Per estendere la shelf life dei prodotti ortofrutticoli e ridurre le perdite post raccolta

Akorn riceve sovvenzione da parte della National Science Foundation

Akorn è orgogliosa di annunciare di avere ricevuto una prestigiosa sovvenzione di fase I dalla National Science Foundation (NSF) a sostegno del programma "Small Business Innovation Research" (SBIR).

Il programma SBIR di NSF si concentra sulla trasformazione delle scoperte scientifiche in prodotti e servizi con potenziale commerciale e/o benefici per la società. La missione NSF è quella di promuovere il progresso della scienza, fare avanzare la salute, la prosperità e il benessere nazionale e assicurare la difesa nazionale.

"NSF è orgogliosa di sostenere la tecnologia del futuro andando oltre gli sviluppi incrementali e finanziando le idee più creative e d'impatto in tutti i mercati e le aree della scienza e dell'ingegneria". A sostenerlo è Andrea Belz, direttore della divisione di innovazione industriale e partnership di NSF.

"Akorn si è resa conto che i clienti avevano una profonda necessità di metodi per estendere la durata di conservazione dei prodotti freschi e ridurre le perdite post raccolta - ha detto Xander Shapiro, Chief Commercial Officer di Akorn - Per rispondere a questa esigenza abbiamo sviluppato rivestimenti commestibili altamente efficaci, completamente naturali è facili da usare".

I confezionatori mondiali di prodotti freschi possono utilizzare i nostri rivestimenti senza la necessità di attrezzature e manodopera aggiuntive e senza fermare i loro sistemi esistenti". Questa sovvenzione funge da approvazione per la rivoluzionaria piattaforma di prodotti di Akorn. Finanzierà i suoi sforzi per estendere le sue coperture commestibili a nuovi prodotti e per massimizzare l'impatto sociale, ambientale e finanziario della loro soluzione, in accordo con la missione della NSF.

"I test condotti fino ad oggi hanno dimostrato che le nostre coperture raddoppiano o triplicano la durata di conservazione dei prodotti freschi, migliorando significativamente la sicurezza alimentare e riducendo le perdite dovute a marciume, muffa e altri fattori - ha  spiegato Anthony Zografos, Ceo di Akorn - Per produrre le nostre coperture utilizziamo sottoprodotti di mais non OGM riciclati, contrastando il problema dei rifiuti alimentari da 1 trilione di dollari in un modo nuovo: usiamo gli scarti alimentari per combattere lo spreco alimentare. Le nostre coperture sono già disponibili in commercio per pere, mango, pesche e nettarine. Con questa sovvenzione collaboreremo con istituzioni di livello mondiale come l'USDA e la Colorado State University per estendere l'applicazione delle nostre coperture a molta più frutta e verdura fresca".

Le coperture di Akorn sono a base d'acqua e non richiedono prodotti chimici e solventi aggressivi. Possono essere applicate utilizzando le ceratrici esistenti o altre attrezzature destinate a questo scopo, che vengono configurate in pochi passaggi per soddisfare le esigenze dei confezionatori e per garantire la massima qualità del prodotto, indipendentemente dal prodotto, dalla varietà o dalla stagione. I rivestimenti sono prodotti con tutti gli ingredienti approvati dalla FDA, che sono al 100% di origine vegetale e soddisfano i requisiti vegetariani, Kosher e Halal. Attualmente le coperture di Akorn sono in fase di valutazione da parte di diversi clienti e per la stagione di raccolta del 2021 è prevista un'importante espansione commerciale.

Per maggiori informazioni
Xander Shapiro
Akorn Technology
Tel.: +1 415-793-4995
Email: xander@akorn.tech

Anthony Zografos PhD
Akorn Technology
Tel.: +1 415-612-0497
Email: az@akorn.tech


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto