Sempre piu' vivace il mercato dei pomodori verdi

A mostrarsi piuttosto vivace sui mercati, di recente, è la richiesta di pomodoro verde. Tra le proposte più interessanti si profila il pomodoro marmande Raffy F1 della Gautier Sementi Italia. Per capire cosa ne pensa chi lo coltiva, abbiamo contattato un'azienda di produzione e commercializzazione di orticole, situata nell'Agro di di Butera (CL) e condotta dalla famiglia Marino.

"Ci siamo trovati bene fin dalla prima volta, quando un anno fa abbiamo iniziato a coltivare il pomodoro marmande Raffy - ha detto Giuseppe Marino – perché si tratta di una pianta di buona vigoria e molto continuativa, che assicura un ottimo standard della produzione, dai primi palchi fino a quelli superiori".

"I frutti sono appiattiti, costoluti, di un bel verde scuro con spalla marcata e consistenti, con lunga tenuta in post raccolta. Il colore copre bene anche a maturazione completa a rosso e le qualità organolettiche sono ottime, a cominciare dal sapore. Il grado brix generalmente è alto ed è motivo di soddisfazioni".

Giuseppe Marino

"La varietà - ha continuato il produttore - si mostra molto flessibile nelle varie epoche di trapianto, che vanno da settembre fino a febbraio. Per questo motivo si presta veramente alle più disparate esigenze produttive e garantisce, nel contempo, elevate rese. Raffy ha una qualità uniforme e il frutto si presenta con una bella spalla con un colore gradevole alla vista e una pezzatura ideale per il mercato al dettaglio".

Raffy F1 si presenta bene anche sotto il profilo delle tolleranze genetiche che favoriscono lo sviluppo di colture sane e forti. Queste peculiarità riducono il rischio di perdite di produzioni e l'utilizzo di fitofarmaci, garantendo produzioni più salubri. Il prodotto infatti è apprezzato dalla GDO anche per la sua capacità di farsi coltivare in maniera più sostenibile come ad esempio attraverso l'uso di insetti utili, infatti produce addirittura meglio se impollinati dai bombi.

Ciò consente di poter ridurre i costi di manodopera per il trattamento al fiore e, di conseguenza, di ottenere produzioni più sane. La varietà possiede, come si diceva, un ottimo pacchetto di resistenze (HR: ToMV:0-2/Va:0/Vd:0/Fol:0/For/For/Ff:A-E IR: Ma/Mi/Mj/ TYLCV) che permette al coltivatore un certa serenità lungo il ciclo produttivo.

"In definitiva, questo pomodoro - conclude Marino - riesce a coniugare le aspettative che si possono creare lungo tutta la filiera rispetto a un prodotto che si presta al meglio per il consumo fresco. Da una parte, infatti, troviamo il settore vivaistico che dispone di semi garantiti sotto il profilo fitosanitario e dall'alta germinabilità, cui segue una certa facilità nella gestione agronomica della pianta in campo, a vantaggio di noi produttori; ciò si traduce in una buona manovrabilità e tenuta in post raccolta in fase di logistica e tenuta sui banchi per la GDO, per finire con l'ottimo sapore di un prodotto salubre per il consumatore finale".

Contatti:
Az. Agricola Marino 
c.da Tenutella
93011 Butera (CL) Italy
Tel.: +39 3391549429
Email: az.agr.angelomarino@live.it


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto