Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Ruan van Graan – Banhoek Fruit Packers

I produttori sudafricani di susine avrebbero bisogno di un’estate australe normale, e invece continua a piovere

La Banhoek Valley, fuori Stellenbosch, in Sudafrica, è in ritardo di circa dieci giorni con la raccolta delle susine, rispetto alle aree precoci del Capo Occidentale. Le ultime susine rosa africane vengono confezionate proprio ora.

Questa settimana inizierà la prima raccolta in assoluto delle Ruby Dawn, una susina King a polpa rossa della Zaiger Genetics,coltivata per i licenziatari locali Icon Fruit.

Una giornata intensa presso la Banhoek Fruit Packers, terminata con la Early African Rose (foto fornite da Banhoek Fruit Packers)

"Le dimensioni del raccolto della Ruby Dawn sembrano molto buone. Si tratta di una susina davvero molto bella", afferma Ruan van Graan, amministratore delegato della Banhoek Fruit Packers. "Il colore della buccia e della polpa sta cambiando proprio in questo momento. E' molto importante che la polpa abbia già dal 50% al 60% del suo colore, prima di essere raccolta. Si vede chiaramente quando si verifica l'invaiatura. A volte i frutti più grandi colorano più velocemente, quindi raccogliamo quelli per primi, ma vedremo come andrà: è il primo anno che le raccogliamo, quindi non vogliamo correre rischi".

Le susine Ruby Dawn resistono bene al trasporto, quindi possono viaggiare tre settimane per arrivare in Estremo Oriente. L'Europa è un altro mercato per la susina interspecifica che, dice Ruan, si vende da sola.

Effettivamente, i mercati europei e mediorientali delle susine sono al momento apertissimi alle forniture sudafricane, visti i danni causati dal freddo alle Angeleno tardive italiane. Dall’altra parte, le vendite invernali delle drupacee dell'emisfero australe dipendono dalle campagne promozionali, finalizzate a stimolare la domanda dei consumatori.

Tuttavia, nel Capo Occidentale i continui rovesci di pioggia in estate destano grande preoccupazione. "Nelle ultime settimane, ha piovuto ogni due o tre giorni, e questo ci mette sotto pressione nel reparto di confezionamento. Bastano 10-12 mm di pioggia perché il tenore zuccherino dei frutti diminuisca di un 1%, una  percentuale considerevole, soprattutto su una susina precoce come la African Rose".

Le condizioni insolitamente fresche dell'estate australe si manifestano anche nei calibri delle susine precoci. Infatti Ruan prevede che quest'anno potrebbero esserci molte susine di piccolo calibro, il che mette sotto pressione un mercato limitato come quello del Regno Unito.

Le susine di metà e fine stagione, che costituiscono la maggior parte del raccolto sudafricano, stanno attualmente beneficiando di un clima fresco, ma quando arriverà la raccolta, i coltivatori saranno molto sollevati dal ritorno alla classica estate di caldo secco del Capo.

L'aumento dei costi: un fardello molto pesante
I coltivatori sudafricani di drupacee sono molto sotto pressione a causa dei costi elevati e non adeguatamente compensati dai rendimenti aziendali. I prezzi dei fertilizzanti sono più che raddoppiati nell'ultimo anno, mentre i prezzi del diesel sono aumentati del 40% su base annua.

Recentemente, il rand (valuta locale) si è indebolito rispetto al dollaro americano, dopo un periodo di cambio forte all'inizio di quest'anno, e attualmente è a circa 15,90 rand per un dollaro statunitense.

"Non dovremmo dimenticare il nostro amico, il tasso di cambio. Fa una differenza enorme", sottolinea Ruan. "E' già aumentato del 20% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, il che significa che il 20% del prezzo del cartone è coperto dal tasso di cambio, visto che spendiamo in rand ma guadagniamo in dollari".


Le susine sudafricane sono molto apprezzate dai retailer britannici come Tesco, ma la carenza di manodopera e di camionisti, causata dalla Brexit, li rende cauti, osserva Ruan.

"Basti ricordare cosa è successo all'inizio di quest'anno, intorno alla settimana 4, con le Fortune e Laetitia [quando due navi che trasportavano susine sudafricane sono arrivate contemporaneamente in Europa, a causa dei ritardi nelle spedizioni], con la merce che è stata praticamente regalata per eccesso di offerta. Sarà molto interessante vedere cosa accadrà in questa stagione”.

Per maggiori informazioni:

Ruan van Graan
Banhoek Fruit Packers
Tel: +27 61 422 3456 / +27 82 414 999
Email: ruan@banhoekfruit.co.za
https://www.banhoekfruit.co.za/


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto