Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Jordan Hascoet, produttore bretone indipendente

"Il monitoraggio delle colture è fondamentale"

Un giovane produttore di pomodori della Bretagna ha scelto di dare la priorità alla qualità del gusto, con un orientamento varietale adattato e alti livelli di conduttività. Per ciascuna delle sue varietà, definisce il miglior equilibrio tra il comportamento generativo e vegetativo, quindi il monitoraggio delle colture è fondamentale per lui.

Nel 2020, Jordan Hascoet ha rilevato l’attività dei suoi genitori, un’azienda nata nel 1989 con le prime serre a Cléder (dipartimento del Finistère). Si sono gradualmente specializzati nella produzione di pomodori e fragole, insieme a Prince de Bretagne per la loro commercializzazione. Jordan ha sempre aiutato nell’azienda dei suoi genitori. Nel 2012, ha iniziato a lavorare come dipendente, e due anni fa è subentrato nella gestione dell'azienda. Oggi la Grodan dispone di 4,5 ettari di serre, di cui 3,3 ettari di coltivazioni di pomodori. I rimanenti sono principalmente utilizzati per la produzione di fragole, oltre ad alcune colture per la diversificazione (lampone e peperoni, fra gli altri). La sua produzione di fragole è notevolmente diminuita, a causa dell'elevato fabbisogno di manodopera di questa produzione.

Elevati livelli di conduttività
Le scelte produttive di Jordan Hascoet si sono evolute nel corso degli anni, propendendo nettamente verso la qualità del gusto, grazie ad un orientamento varietale adattato e pratiche colturali che privilegiano alti livelli di conduttività. Queste scelte lo hanno portato anche a cambiare strategia commerciale e a passare da socio cooperativo a produttore indipendente. "Essere indipendente mi dà più libertà nelle mie scelte strategiche e, di conseguenza, una maggiore valorizzazione delle colture".

La commercializzazione è ora affidata a uno spedizioniere che vende con il marchio Saveurs du Bout du Monde, e/o con il marchio produttore Le 13.

Per i suoi raccolti di pomodori, Jordan Hascoet ha scelto da tempo la lana di roccia. "Coltivare su substrato di cocco provoca troppe difformità e devi fare i conti con troppe incognite. Con i substrati di lana di roccia, siamo sicuri di iniziare ogni anno sulla stessa base", afferma l'agricoltore, che lavora da diversi anni con lastre GT Master alte 10 cm.

"Il mio obiettivo è fin dall’inizio quello di aumentare il livello di conduttività, sapendo che ricevo sempre due tipi di piante, da due vivaisti diversi: Beekenkamp e Technosem. Il primo utilizza la subirrigazione e fornisce piante con un alto livello di conduttività. Il secondo utilizza metodi di irrigazione tradizionali e fornisce cubi con un livello di conduttività inferiore. Tutto deve essere armonizzato al momento della semina. Ma è anche necessario ridurre le innaffiature e asciugare le lastre per ottenere il livello di conduttività desiderato, con la difficoltà di riumidificare correttamente il supporto in seguito. La lastra GT Master, e un rigoroso controllo con i sensori GroSens, mi consentono di raggiungere i miei obiettivi", spiega Jordan Hascoet.

Adattare e-Gro all'azienda
Hascoet lavora con un computer per il controllo climatico della Hortimax e una rete di vecchi e nuovi sensori GroSens. Dato il suo interesse per il follow-up e l'analisi dei dati registrati nelle sue serre, ha lavorato attivamente, e in modo costruttivo, per migliorare la piattaforma software e-Gro. Per fare questo, è costantemente in contatto con i nostri team tecnici. Nella sua azienda, è particolarmente interessato al monitoraggio dell'equilibrio delle piante e apprezza di poter gestire ogni varietà, grazie a una loro facile identificazione sul dashboard del software. Ciò che conta per lui è poter seguire l'evoluzione dei dati.

"Per ogni varietà bisogna impostare il cursore che definisce il giusto equilibrio tra generativo e vegetativo. Devi adattare e-Gro al profilo della tua azienda, soprattutto per gli agricoltori come me che lavorano con diverse varietà. Uno dei principali vantaggi dei sensori GroSens che misurano i livelli di conduttività nel substrato, è che forniscono le giuste indicazioni per preparare le prime irrigazioni al mattino, con quasi un giorno d’anticipo rispetto ai dati del sistema di drenaggio".

Per maggiori informazioni:
Grodan 
grodan.fr


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto