Jan Marc Schulz, di SFI Rotterdam

Periodo prenatalizio i coltivatori cileni di ciliegie non si dimenticano dell'Europa

Dal 23 novembre 2021, le prime ciliegie cilene sono di nuovo disponibili presso la compagnia olandese SFI Rotterdam. Anche se negli ultimi anni la Cina ha assorbito gran parte delle ciliegie cilene, l'importatore olandese - che da quest'anno ha sede a Schiedam, Paesi Bassi - ha sempre continuato a offrire ciliegie cilene nel periodo prenatalizio. "Ogni anno, non vedo l'ora che le ciliegie arrivino. Semplicemente, questo prodotto irradia vibrazioni festive", dice Jan Marc Schulz con entusiasmo.

"Naturalmente, negli ultimi anni la Cina è stata il punto di riferimento per i coltivatori cileni di ciliegie, ma l'Europa non è stata dimenticata nel periodo prenatalizio, anche se il paese non invia più i volumi a cui eravamo abituati in passato - continua Jan-Marc - Circa quindici anni fa, fornivamo ancora ciliegie cilene preconfezionate ai supermercati. Quando la Cina ha aperto il mercato, questi programmi sono finiti, anche se abbiamo continuato a proporre il prodotto ogni anno prima del Natale. Quanto all'inizio della stagione, dipende dalla situazione commerciale".

"Le ciliegie cilene sono interessanti, soprattutto nel periodo prima di Natale, perché è in quel momento che si possono fare prezzi migliori. Sono effettivamente costose, ma in Cina vengono pagate persino di più; quindi spero che il consumatore europeo continui ad apprezzarle - ha detto l'importatore - L'anno scorso abbiamo visto che, con l'effetto del Coronavirus, le persone erano più inclini ad acquistare prodotti di lusso, quando li consumavano a casa. Pertanto, l'anno scorso le ciliegie cilene sono state molto richieste. Quest'anno, speriamo in un andamento simile".

Qualitativamente, secondo l'importatore, è perfettamente possibile importare le ciliegie anche per via marittima. "Ma, a causa dello sconvolgimento del mercato dei container, dove sembra che le compagnie di navigazione non abbiano alcun interesse a migliorare le cose, è quasi impossibile far arrivare i container prima di Natale. Non lo escludo, ma preferisco non farci affidamento", dice Jan Marc.

In Cile i problemi attuali non riguardano solo la situazione logistica, ma anche i costi crescenti delle materie prime e la mancanza di lavoratori per la raccolta. "I produttori devono occuparsene. La raccolta delle ciliegie è molto laboriosa. E la ciliegia è il primo prodotto a essere staccato dalle piante, quindi quei coltivatori si tengono stretti gli addetti alla raccolta. Mi aspetto che la carenza di personale sarà quindi persino maggiore per i mirtilli".

SFI non vuole diventare un fornitore di ciliegie per tutto l'anno. "Ci sono altri player, per questo. Ma noi siamo contenti di continuare a occuparci delle ciliegie cilene. Conosciamo la loro qualità. E, se c'è richiesta, possiamo anche fornire ciliegie cilene fino a ben oltre Natale. Con una domanda sufficiente e prezzi adeguati, è possibile farlo fino alla fine di febbraio".

Per maggiori informazioni:
Jan Marc Schulz
SFI Rotterdam
Mercuriusweg 12B 
3113 AR Schiedam
jmschulz@sfifruit.com       
www.sfifruit.com     


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto