Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Gap nei trasporti aprono finestre commerciali che i prodotti ortofrutticoli turchi possono riempire

Tutto il mondo sta affrontando la carenza di container e, sebbene questo comporti enormi problemi per alcuni Paesi, per altri potrebbero aprirsi delle opportunità che altrimenti non avrebbero avuto. Una cosa è chiara, i prezzi dei container e delle spedizioni sono aumentati per tutti, ma alcuni aumenti sono maggiori di altri.

Secondo Coskun Eren, responsabile marketing dell'azienda d’esportazione turca di prodotti ortofrutticoli Eren, la situazione attuale dei container e dei costi della logistica è la peggiore di sempre: "Il mondo sta attraversando un periodo molto difficile, come sappiamo tutti. Non c’è bisogno di sottolineare la gravità della situazione, perché tutti coloro che esportano sanno quanto sia difficile in questo momento. Sia la Cina che gli Stati Uniti hanno iniziato una guerra per accaparrarsi i container, e il mondo intero ne sta risentendo. All'inizio dell'estate la situazione è peggiorata, e ogni giorno continua a diventare più problematica. Solitamente i prezzi dei container vengono fissati per un anno intero, ma ora cambiano settimanalmente, il che rende impossibile una pianificazione e una strategia adeguata intorno ai prezzi dei container".

Eren dice che fondamentalmente si sta facendo ‘il gioco delle sedie’ con i porti e i container disponibili, poiché cambiare porto è davvero un'opzione per l'esportatore turco: "L'attuale disponibilità di container è piuttosto bassa. Dobbiamo prenotarli in anticipo, con tutti i relativi rischi. Fortunatamente, la Turchia ha diversi porti specializzati per diverse aree e prodotti, quindi possiamo spostare la nostra merce in un porto diverso e caricarla su una nave diversa, a seconda della situazione. Questo ci dà un grande vantaggio rispetto ad altri Paesi, oltre al fatto che i porti della Turchia sono abbastanza vicini fra loro, circa 500-1.000 km, e abbiamo operato in tutti. Attualmente, i nostri mercati principali sono tutti raggiungibili: Nord America, Estremo Oriente, Medio Oriente, Ue e Russia hanno tutti degli slot per container. I prezzi sono molto più alti rispetto allo scorso anno, ma finora riusciamo a gestirli. In particolare, portare i prodotti ortofrutticoli in Nord America è più difficile rispetto agli altri mercati".

La posizione della Turchia, rispetto ai Paesi concorrenti, è migliorata molto nelle attuali circostanze logistiche, perché per i produttori turchi i costi non sono aumentati, come invece è successo in altri Paesi, spiega Eren. "La mancanza di container ha creato dei gap o aperto delle finestre commerciali che i prodotti ortofrutticoli turchi possono riempire, e in realtà molto più del previsto. Siamo soprattutto in concorrenza con Spagna, Egitto, Cina e Stati Uniti. Rispetto allo scorso anno, in questo momento la loro situazione logistica è peggiore di quella della Turchia. I nostri costi per il trasporto di container sono aumentati di circa il 100% rispetto allo scorso anno, mentre Spagna, Cina e Stati Uniti hanno visto i loro costi aumentare di una percentuale molto più alta. Questo crea delle opportunità molto importanti per l’ortofrutta turca. Per riassumere, posso dire che i nostri costi totali per l'esportazione in Nord America sono aumentati del 150%, i nostri costi di trasporto verso l'Ue e Russia del 150% e i costi verso l’Estremo Oriente del 25%, rispetto allo scorso anno. Questo significa che stiamo andando molto bene rispetto ad altri Paesi".

Le sfide logistiche in tutto il mondo hanno fatto sì che la Turchia possa competere in campi dove prima non poteva: "I prodotti ortofrutticoli che arrivano da determinati Paesi e con i quali prima non potevamo competere, ora sono alla nostra portata. Il commercio di container viene solitamente effettuato con prodotti durevoli, come limoni, pompelmi, arance, alcuni mandarini, melagrane, mele, pere, mele cotogne, patate, cipolle, aglio, carote e molti altri. L'ortofrutta turca ha acquisito un vantaggio significativo nell'esportazione verso i mercati dove esportano anche Spagna, USA o Cina. Ultimamente stiamo già ricevendo molte richieste di prezzi da tante regioni, e una delle risposte più frequenti alle nostre offerte è "Quando potete spedire?", che è esattamente quello che vuole sapere un venditore", conclude Eren.

Per maggiori informazioni:

Coskun Eren
Eren Tarim
Tel: +90 533 695 5802
Email: coskun@erentarim.com 
www.erentarim.com 


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto