René Zwinkels - Axia Vegetable Seeds

Negli ultimi anni, il numero di serre high-tech è cresciuto in Polonia

Con 1.400 ettari di coltivazione di pomodori in serre riscaldate, la Polonia è il secondo principale mercato d'Europa. Il 12 e 13 gennaio scorso, si è tenuta a Varsavia la fiera locale dell'industria ortofrutticola TSW, a cui hanno partecipato René Zwinkels e Kasia Kaczmarek della Axia Vegetable Seeds. "La maggior parte di quello che viene coltivato in Polonia è destinato al mercato domestico. Con 48 milioni di consumatori, quello polacco è uno dei consumi pro capite di pomodoro più alto d’Europa", afferma René. E proprio come la stessa Polonia, anche la coltivazione del pomodoro si sta sviluppando rapidamente.

Alta tecnologia
"In Polonia, il numero di serre ad alta tecnologia è cresciuto notevolmente negli ultimi anni. Nel Paese, il prezzo di costo è molto basso e il consumo è elevato. Ci sono aziende più grandi che osano davvero nel business", afferma René. "La Mularski, ad esempio, dà importanza alle specialità, uno sviluppo che qui continua. Citronex lavora molto con i pomodori rosa e vende il proprio marchio nel supermercato polacco Bidronka. La superficie totale per Bidronka è dai 300 ai 400 ettari, di cui 20 ettari sono anche coltivazioni in pieno campo". In totale, René stima che il campo aperto in Polonia sia compreso tra 50 e 60 ettari.

Come i loro colleghi europei, questi coltivatori devono affrontare delle sfide, ora che i prezzi dell'energia sono aumentati drasticamente. René prevede che la vera sfida arriverà nei prossimi anni. "L'orticoltura polacca dipende per il 70-80% dal carbone e questa sarà una minaccia enorme. Ora stanno soffrendo per l’aumento del prezzo dell'energia - che non è quadruplicato o quintuplicato come nei Paesi Bassi, ma è comunque il doppio rispetto allo scorso gennaio. Ma la vera sfida sta nell'abbandonare il carbone. La Polonia ha anche firmato un accordo con l'Ue e dovrà trovare delle alternative alle centrali a carbone entro il 2030, o ridurre le emissioni di CO2".


La superficie del coltivatore polacco Citronex è cresciuta negli ultimi anni fino a 55 ettari, parte dei quali è illuminata

Pomodori rosa
René visita la Polonia per Axia da quasi cinque anni e, anche grazie agli sforzi della sua collega Kasia, trova sempre più spesso le sue varietà. "Il livello dei pomodori rosa qui è molto alto. Se vuoi affermarti in Polonia, devi selezionare questi pomodori. Abbiamo un programma a parte per questo e speriamo di conquistare il mercato nei prossimi anni". I pomodori cocktail rosa e i datterini fanno parte da tempo della gamma della Axia. Ora l'azienda sta introducendo anche il primo pomodoro rosa da 170 grammi. "Per i frutti a polpa fine, questo è un grande mercato", dice René.

Ciò che per lui è importante è che, in fiera, anche molti produttori (che coltivano in serre agricole a tunnel) sono stati interessati alle varietà ibride. "Il numero di coltivatori che commercializzano i loro prodotti nella regione si è stato notevolmente ridotto. Ma la tecnologia continua a crescere. Per il momento, il nostro focus è sulla coltivazione in serra high-tech, ma dato che la domanda delle serre a tunnel è così forte, sicuramente valuteremo se le varietà che coltiviamo in Spagna per il mercato non riscaldato, possano essere utilizzate anche in Polonia. Questo è il vantaggio della nostra azienda: possiamo apportare rapidi cambiamenti all'interno di Axia".


René alla fiera in Polonia

Rapido sviluppo
In questi anni, René ha visto l'orticoltura polacca, e la Polonia in generale, svilupparsi alla velocità della luce. L'economia è in forte evoluzione e questo si riflette anche nel Paese. "Si stanno costruendo nuove case in campagna. Tutto è in pieno sviluppo". Ci si chiede come questo si ripercuoterà sul mercato del pomodoro. "La Polonia si unirà al passaggio, a cui abbiamo assistito nell'Europa occidentale, ai pomodori ciliegino e a grappolo?".

"Se ne è parlato molto al nostro stand, ma si sta attuando? "L'attenzione per le specialità è limitata. I coltivatori innovativi, come Mularski, optano per pomodori cocktail e per una piccola parte di pomodori ciliegino o datterini sfusi (da 20 a 24 grammi), ma il mercato è ancora ridotto. Preferiscono il colore dei pomodori più grandi: arancione da 150-180 grammi, o anche cuore di bue da 220 grammi. Sono curioso di vedere come si svilupperà".

Per maggiori informazioni: 
Axia Vegetable Seeds
www.axiaseeds.com
info@axiaseeds.com

René Zwinkels
rene@axiaseeds.com  

Katarzyna (Kasia) Kaczmarek
+48 508 948 209
kasia@axiaseeds.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto