Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Reti sostenibili per confezionare agrumi, frutta e verdura

Ridurre l'uso della plastica in ortofrutta è possibile, almeno per certi aspetti. Abbiamo raccolto la testimonianza di M.T. Reti, un'azienda che si occupa da oltre 20 anni della produzione di reti tubolari tessute per il confezionamento di agrumi e ortofrutta prodotti in Sicilia, e richiesti dalle migliori catene di supermercati di tutta Europa.

Antonino Testa e Giuseppe Martorana di M.T. Reti, soci dell'azienda siciliana

"Alla ricerca di alternative che puntassero alla sostituzione degli imballaggi in plastica - spiega Giuseppe Martorana, socio dell'azienda - nel 2014 abbiamo sviluppato e portato sul mercato le reti tubolari in cellulosa. Rispetto alle reti in plastica, le nostre permettono di mantenere lo stesso formato di confezione, con un impatto ambientale ridotto, grazie all'utilizzo di materie prime di origine naturale come il legno. Si tratta di un processo produttivo con ridotte emissioni rispetto alle lavorazioni plastiche e un volume di rifiuti da smaltire in maniera naturale, grazie alla compostabilità del nostro imballaggio".
Anche l'approvvigionamento è sostenibile

Agrumi confezionate in rete

"Le materie prime per la produzione delle nostre reti naturali - aggiunge Martorana - sono ricavate dal legno di faggio dell'Europa centrale. Insomma, anche la nostra materia prima è sostenibile perché non viene dall'altra parte del mondo, e ciò riduce in maniera importante lo spostamento e le emissioni. Prive di plastica, biodegradabili e compostabili, le reti si decompongono in 8 settimane nel terreno e possono essere smaltite insieme ai più comuni rifiuti organici, ad esempio insieme agli scarti dei prodotti ortofrutticoli confezionati nella rete stessa".


Cipolle, aglio e patate confezionate in rete, ma gli usi sono davvero tanti. E' possibile confezionare anche mele, pere e tutte quelle referenze che presentano una certa consistenza

Per la fabbricazione di questo packaging si passa dall'albero al legno, alla polpa, alla fibra, al filato, per finire alla rete vere e propria. Le retine in cellulosa, secondo quanto riferito dall'azienda, sono colorate con una tecnologia che fornisce vantaggi ecologici efficienti, con un significativo risparmio di acqua ed energia, dall'origine fino al prodotto finito. M.T. Reti garantisce fino al 50% di risparmio energetico e idrico e una riduzione delle emissioni di CO2 del 60%, con conseguente minore impatto ambientale rispetto alla tintura convenzionale.

"Le nostre reti in cellulosa – ha concluso l'esperto - sono sicure e certificate per il contatto alimentare, vengono prodotte secondo gli standard europei per il packaging alimentare. Il settore ortofrutticolo, sulla spinta della normativa europea, sta prendendo una sempre maggiore consapevolezza rispetto a questi imballaggi, che sono richiesti per mantenere bassa la soglia di carbon footprint. M.T. Reti è già da diversi anni presente anche per l'export nel continente europeo e nei nuovi mercati che ricercano alternative alla plastica".

*Le immagini contenute nel presente articolo sono state fornite gentilmente da Giuseppe Martorana, a eccezione della prima.

Per maggiori informazioni: 
M.T. RETI sas
Giuseppe Martorana
Via del Commercio, snc
90011 Bagheria PA - Italia
+39 3938272442
info@mtreti.it
www.mtreti.it


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto