Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Miguel Gonzalez (MG Fruit): "Un mercato dell'ananas cosi' difficile e' un mistero per me"

C'e' bisogno che i retailer mostrino solidarieta' e non appesantiscano i produttori con costi extra

Il mercato delle arance non è mai stato così impegnativo. Le vendite di meloni e limoni hanno avuto dei cali, ma anche settimane buone. Tuttavia, le vendite sul mercato dell'ananas sono risultate difficili per tutto l'anno. "E' un vero e proprio mistero per me". Ad affermarlo è Miguel Gonzalez dell'olandese MG Fruit.

"Quando parliamo con i fornitori in Costa Rica ci dicono che la produzione è molto più bassa. Molti coltivatori, soprattutto i più piccoli, hanno interrotto la produzione e ciò dipende dai prezzi bassi ottenuti negli ultimi anni e, in particolare, a causa di quelli dell'anno scorso. Ci sono anche grandi fluttuazioni in termini di livelli di consumo. Ogni settimana mi chiedo come mai i prezzi siano così bassi da così tanto tempo".

"Se gli ananas fossero un articolo destinato prettamente al settore alberghiero, ci sarebbe una spiegazione per questo andamento. Ma si tratta, dopotutto, di un vero e proprio prodotto per la vendita al dettaglio. Le quotazioni variano tra 7 e 8 euro, ma con prezzi di costo di 7-7,50 euro. Considerando ciò non bisogna essere un esperto matematico per vedere che la situazione non può continuare così a lungo. Può andare avanti per qualche settimana, ma dopo deve essere compensata e ciò non succede da molto tempo ormai", afferma Gonzalez.

Secondo lui, la fonte del problema è da cercarsi più a fondo. "Il grande problema sono i rivenditori e non solo per quanto riguarda gli ananas, in quanto vogliono pagare un prezzo all'origine ancora più basso. Tuttavia, allo stesso tempo impongono requisiti e certificazioni sempre più rigorosi ai loro produttori. Questi costi ricadono esclusivamente su questi ultimi e ciò rende impossibile sopravvivere dal punto di vista dei costi. Questo è particolarmente vero per i produttori più piccoli, anche se i loro prodotti sono spesso di maggiore qualità".

Gonzalez è molto frustrato. "Nessuno osa dirlo, ma c'è qualcosa di fondamentalmente sbagliato nella filiera. I supermercati si vantano di avere ogni tipo di certificazione (sociale), ma i costi ricadono interamente sui produttori. Vedo molti buyer dei supermercati che cercano di spremere il produttore invece che considerare la fonte del problema. Proprio ora, in questi tempi di Covid-19, quando a tutti si chiede di dimostrare solidarietà, ritengo che i prezzi dei supermercati debbano essere molto più in linea con la situazione di offerta e domanda presente sul mercato. Ciò assicurerebbe che i prodotti abbiano il giusto tasso di fatturato".

"In generale non sono ottimista sul mercato dell'ananas. La Costa Rica è già in difficoltà a livello socio-economico. Il settore del turismo è la sua maggiore fonte di reddito, ma a causa della pandemia, questo settore si è fermato completamente. Inoltre, è anche molto difficile fare arrivare i braccianti in Costa Rica dal Nicaragua, per esempio. Nel complesso è una situazione preoccupante. Presto - conclude Gonzalez - ci ritroveremo a dovere affrontare questa situazione anche nella stagione dei meloni".

Per maggiori informazioni
Miguel Gonzalez
MG Fruit
49-60 Handelscentrum ZHZ
2991 LD, Barendrecht - Paesi Bassi
Tel.: +31 (0) 180 745 470
Cell.: +31 (0) 651 267 933
Email: miguel@mgfruit.nl  
Web: www.mgfruit.nl


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto