Avvisi









Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

L'esperienza della AMPP-Associazione Marsicana Produttori Patate

L'importanza delle metodiche di stoccaggio nel preservare la qualita' e la sostenibilita' ambientale delle patate

L'Associazione Marsicana Produttori Patate (AMPP) opera in Abruzzo, nella Marsica, nell'alveo dell'antico lago del Fucino, tra Parchi e Riserve naturali, a 700 mt. sul livello del mare, in un'area pedoclimatica ideale per la coltivazione delle patate, tanto da esser state riconosciute come IGP-Indicazione Geografica Protetta "Patata del Fucino".

L'Associazione, oltre ad essere il maggior produttore di patate certificate IGP Patata del Fucino, gestisce la maggiore produzione per singolo operatore in tutto il territorio nazionale.

Produrre e controllare tutta la filiera è oggi imprescindibile per le nuove esigenze distributive e di consumo, anche in virtù della crescente domanda proveniente dai consumatori e dalla GDO di prodotti coltivati con metodi di Produzione Integrata e/o Bio e di alta qualità.

Pertanto, per l'AMPP non solo la produzione, ma anche la conservazione dei prodotti è uno dei processi fondamentali: lo scopo primario è quello di preservare nel tempo l'edibilità e il valore nutritivo dei tuberi, prevenendone le alterazioni accidentali. Farlo in maniera green è la sfida degli ultimi anni.

La patata è un prodotto con una vita commerciale molto lunga: dopo la raccolta infatti, si presta ad essere conservato anche per lunghi periodi di tempo (7-8 mesi) in appositi locali, celle frigo, a temperatura e umidità programmate. 

L'AMPP già dal 2012 utilizza l'etilene nelle celle di conservazione dei tuberi per bloccare la formazione dei germogli, anticipando così le indicazioni della Commissione Europea che il 17 gennaio 2019 ha bandito il Chlorpropham (CIPC) dall'Unione Europea dal 1 gennaio 2020. La data ultima per lo stoccaggio delle patate trattate con CIPC è l'8 ottobre 2020.

La tecnologia all'etilene conserva la naturalità del trattamento, non impatta nell'ambiente ed è a "residuo zero" sul prodotto. L'etilene è un efficace anti-germogliante, per i tuberi, mantiene elevato il grado di qualità del prodotto per uno stoccaggio prolungato nel tempo e soprattutto, per alcune varietà a "dormienza breve", inibisce la germogliazione. 

Le patate dell'AMPP vengono conservate in due centri di stoccaggio e condizionamento dotati di impianti tecnologici automatizzati, atti a mantenere inalterate le caratteristiche qualitative nel medio e lungo periodo per un totale di 40.000 tonnellate, con adeguate misure identificative per una facile e sicura tracciabilità. 

Stabilimento di San Benedetto dei Marsi (AQ)

Per evitare contaminazioni al prodotto da eventuali agenti patogeni, l'Associazione AMPP - prima dell'utilizzo dei locali - igienizza preventivamente tutti gli ambienti di conservazione, essendosi dotata di diversi generatori di ozono per la decontaminazione e sterilizzazione di celle frigorifere e magazzini. 

L'ozono è un agente ossidante e disinfettante naturale, efficace contro batteri, funghi, spore, inoltre ha un breve ciclo di vita, in quanto si trasforma in ossigeno. Gli ambienti con determinate concentrazioni di ozono mantengono vitale il ciclo di vita dei prodotti freschi, limitandone il processo d'invecchiamento e di perdita di peso. L'attività dell'Etilene e dell'ozono sulla superficie dei prodotti è totalmente innocua e senza residui.

L'attenzione dell'Ampp naturalmente è anche verso la tutela dell'ambiente: l'intera copertura dei suoi magazzini è sormontata da impianti fotovoltaici. da 2.3 M.Watt. Con la realizzazione di tali impianti si è conseguito un significativo risparmio energetico, mediante il ricorso alla fonte energetica rinnovabile rappresentata dal Sole. 

Tale tecnologia nasce dall'esigenza di coniugare la compatibilità con esigenze architettoniche e di tutela ambientale; nessun inquinamento acustico; un risparmio di combustibile fossile; una produzione di energia elettrica senza emissioni di sostanze inquinanti. 

L'energia risparmiata corrisponde infatti a ben 1.162 ton di petrolio in un anno, con l'adozione di tecnologie fotovoltaiche per la produzione di energia elettrica. 

Stabilimento di Borgo Incile Avezzano (AQ) 

Inoltre, gli impianti fotovoltaici consentono la riduzione di emissioni in atmosfera delle sostanze che hanno effetto inquinante e di quelle che contribuiscono all'effetto serra. 

Insomma, produttori e associazione al passo dei tempi anche sul fronte delle certificazioni richieste dalla Gdo: IFS, GlobalGAP, la certificazione per il biologico e SQNPI, oltre all'IGP Patata del Fucino. Tutto questo fa sì che AMPP possa fregiarsi del riconoscimento "produzione a qualità ecosostenibile", unico nel settore patataticolo.


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto