Avvisi

























Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Sacchi intelligenti che misurano la temperatura

Con il progetto pilota "smart big bags", la società HZPC utilizza l'Internet delle cose (IdC) per condividere le conoscenze e controllare meglio l’iter di consegna delle patate da seme. Tra dicembre e aprile, 1.100 sacchi saranno dotati di un chip intelligente. I clienti potranno avvicinare il proprio smartphone al chip quando ricevono il carico, in modo da poter scaricare facilmente i consigli sulla coltivazione della varietà venduta. Inoltre, 100 di questi chip sono dotati di un microsensore che registra le temperature durante il trasporto.

Approfondimento sulle condizioni di trasporto
Il progetto pilota è la continuazione di una test fatto con 80 smart big bag consegnate ai clienti spagnoli la scorsa stagione. "Si è rivelato un successo, motivo per cui ora stiamo ampliando la scala", afferma l'esperto di marketing Hans Langedijk. "Per scoprire se il download delle informazioni sulle varietà può essere gestito bene ovunque, in questa fase stiamo inviando 1.100 sacchi in Bulgaria, Francia, Italia, Portogallo, Serbia, Spagna e Turchia. Durante la lettura del chip, tramite il proprio smartphone, ogni acquirente riceve i nostri consigli di coltivazione direttamente nella propria lingua. In questo modo condividiamo le informazioni nel modo più semplice possibile".

La novità del progetto pilota, è che una parte dei chip è dotata di un sensore di temperatura. Langedijk dice: "Ci siamo chiesti se i sacchi intelligenti potessero essere utilizzati anche per misurare le condizioni di trasporto, perché tali informazioni potrebbero aiutarci a valutare successivamente eventuali reclami sulle patate da seme. Possono essere necessarie settimane per il trasporto, a volte con trasbordo tra camion, treno e nave, e gli sbalzi di temperatura certamente non migliorano la qualità del prodotto. Questo è il motivo per cui, durante la spedizione, vorremmo avere maggiori informazioni sulle condizioni del carico. In questa fase pilota, ci concentriamo solo sulla temperatura, ma per il futuro stiamo pensando anche a sensori che misurino umidità, CO2 e intensità di shock".

Internet delle Cose (IdC)
Secondo lo sviluppatore Niels Postma della Tapp.online, le possibilità della smart chip sono infinite. Postma è riuscito a integrare la tecnologia Near Field Communication (NFC) esistente, utilizzata per i pagamenti contactless, nella carta. Questo rende relativamente facile portare l'intelligenza tecnica in luoghi e prodotti dove l'IdC non era precedentemente disponibile. "L'utilizzo è decisamente accessibile", spiega Postma. "Chiunque abbia uno smartphone può attivare il campo magnetico del chip e quindi scaricare le informazioni, ovunque nel mondo. E c'è ancora molto da guadagnare da questa tecnologia. Negli ultimi mesi siamo riusciti a integrare un microsensore nel chip per monitorare la temperatura durante il trasporto. Se la sua applicazione funzionerà bene nella fase pilota della HZPC, potremo aggiungere anche altre funzioni".

Batterie stampate
Gli innovativi chip di carta di Tapp.online funzionano senza batteria. Gli ultimi chip con microsensore aggiunto hanno minuscole batterie stampate. Queste batterie generano occasionalmente piccoli impulsi di potenza. "La temperatura viene misurata e memorizzata secondo un determinato intervallo", aggiunge Postma. "Visualizziamo i dati prodotti con una mappa digitale che ci mostra dove si trovano i sacchi, quali gli sbalzi di temperatura, e se i clienti hanno preso visione dei consigli di coltivazione con il proprio smartphone, dopo averli ricevuti. Per la HZPC è importante avere un feedback sull’informazione ricevuta, perché più i clienti sono informati sulla varietà, maggiori sono le possibilità che maneggino con cura le patate da seme. In questo modo traggono il massimo vantaggio dalla loro varietà HZPC".

Focus su nuove varietà
"In questo progetto pilota, usiamo gli smart big bag soprattutto con le nostre nuove varietà", continua Langedijk. "Se i coltivatori non hanno ancora familiarità con una particolare varietà di patate da seme, scaricheranno prima le informazioni sulla varietà e sulla sua coltivazione, ed è più probabile che imparino. Inoltre, soprattutto con le varietà giovani, è importante monitorare da vicino l'intero processo, incluse le condizioni di trasporto, in modo da poter identificare meglio eventuali colli di bottiglia. L'impegno dei nostri responsabili alle vendite e distributori in questo processo, è fondamentale. Sono quindi strettamente coinvolti in questo progetto pilota e stimolano i clienti locali a leggere all'arrivo i sacchi. Il primo test in Spagna è andato bene e siamo tutti curiosi di vedere come andrà su scala più ampia".

Crescita graduale
Le prime smart big bag sono già in viaggio e la consegna continuerà fino ad aprile di quest’anno. Seguirà una valutazione dei risultati. Langedijk conclude: "Se questo progetto pilota conferma le nostre aspettative, speriamo di ampliare gradualmente le possibilità dell'Internet delle Cose nel nostro processo di consegna. Se in futuro integreremo o meno i chip intelligenti come standard, dipenderà in parte dai costi, che potrebbero aumentare con decine di migliaia di sacchi all’anno. Ma se sarà applicata su vasta scala, il prezzo scenderà automaticamente. Nel frattempo, stiamo investendo nel progetto pilota, perché desideriamo condividere le conoscenze e speriamo di ottenere maggiori informazioni sulle condizioni di trasporto".

Per maggiori informazioni
HZPC
Tel.: +31 (0)513 48 98 88
Email: info@hzpc.com
Web: www.hzpc.com 


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto