Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Pieter de Ruiter, della 4Fruit Company:

I cachi devono competere con il mango d'oltremare

Dopo l'acquisizione della cooperativa valenciana Coagri, Anecoop dispone di circa 23mila ton di cachi spagnoli in più da commercializzare. "Quest'anno ci sono da vendere cachi in abbondanza" A constatarlo è Pieter de Ruiter, della 4Fruit Company , con sede nei Paesi Bassi, distributore esclusivo di cachi a marchio Bouquet.

Il commerciante ortofrutticolo, che vende il 70-80% dei cachi ad altre aziende olandesi, si aspetta che il kako continui a essere un prodotto con un buon potenziale di crescita. "Nelle settimane scorse, ne abbiamo venduti buoni volumi. I clienti che l'anno scorso ordinavano un pallet alla settimana, ora ne richiedono uno e mezzo o due".

"Considero il cachi un prodotto che deve competere con il mango. Al momento, la popolarità del cachi può ancora essere migliorata, ma il vantaggio è che in questi mesi il cachi proviene dalla Spagna, mentre gran parte dei mango devono arrivare dall'altra parte del mondo. Mi aspetto che ciò possa influenzare in qualche modo gli acquisti in favore dei cachi".

"Negli ultimi anni, a Valencia, alcune varietà di agrumi più antiche, come la Satsuma e la Clauselina, sono state sostituite dalla coltivazione del cachi, ma il cambiamento più grande si è già verificato. Inoltre, si può notare che il cachi Sharon ha perso terreno in favore del cachi mela. Ritengo che ci siano ancora molte possibilità di vendita per questo gruppo di prodotti. Trent'anni fa, ad esempio, il kiwi veniva ancora considerato un esotico. Si deve pur cominciare da qualche parte".

"Quest'anno, in Spagna, le produzioni sono buone. Il clima è stato ottimo e il maltempo di settembre non ha quasi avuto un impatto sui cachi. I prezzi non sono troppo elevati, in quanto chiediamo poco meno di 1 euro al kg. Anche la qualità è eccellente e potrà solo migliorare".

Pieter ammette che a volte ci possono essere differenze di qualità tra i cachi. "Dopo la raccolta, questi frutti devono essere lasciati a maturare per qualche giorno, ma si tratta di un'operazione che richiede competenze. In ogni caso, Anecoop ha tutto sotto controllo".

Agrumi e ortaggi da serra
Anche gli altri prodotti spagnoli hanno le loro sfide da affrontare, all'inizio della stagione. "A causa della differenza tra le temperature diurne e notturne, la colorazione degli agrumi spagnoli non sta andando come sperato. Ciò determina una fornitura inferiore tra il 20 e il 30%. Tuttavia, ancora non lo si nota nei prezzi".

Anche la stagione spagnola degli ortaggi in serra sta lentamente cominciando. "Sul mercato è presente ancora il prodotto olandese, i prezzi sono bassi e anche la qualità delle verdure olandesi è buona. Pertanto i retailer non sono ancora passati all'offerta spagnola; bisognerà attendere ancora qualche giorno".

Per maggiori informazioni:
Pieter de Ruiter
4 Fruit Company
Handelsweg 30
2988 DB Ridderkerk
Tel. 0180 641902
Email: pr@4fc.nl  
Web: www.4fruitcompany.nl


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto