Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Edwin Janssen, BUD Holland

In crescita il segmento dei fichi neri sudamericani

I primi fichi neri peruviani sono tornati sul mercato europeo a metà ottobre, sostituendo gradualmente quelli turchi di Bursa. Fino a metà novembre, ciò ha garantito una fornitura limitata di fichi. Successivamente, è tornato sulla scena il Brasile.

"All'inizio di ottobre c'erano ancora molti fichi turchi, sul mercato", afferma Edwin Janssen della BUD Holland. "A novembre, alcuni gocciolavano ancora latte. Questo succedeva dopo una stagione tradizionalmente breve e intensa. I fichi turchi di Bursa erano di alta qualità, ma i loro prezzi decisamente inferiori rispetto ai primi frutti peruviani. Questa differenza è stata ancora più evidente quest’anno".

"Dopotutto, i fichi provenienti dal Sud America arrivano soprattutto via aerea. La pandemia di coronavirus ha davvero spinto verso l'alto questi costi. Tuttavia, ci aspettiamo di nuovo buoni prezzi di mercato, come è avvenuto negli ultimi anni, se la Turchia finisce l'ultima parte dei suoi volumi. Per quanto riguarda i calibri, ci sono stati molti frutti grandi (15-18). Avrei preferito dimensioni più varie. Le dimensioni 18-20-24 sono particolarmente apprezzate".

Margine di crescita nei fichi d'India

Tuttavia, ci sono stati molti acquirenti che hanno richiesto i fichi peruviani, una volta tornati sul mercato. "Questo perché i fichi neri peruviani sono molto diversi da quelli Bursa turchi o dal Brown Turkey brasiliano. Il Perù ha iniziato 20 anni fa con la varietà Black Mission. Da allora, il Paese continua a sviluppare questa cultivar, soprattutto di recente", spiega Edwin.

"Ciò ha portato alla varietà Toro Sentado. Ma c'è qualcosa di ancora più insolito, sul mercato dei fichi: l'emergere del ficodindia. Questo frutto è coltivato principalmente in Colombia, Italia e Sudafrica. E' ancora un mercato di nicchia rispetto ai fichi freschi. Ma c'è margine di crescita, in futuro".

Edwin vede diversi sviluppi interessanti sul mercato per la coltivazione dei fichi. "Bud Holland ha iniziato a importare i fichi brasiliani della ditta Euroconte oltre 40 anni fa. Nel 2001, abbiamo aggiunto a questa gamma d'importazione sudamericana i fichi freschi provenienti dal Perù. In Brasile, gli agricoltori stanno considerando anche altre varietà, in particolare la Black Mission. Ma più Paesi in quella regione ora coltivano fichi neri. Anche la Colombia e il Messico stanno arrivando sul mercato con questi frutti".

"Ciò si riflette anche nella misura in cui il Sud America si sta ora posizionando sul mercato mondiale. Ci sono sempre più esportazioni sudamericane dirette verso destinazioni al di fuori dell'Europa. Queste includono l’Asia, il Nord America e il Medio Oriente. Ciò non influisce sui prezzi del mercato europeo, ma come commerciante devi prenderne atto. Abbiamo riesportato, ad esempio, in Medio Oriente. Ora, quelle due regioni comunicano direttamente tra loro".

I fichi vengono coltivati anche in Europa, seppure in quantità modesta, secondo Edwin. "Non sono le quantità che di solito vediamo arrivare dal Sud America, dal Sudafrica o dalla Turchia. Tuttavia, l'Italia è uno dei principali operatori nel segmento del fico d'india". Anche nei Paesi Bassi e in Belgio alcune aziende stanno pensando di coltivare fichi. Ma Edwin non pensa che raggiungeranno volumi commercialmente sostenibili.

"Forniranno negozi e ristoranti locali, ma non credo che sia possibile una coltivazione olandese su larga scala. Ai fichi non piace la pioggia. Se inizia a piovere quando è quasi ora di raccogliere, i frutti si spaccano. Questo renderebbe la coltivazione nei Paesi Bassi troppo dipendente dalle condizioni meteo o troppo costosa. Pertanto, le quantità commerciali non sono facilmente raggiungibili. Ma, essendo prodotti di nicchia su piccola scala potrebbero, ovviamente, costituire una bella aggiunta", conclude Edwin.

Edwin Janssen
edwin@bud.nl 

Bud Holland
Transportweg 67
2676 LM Maasdijk
Tel.: (0174) 53 53 53
Fax: (0174) 51 39 12
www.bud.nl


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto