunciata per questa settimana (la 29ma del 2022) non migliorerà la situazione. "Con le temperature previste, l'offerta rimarrà bassa per un po' di tempo". Si spera che il periodo di vacanza mantenga il livello di consumo abbastanza basso da minimizzare lo squilibrio sul mercato. "Finora abbiamo già potuto avvertire gli effetti della stagione delle vacanze. Le vendite sono meno dinamiche".

"Ma qualunque sia la configurazione del mercato, sia che si debba aiutare i produttori a vendere la loro merce come abbiamo fatto tre settimane fa, sia che ci si trovi a dovere cercare merce come avviene oggi, sceglieremo sempre di favorire la produzione francese e di sostenere pienamente i nostri produttori".

Per maggiori informazioni:
Cédric Leite
Mighirian Frères
+33 01 41 73 78 14


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto