L'EFSA riconosce l'obbligo del trattamento del freddo per le importazioni di agrumi dal Sudafrica

Secondo la trascrizione delle riunioni che il Comitato permanente per gli ortaggi, gli animali, gli alimenti e i mangimi (sezioni fitosanitarie) ha tenuto il 21 e 22 ottobre, l'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) ha riconosciuto che le esportazioni di agrumi sudafricani verso il mercato comunitario dovrebbero essere sottoposte al trattamento a freddo, come sostenuto dai sindacati (come La Unió de Llauradors) e dalle autorità spagnole (vedi precedente news).

Nella loro presentazione, gli esperti dell'EFSA hanno sottolineato che la misura più efficace è il trattamento a freddo. Alla luce di ciò, la Commissione europea ha avviato un processo di revisione delle condizioni in cui gli agrumi sudafricani, e tutti gli altri prodotti vegetali che sono potenziali ospiti di Thaumatotibia leucotreta, vengono importati nell'UE. Va notato che, attualmente, il trattamento a freddo è l'unico sistema in grado di garantire la sicurezza di queste importazioni e che la Spagna - e anche lo stesso Sudafrica - sono già obbligati ad attuarlo quando esportano i loro prodotti in altri paesi.

E' emerso inoltre che l'EFSA ha avuto notevoli difficoltà ad accedere a tutte le informazioni richieste alle autorità sudafricane e che, in alcune occasioni, non sono state seguite tutte le azioni previste dal piano sudafricano di lavoro. In breve, le misure stabilite nel piano di lavoro non solo sono inefficaci, poiché mancano di una solida base scientifica, ma non sempre sono state seguite.

Durante la riunione, i rappresentanti del Ministero spagnolo dell'Agricoltura hanno ribadito gli aspetti messi sul tavolo nel rapporto dell'EFSA, insistendo sul fatto che il trattamento a freddo è l'unica opzione per garantire un livello tollerabile di assenza di parassiti.

In questo senso, la Commissione Europea ha indicato che è in attesa che la Convenzione Internazionale per la Protezione delle Piante (IPPC) pubblichi la sua proposta di uno standard fitosanitario specifico per il trattamento a freddo contro la Thaumatotibia leucotreta, per avere un riferimento standard internazionale quando si modificano i regolamenti comunitari.

Sempre più spedizioni sudafricane vengono intercettate con parassiti
Gli ultimi dati ufficiali disponibili indicano che, fino a settembre, sono state intercettate un totale di 204 spedizioni. Nello stesso periodo dello scorso anno, l'UE ha intercettato 203 spedizioni. A settembre di quest'anno, l'UE ha intercettato 14 spedizioni dal Sudafrica con parassiti (8 con Phyllosticta citricarpa e 6 con Thaumatotibia leucotreta). Nello stesso mese del 2020, l'UE ha intercettato solo 5 spedizioni dal Sudafrica. Tra gennaio e settembre, l'UE ha già intercettato 33 spedizioni sudafricane. Nello stesso periodo dell'anno scorso, sono state intercettate 18 spedizioni. A settembre, l'UE ha intercettato un totale di 24 spedizioni da tutti i paesi, 14 delle quali provenienti dal Sudafrica.

Per maggiori informazioni: 

La Unió de Llauradors
launio@launio.org
www.launio.org


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto