Zenzero, prezzi sostenuti in Gdo

Il prodotto in commercio non è molto, rispetto alla richiesta, e i prezzi si mantengono interessanti. Stiamo parlando dello zenzero, che in questo periodo proviene per lo più da Cina, Brasile e Perù, in ordine decrescente di importanza. Quello italiano, invece, pur esistente, è ancora in quantità molto limitate, in attesa di aumentare la produttività.
Due giorni fa, in una catena della Gdo nel nord Italia, lo zenzero comune sfuso era in vendita a 5,59 euro/kg, provenienza Perù. Quello biologico, sempre dal Perù e confezionato in Italia, era circa al doppio (9,93 euro/kg).

Dal punto di vista del mercato, durante il lockdown vi è stata una carenza di prodotto causata sia da problemi logistici, sia perché i Paesi produttori esportavano meno. Poi, con l’estate e l'autunno la situazione si è riequilibrata, però i prezzi si mantengono sostenuti.
Un altro problema sta nel fatto che per riprodurre lo zenzero si deve partire dal rizoma ed, essendo alta la richiesta e il prezzo sostenuto, nei paesi produttori c'è stato un maggior interesse nel vendere la maggior parte possibile di rizomi, con conseguente penuria rispetto alla domanda.

Tali quantità, 10 anni fa sarebbero state fin troppo elevate, ma da un paio d'anni a questa parte la richiesta è decuplicata e anche il mercato italiano ha cominciato a chiederne sempre di più. Lo zenzero viene infatti visto come un vegetale dalle elevate proprietà nutraceutiche, soprattutto come potente antinfiammatorio.


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto